A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #291 - Geotermico: chi paga i vasi fratturati? (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Sat, 23 Feb 2019 12:28:15 +0200


Il calore estratto dalle profondità della crosta terrestre può fornire un'energia abbondante e relativamente economica. Problema: non è rinnovabile e lo Stato organizza l'impunità degli agricoltori in caso di danni collaterali dovuti alla frazione dei motivi. ---- La risorsa geotermica in Francia è distribuita in modo non uniforme sul territorio. Le tecnologie di estrazione del calore differiscono in base alla disponibilità. Mentre l'uso individuale è possibile ovunque, questo non è il caso di un'operazione industriale riservata a grandi depositi. Estrazione, depositi: lo sfruttamento dell'energia geotermica è controllato dal Bureau of Geological and Mining Research (BRGM), gestore del sottosuolo in Francia. In effetti, lo stato è il principale finanziatore della ricerca geotermica, anche se alcune regioni particolarmente favorite come l'Alsazia investono molto in questa energia [1]quando altre regioni si concentrano solo su siti specifici.

Così, in Alsazia, il sito di Soultz-sous-Forêts è il primo sito al mondo dice EGS (Enhanced Geothermal System) - utilizzando quello che chiamano un " iniezione di stimolanti chimici " - di essere stato collegato alla rete. Dal 2008 fornisce l'equivalente di 1,5 MW di generazione netta sulla rete elettrica. [2]

Gestione del rischio geotermico
Il punto di forza dell'energia geotermica è la sua alta redditività: quando il calore dell'acqua estratta è sufficiente, può essere utilizzato direttamente senza conversione per il riscaldamento. Altrimenti il suo utilizzo attraverso una pompa di calore è anche una buona prestazione ... almeno in inverno. La domanda è diversa in estate, quando l'energia geotermica viene utilizzata, ad esempio, per fornire condizionatori d'aria.

La questione del rischio geotermico è già stata menzionata negli anni '80 quando, a seguito delle scosse petrolifere, furono avviate le prime installazioni. Fu allora che le lobby petrolifere non offrivano alternative. Eppure non era una pura fantasia.

Il rischio principale è una foratura conseguenza geotermico, ora completata da tecniche di iniezione dell'acido nelle rocce: la pressione drammaticamente crescente con la profondità, ci può essere una frattura del terreno portando a pieno destrutturazione della roccia madre.

Ovviamente, il rischio aumenta con le dimensioni dell'installazione. Per quanto riguarda l'energia geotermica profonda, il caso studio è la fratturazione idraulica in un sito vicino a Basilea (Svizzera) che ha causato nel 2006 un terremoto di modesta entità. La cantina di un intero quartiere e le fondamenta di oltre 400 case sono state fratturate.

Ancora oggi è difficile valutare i rischi di questa tecnologia ancora sperimentale. Per proteggere le imprese, lo Stato ha istituito un fondo di sostegno per gli agricoltori, in primo luogo per compensare le perdite quando la perforazione non fornisce accesso a risorse sfruttabili. Per buona misura, l'eventuale danno legato allo sfruttamento della risorsa non sarà supportato da alcuna assicurazione privata, né da un fondo statale.

In termini di rischi connessi ai singoli impianti, le cause possono molte cose, ma i casi più gravi individuati è quello di Lochwiller in Alsazia nel 2008. Due aziende e poi eseguire una profondità di foratura di 60 metri su una collina per alimentare riscaldare una casa. Sfortuna: il terreno si gonfia e provoca un parziale collasso della collina. Nel 2019, la situazione geologica non si è ancora stabilizzata e il villaggio rischia di essere sepolto. Di fronte a questo disastro, gli installatori sono esonerati da ogni responsabilità per via della giustizia. I proprietari di questa casa di subdivisione sono considerati operatori di perforazione e devono pagare per il lavoro sul bacino (lavoro senza soluzione tecnica). Nessuna soluzione finanziaria è attualmente in corso per le case fratturate,

Transizione energetica o trappola monetaria ?
Numerosi progetti sono stati e stanno ancora promettendo dal punto di vista della transizione energetica, come la cattura di acque sotterranee localizzate. L'area parigina, ben equipaggiata, ha una rete affidabile di oltre 200.000 case riscaldate con acqua calda estratta dalle falde acquifere. Il riscaldamento con energia geotermica è quindi un sistema molto efficiente.

Ma come ogni risorsa energetica, l'energia geotermica è cancrena quando gli investitori cercano di istituire monopoli di sfruttamento e di distribuzione, e lo stato organizza la loro irresponsabilità. E quando la profonda energia geotermica cerca di sfruttare le risorse estratte dalle rocce vicine al magma, è difficile qualificarle come sacche di acqua calda che possono essere raggiunte in sicurezza.

L'esempio della rete di Strasburgo, che dovrebbe fornire l'80 % del calore della città, viene fatto senza garanzie di smantellamento delle centrali elettriche o di possibili compensi.

Tuttavia, questa energia - qualificata come rinnovabile - attira il calore per respingere il freddo nel seminterrato. Questa acqua è radioattiva e lo scambio di liquidi raffredda il sottosuolo. Alla fine il periodo di estrazione non è più di trenta anni nel migliore dei casi, per una ricostruzione del deposito stimato a centocinquanta anni minimo. Queste stime non tengono conto della distruzione della roccia di origine e delle tonnellate di acidi iniettati, né del rischio radiologico, che alla fine sarà pagato dai residenti.

Di fronte all'energia geotermica, è necessario lottare contro la concentrazione capitalista per promuovere la gestione collettiva e progetti ragionati: quell'energia rimane nelle mani delle persone interessate, usando tecniche controllate in installazioni di dimensioni moderate e per un uso di primo locale

Nipple Reinette (AL Aveyron)

1. Vedi l'articolo geotermico su Alsace.alternativelibertaire.org. 2. " Impianto pilota EGS a Soultz-sous-Forêts, Alsace ", Geothermie-perspectives.fr.

[1] " Geotermia: Strasburgo, presto capitale del capitalismo verde ? » , In Alsace.alternativelibertaire.org

[2] " L'impianto pilota EGS a Soultz-sous-Forêts, Alsace " , su Geothermie-perspectives.fr

http://www.alternativelibertaire.org/?Geothermie-Qui-paie-les-pots-fractures
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it