A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #289 - Dam Caussade: un progetto arcaico becco in acqua (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Thu, 27 Dec 2018 07:33:38 +0200


Il conflitto tra gli agricoltori irrigatori e le associazioni di protezione ambientale, nel contesto del deficit delle risorse idriche, ha appena raggiunto un punto finale con una decisione giudiziaria del 13 novembre, che rifiuta di autorizzare il progetto di diga di Caussade (Tarn-et-Garonne). ---- Il prefetto coordinatore spartiacque Adour-Garonne Eppure allarmista: " Lo squilibrio nei fiumi si stima ad oggi tra i 200 milioni e 250 milioni di metri cubi all'anno. Aumenterà nei prossimi anni a causa dei cambiamenti climatici. Potrebbe essere tra 1 miliardo e 1,2 miliardi di metri cubi nel 2050. " [1]" Il livello delle spese fatte per usi diversi non è più compatibile con l'obiettivo di mantenimento di basse portate d'acqua su misura per gli obiettivi funzionamento degli ecosistemi acquatici " , osserva lo stesso prefetto ... soprattutto quando l'irrigazione degli agricoltori consuma il 75% dei prelievi d'acqua in estate !

Il progetto della diga di Caussade - un bacino idrico di 20 ettari, destinato a immagazzinare 920.000 m 3 d'acqua per irrigare 356 ettari - sembra proprio come il progetto Sivens (Tarn), poiché presenta le stesse irregolarità e lo stesso danno ambientale: la distruzione di dozzine di specie protette, la distruzione delle zone umide, il saccheggio di uno degli ultimi flussi nell'area che ha mantenuto uno stato ecologico notevole.

Rilasci ambientali
" Non è più possibile costruire un'ennesima diga per irrigare colture che non sono adattate alla reale disponibilità di risorse idriche", ha protestato France Nature Environment (FNE). Una vera riflessione deve aver luogo per cambiare il modello agricolo: è necessario rendere le culture compatibili con le risorse idriche disponibili. " [2]

La prefettura di Lot-et-Garonne aveva dato il 29 giugno il via libera per la costruzione della nuova diga Caussade. FNE e Sepanso [3]hanno quindi presentato ricorso al tribunale amministrativo di Bordeaux. E con una lettera congiunta, i ministri dell'agricoltura e della transizione ecologica hanno chiesto al prefetto di annullare l'autorizzazione del lavoro. [4]Pensiero fatto il 15 ottobre.

Nel 100% dei contadini , il giornale del Coordinamento rurale (a destra) Lot-et-Garonne, il suo presidente, Patrick Franken protestò: " Non accetteremo che da Parigi, Bordeaux, Tolosa, la gente fuori terra decidere ciò che è buono o ciò che non va bene per Lot-et-Garonne " . Ma alla fine, il Coordinamento rurale ha semplicemente fatto causa alla decisione di annullare il decreto prefettizio.

In un ordine del 13 novembre, il tribunale amministrativo di Bordeaux ha respinto questa richiesta. Tuttavia, La Dépêche ha notato nella sua edizione del 22 novembre che il Coordinamento rurale affermava di aver avviato " semplici lavori di sviluppo della strada per consentire alle macchine di accedere al sito quando il nuovo ordine verrà effettuato nelle prossime settimane. Una posizione insostenibile per lungo tempo, come sembra ovvio, anche ai non addetti ai lavori, che le macchine attualmente sul posto non stiano disegnando una strada, ma scavare un freno[...]. Così Il risultato sembra inevitabile: lo Stato o giustizia interverrà per fermare l'attività sul sito " .

Paul (AL 47)

[1] Reporterre, 6 novembre 2018

[2] Comunicato di France Nature Environment del 20 settembre 2018

[3] Federazione delle società per lo studio, la protezione e la gestione della natura nel sud-ovest

[4] L'invio del 5 ottobre 2018

http://www.alternativelibertaire.org/?Barrage-de-Caussade-Un-projet-archaique-le-bec-dans-l-eau
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it