A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) FAI Tera Y Libertad #367 - Proudhon, sostegno reciproco e contratti sintagmatici (ca) [traduzione automatica]

Date Wed, 20 Feb 2019 08:30:05 +0200


In natura, quel mondo complesso che non è mai stato analizzato, esiste una lotta per l'esistenza come dimostrato, ma esiste anche un sostegno reciproco tra una specie o anche con altre specie, come è stato anche dimostrato. ---- Questa solidarietà tra le specie influenza in modo significativo l'umanità riguardo all'organizzazione della società anarchica che ci siamo posti. ---- Kropotkin ha brillantemente dimostrato nel suo libro Mutual Aid, un fattore di evoluzione, se è vero che esiste in alcune specie la lotta per l'esistenza nella specie sociali il sostegno reciproco è uno standard. Senza questa assistenza reciproca le specie gregaria degenerano o sparire divorati dai predatori o di fame prima che l'impossibilità di cacciare così solo, perché la solidarietà in queste specie comprende non solo momenti di pericolo, ma anche quando la caccia.

Quindi, la nostra società umana richiede l'aiuto reciproco non solo nelle catastrofi naturali, ma anche quando si lavora per produrre, come è ben noto che la specie umana richiede lavoro per produrre il loro cibo e i prodotti dei loro bisogni, a differenza l'altra specie.
Questa solidarietà è anche data nella nostra specie in modo naturale, salvando l'umanità dal pericolo, aiutando nelle catastrofi umane e naturali e nello stesso lavoro, che non è altro che la forza collettiva impiegata nella stessa attività dimostrata anche Proudhon. Questa forza collettiva costituisce in economia ciò che è il supporto reciproco in natura: la cooperazione di alcuni e di altri individui; prima del predatore e per cacciare nella natura, nella produzione, nell'industria, nel campo e nel commercio. In entrambi i casi difesa, caccia e produzione non sono altro che atti e prodotti che sono il risultato di cooperazione e solidarietà, in alcuni casi imperiosi, volontari in altri, ma in entrambi i casi il risultato della cooperazione (1).
Ma questa solidarietà, questo sostegno reciproco, non è sempre dato in modo raffinato, compatto, solido, ma a volte presenta alcune fratture al momento della pratica a causa della molteplicità dei pensieri e delle concezioni della vita.
La pratica di un concetto morale come il sostegno reciproco non si verifica magicamente nelle persone, ma richiede uno sforzo della volontà umana di esercitare. Ci sono anti - comportamento sociale il risultato di deformazione sociale causata dal capitalismo spingendo a vicenda per la concorrenza, visto prima per se stessi, di trovare anche nella sventura di altri a proprio vantaggio, e questi comportamenti saranno non scomparire da un momento all'altro quando scoppia la rivoluzione sociale e anche quando viene stabilita la società anarchica per la quale combattiamo.
Saranno le condotte che saranno combattute, per sradicare con l'esercizio della libertà, della giustizia e del sostegno reciproco nei gradi che possono essere praticati.
La gente, abbiamo detto molte volte, non diventerà nuova gente da un momento all'altro. Si deve partire da ora di rinunciare vizi autoritari che l'aiuto reciproco e la fratellanza umana è praticata, ma che è qualcosa che può essere superata solo quando le persone si armano di volontà di spingere nel la direzione opposta a alla corrente. Pigrizia, scoraggiamento, sono comportamenti che ostacolano anche la pratica del sostegno reciproco. È necessario, quindi, che le persone abbiano il coraggio, il desiderio, la volontà di esercitarlo.
Sebbene inscritto in geni umani per essere una specie socievole, il sostegno reciproco non si realizza se le persone non decidono di esercitarlo, non è esercitato in modo magico e senza la volontà umana.
Quindi, il sostegno reciproco dipende da un fattore esterno (volontà) che sebbene non abbia la stessa intensità di tutte le persone è qualcosa che dovrebbe essere esercitato come un muscolo, tenendo conto che senza di esso tutto diventa l'abbandono degli atti.
Lo stesso precetto del supporto reciproco ha anche le sue molteplici varianti nelle persone.
C'è per chi il sostegno reciproco rappresenta una norma di vita, una posizione ferma e irremovibile nella loro vita, ma c'è chi prende questo concetto senza raggiungere un impegno così rigido e fermo, e c'è anche chi ha il sostegno reciproco concetto più rilassato.
Questa divergenza di un concetto è normale poiché l'essere umano non è unico nel suo modo di pensare. Questo è diversificato sullo stesso concetto, con intensità diverse.
"La verità è una, ma ci appare in modo frammentario dagli angoli più diversi; il nostro dovere è di esprimerlo come lo vediamo, soggetto a contraddirci, reali o apparenti "(2).
In questo modo Proudhon ci dice quello che abbiamo detto: il sostegno reciproco e la solidarietà sono nella nostra natura, ma li vediamo da diverse angolazioni e intensità.
Così, ci sono quelli che amano profondamente il loro partner, e ci sono quelli per i quali l'amore è un concetto più rilassato; ci sono quelli di amicizia che hanno un alto grado e che hanno un concetto più rilassato di esso; Tutti questi concetti, come il supporto reciproco, differiscono per intensità in ogni persona.
E se il sostegno reciproco e la solidarietà presentano concezioni diverse nelle persone, è normale che al momento della pratica della socialità ci siano diversi modi di organizzare, di mostrare solidarietà e di capirsi l'un l'altro.
Il sostegno reciproco non sarà, quindi, la formula magica che renderà possibile la convivenza nella società all'interno dell'anarchismo, ma solo una concezione del soggetto.
Per i soggetti in cui non c'è comprensione (e dobbiamo pensare a queste possibilità) o che c'è un modo difficile, ci sono diversi modi di intendere: uno di questi è il contratto sinalagmatico esercitato da Proudhon.
Contratto sinottico nel pensiero proudhoniano significa un contratto tra due o più parti a proprio vantaggio e obbligo. Non è il vantaggio di una singola parte contraente a scapito dell'altro; indica una parità di obblighi e benefici tra due parti. Ciascuna parte contraente concorda con la sua controparte di rispettare le disposizioni e di ricevere il beneficio del contratto in condizioni e condizioni uguali.
Così, l'obbligo e il beneficio del contratto va e ritorna ancora e ancora da una parte all'altra, in una circolazione costante e inarrestabile.
Questi contratti sintagmatici, come suggerisce il nome, non sono unilaterali, non significano il beneficio di una parte a scapito dell'altro. Il vantaggio di una singola parte contraente del contratto renderebbe questo un contratto unilaterale, unidirezionale.
