A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) anarkismo.net: [Colombia] Solidarietà con le vittime ... tutte le vittime da Student Group Anarquista (ca)[traduzione automatica]

Date Mon, 28 Jan 2019 07:58:38 +0200


Ora, dobbiamo interrogarci sul destino della Colombia in una imminente escalation del conflitto armato, della repressione e della persecuzione a un altro livello per i leader e il movimento sociale in generale, e allo stesso modo, riteniamo il governo nazionale responsabile di ciò che verrà. Ma, poiché non abbiamo mai voluto che la fortuna decidesse, ci autorizziamo con le condizioni per proporre e mobilitarsi per una vita dignitosa, in modo che non ci saranno mai giovani tra le fila di qualsiasi esercito o forza repressiva; cosicché i suoi sogni e i nostri - chiaramente - servano il popolo da qualsiasi occupazione o mestiere, ma mai più come attori armati. ---- Come gruppo in lotta per la vita dignitosa e di gioia, noi rifiutiamo ogni tipo di azione violenta contro le classi popolari e le loro espressioni di mobilitazione, di conseguenza, prima di respingere gli eventi del 17 gennaio presso la Scuola dei Cadetti generale Santander Bogotá, ricordiamo e ti invitiamo a riflettere su alcuni eventi accaduti negli ultimi mesi. Dopo l'accordo di pace, oltre 400 leader e attivisti sociali sono stati assassinati (e finora nel 2019, sette sono già andati). Il 5 ottobre 2017, nel comune di Tumaco, la forza pubblica ha commesso il peggior massacro degli ultimi anni uccidendo 15 contadini; Il 17 dicembre 2018, i paramilitari uccidono 5 persone a Mapiripán Chi le ricorda? Chi rende omaggio a loro? Chi li piange? Lo schieramento istituzionale, i media e la solidarietà sono stati in gran parte manifestati da questi fatti? Ciò non significa che giustifichiamo l'uccisione della polizia nella scuola cadetta, ma la discussione si rivolge anche al tipo di vittime che storicamente sono state legittime per lo Stato.

Colombia ha vissuto per più di cinquanta anni in un conflitto armato e sociale, dove le condizioni di povertà, la repressione e la violenza politica che affliggono gli anni '40 e '50 (prime insurrezioni) la stragrande maggioranza della popolazione oggi sono ancora validi nella vita di tutti i giorni. La risposta dello stato è stata sangue e persecuzione, al fine di mantenere l'élite del potere come sempre. Una vera soluzione politica e sociale non è mai stata nei loro programmi. Il recente accordo di pace con le FARC non è stato attuato nemmeno del 10%. La terra è ancora nelle mani di poche famiglie, l'istruzione e la salute continuano ad essere un affare totalmente redditizio per i governi del giorno, l'aumento delle tasse continua ad aumentare e il salario diminuisce. Sarà necessario ripensare, quindi, in che termini la pace è stata pensata e pensata,

A causa della sensibilità di ciò che è accaduto, non vogliamo martellare nelle menti di coloro che ci leggono, né creare un'atmosfera di ansia di fronte al nostro discorso. Ci rammarichiamo per la morte di questo conflitto armato, in cui gli sfruttati sono sempre quelli che perdono: prestare attenzione alle famiglie degli uccisi e le loro condizioni economiche, dove i media hanno mostrato le loro condizioni materiali in città e villaggi colombiani. Quei giovani hanno visto l'uscita per entrare nell'istituzione della polizia per sostenere finanziariamente le loro famiglie. Tuttavia, per chiunque è un segreto che volevano anche appartenere alla guerra e approfittarne. Senza dubbio, è un "attacco contro i giovani", come pure la continua violazione dei diritti umani durante i giorni della mobilitazione degli studenti;

Deploriamo questo fatto di dolore nei confronti delle famiglie e dei parenti del defunto. Rifiutiamo fortemente questo evento, in cui non c'è stato alcun guadagno politico o militare da parte delle persone dietro gli eventi.

Ora, dobbiamo interrogarci sul destino della Colombia in una imminente escalation del conflitto armato, della repressione e della persecuzione a un altro livello per i leader e il movimento sociale in generale, e allo stesso modo, riteniamo il governo nazionale responsabile di ciò che verrà. Ma, poiché non abbiamo mai voluto che la fortuna decidesse, ci autorizziamo con le condizioni per proporre e mobilitarsi per una vita dignitosa, in modo che non ci saranno mai giovani tra le fila di qualsiasi esercito o forza repressiva; cosicché i suoi sogni e i nostri - chiaramente - servano il popolo da qualsiasi occupazione o mestiere, ma mai più come attori armati.

Speriamo che la solidarietà e il sentimento di sostegno da parte dei media e della popolazione in generale saranno altrettanto fervidi quando si tratta di assumere l'omicidio sistematico di leader sociali e atti di violenza contro le comunità.

Gruppo di studenti anarchici

Link correlato: https://grupoestudiantilanarquista.wordpress.com/2019/01/20/solidaridad-para-con-las-victimas-todas-las-victimas/

https://www.anarkismo.net/article/31272
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it