Il contratto sintagmatico indica un patto, una relazione, una comprensione che va in due direzioni, vantaggioso per entrambe le parti contraenti in un senso di andata e ritorno, e di nuovo avanti e indietro.
Comprendere che il contratto tra due persone è facile da capire, ma il problema sorge quando si capisce questo contratto in più direzioni.
Un contratto sinaptografico di più direzioni implicherebbe un patto che tutte le parti partecipanti avrebbero rispettato senza arrivare ad una sorta di costituzione politica.
Una costituzione politica implicherebbe la centralizzazione politica, e con essa la morte della libertà e il sostegno reciproco saranno sostituiti dalla schiavitù politica e dalle relazioni sociali basate sulla competizione, in altre parole, il beneficio sarebbe solo in una direzione che ne gioverà una o più parti a discapito delle altre.
In questo, il contratto sinagografico di Proudhon differisce molto dal contratto sociale (dovremmo dire politico) di Rousseau.
Nel contratto sociale di Rousseau l'individuo diventa parte del patto anche senza alcuna conoscenza della sua conclusione. Alla nascita, diventa parte della società senza conoscere le implicazioni del contratto di cui dovrebbe essere parte, ma non solo questo. Il patto di Rousseau implica che l'individuo accetta ciò che non conosce, aliena la sua libertà e giustizia per il bene di una società che lo schiavizza senza nemmeno accorgersene. Quella società in cui entra è già formata e la entra come schiava, legata mani e piedi, lasciando la libertà perché non ha un posto dove ritirarsi.
Quel contratto sociale e demagogo reazionario è l'opposto di ciò che si cerca come anarchici.
Nel contratto sinalagmatico Proudhoniano l'individuo diventa una parte contraente che conosce i suoi obblighi e i suoi diritti. Non c'è centralizzazione, e puoi ritirarti da quel patto e formare altri o entrare in altri in cui la tua concezione di libertà e giustizia è meglio soddisfatta.
Trasferito a liberamente comuni federati hanno proposto l'anarchismo, il rifiuto di un certo contratto reciprocamente obbligatorio non per soddisfare i desideri di un individuo si traduce di lasciare il comune e la parte di un altro che è più a proprio piacimento o creare il proprio con persone affini, federando con gli altri comuni anche da un contratto sintattico di mutuo rispetto o scambio e mutuo aiuto.
Tale contratto rende equivalenti in diritti e doveri, politicamente, economicamente e socialmente a tutti coloro che diventano parte di quel contratto.
Il contratto sinalagmatico proudhoniano applicato all'intera società significherebbe il sostegno reciproco applicato in modo più imparziale e non necessariamente fraterno, ma equo: rispetto reciproco.
Il supporto reciproco implica un rapporto di simpatia o empatia per coloro che lo praticano, ma questa simpatia ed empatia non sempre esistono, e dove non esiste c'è un solo rimedio: il rispetto reciproco.
Forse non ho simpatia o empatia per te, ma ti rispetto.
Nel contesto del contratto sinalagmatico chiedo rispetto per me stesso e lo do a coloro che me lo danno (3).
Così, il rispetto reciproco risolverebbe quelle circostanze in cui il sostegno reciproco varia di intensità o anche dove essa non esisteva, escludendo il contratto che pensano gli altri sottoporre alla schiavitù economica sociale, politica o con i quali i due - contratto di modo Il rispetto è rotto e non può esistere.
Il rispetto per tutto a tutti, anche quando non v'è alcuna simpatia, tale è il personale di supporto di kropotkiniano sostegno reciproco, la soluzione fornita da vista Proudhon e decine di anni prima di Kropotkin formulato le loro idee.
Supporto reciproco come esercizio naturale e umano, il contratto sinalagmatico come soluzione alle possibili differenze di carattere e pensiero, la federazione come articolazione, l'essere umano come cellule organiche del sistema sociale.
Proudhon pensava in officina sostituisce il governo, mutualismo sostituisce il capitalismo, la democrazia sostituisce società industriale basata sulla concorrenza, il possesso di proprietà sostituisce, il federalismo e centralismo sostituisce sostituisce le leggi reciprocamente vincolanti contratto.
Così, le leggi, i codici scritti, l'obbligo per tutti di obbedire ciecamente alle leggi obsolete e antiquate, sono sostituiti dai patti sempre rispettabili, sempre modificabili da ogni comune e individui. Nessuna legge, nessuna repressione, nessun centralismo per l'obbedienza alle leggi.
A loro volta, i contratti bilaterali tendono ad unire gli individui in reti di solidarietà, che diluisce i rapporti di potere e di autorità per renderli inesistenti, come ha osservato Pierre Ansart: "In effetti, andando in continua evoluzione e in crescita delle relazioni economiche e l'iniziativa industriale, si crea un collegamento tra i produttori non basati sull'autorità di alcuni rispetto ad altri, ma in un accordo reciproco, in un contratto, e nella misura in cui il numero di gruppi partecipanti è sufficientemente ampio, l'iniziativa stessa, il contratto , tendono a spostare i rapporti di subordinazione, di autorità "(4).
Libertà, la più ampia libertà per l'individuo. La solidarietà praticata nel suo massimo grado e il rispetto reciproco tra individui e comuni garantiti.
Rinunciamo volontariamente a parlare della democrazia industriale e degli altri concetti sopra elencati in un modo dettagliato del pensiero di Proudhon perché supera il tema principale di questo articolo.
È sufficiente osservare alcune cose specifiche: il sostegno reciproco è un esercizio di animali socievoli. Anche se è qualcosa di genetico nel comportamento umano, la sua applicazione da sola e come una formula magica e involontaria non è data o data a vari livelli e ciò che è coinvolto è che è dato nel modo più ampio possibile. Essere in grado di essere un pilastro di una società in armonia implica un alto grado di volontà di esercitare. Così, una società anarchica non dovrebbe basare la loro attività sociale sul sostegno reciproco, come qualcosa di magico che sboccerà magicamente una volta rovesciato lo Stato, e richiederà lascerà a galla a praticare il sostegno reciproco e ottenere rapporti sani in una società libera da autorità.
A sua volta, a causa della molteplicità di personaggi e pensieri, lì dove simpatia e l'empatia sono non presentate saranno solo contratto reciprocamente obbligatorio, basato sul rispetto reciproco, che si avvita le sue possibili discussioni e generare un ambiente molto più favorevole la pratica della libertà e della giustizia.
Il contratto sinazionale sarà l'erosione e la fine schiacciante di tutti i tipi di leggi scritte, facilitando non solo il sostegno reciproco e il rispetto reciproco, ma favorendo il federalismo dell'individuo e delle comuni liberamente federate.

note:

1.- Se entenderá que solamente se toca el aspecto de la cooperación para la producción en lo que a la industria se refiere. No tocaremos temas como la plusvalía generada de la fuerza colectiva (concepto proudhoniano) pues se sale de los propósitos del presente texto. Baste con demostrar que la cooperación, voluntaria o imperiosa por las propias necesidades de la producción, se desarrolla también en la industria, lo mismo que, voluntaria o imperiosa por la caza o la defensa, se da también en la naturaleza.
2.- P.-J. Proudhon, Carta del 4 de marzo de 1863. Cfr. V. García, El pensamiento de P.-J. Proudhon, p.19, EMU, México DF 1982.

3.- Tale concezione del rispetto anche nei confronti di coloro che non provano simpatia o empatia non è una novità. Quando Diego Abad de Santillán formula l'idea di comuni misti di organizzazione politica e persino economica, non fa altro che parlare di questo rispetto reciproco; Malatesta prevede anche che gli anarchici possano non essere una maggioranza (solo la possibilità) e che devono pretendere da soli il rispetto e i mezzi necessari per organizzarsi come desiderano.
In entrambi i casi si dovrebbe pensare, perché si è molto probabile che anche in una società anarchica non ci sono differenze di vedute verso un concetto, come il comunismo come un sistema economico di produzione e distribuzione, e utilizzano lo standard generalizzato per tutti sarebbe la morte di proprio principio di libertà e giustizia.

4.- P. Ansart, Sociologia di Proudhon, p.137, Screening, Buenos Aires 1971.

Erick Benítez

https://www.nodo50.org/tierraylibertad/367articulo4.html
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it