A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) US, black rose fed: POTERE POPOLARE IN TEMPI DI REAZIONE: STRATEGIA PER LA LOTTA SOCIALE (ca) [traduzione automatica]

Date Mon, 17 Dec 2018 11:06:40 +0200


Nota editoriale: questo articolo è uno sviluppo e un aggiornamento del documento strategico e dell'analisi " Under Trump and Beyond " che abbiamo pubblicato alla fine del 2017 e mira a catturare una panoramica dei nostri dibattiti e conclusioni interne durante l'anno passato. Perché queste conversazioni hanno iniziato alla vigilia della nostra Convention nazionale ai primi di agosto, non siamo riusciti a incorporare alcuni degli eventi più recenti, in particolare l'analisi femminista nella dichiarazione " Kavanaugh e un movimento femminista che lotta per porre fine il capitalismo " e questo fa uso dell'articolo " Un movimento femminista per porre fine al capitalismo, parte I (Parte II in arrivo). Raccomandiamo di leggere questi articoli oltre a questo. #PowerFrom #CreatePopularPower

Potere popolare in tempi di reazione: strategia per la lotta sociale
Documento di strategia e analisi / Analisi di congiunzioni

Preparato dai membri del comitato di analisi e strategia BRRN e approvato dai membri.

Versione inglese di questo documento

Scarica una versione PDF di questo documento: spagnolo / inglese

L'anno scorso, in " Under Trump and beyond: potere e contropotere", Sosteniamo che la classe dirigente degli Stati Uniti E 'in piena crisi politica destabilizzante, che produce un crescente politicizzazione e polarizzazione in tutto il paese, oltre al regime di Trump è sia un sintomo e la causa delle divisioni attuali che appaiono in cima alla catena alimentare politica. In risposta alla comparsa di Trump, notiamo che i movimenti sociali, in particolare quelli guidati dalla "sinistra istituzionale" (sindacati aziendali non profit, etc.), sono state caratterizzate da trincea, riformismo militante e una drastica girare verso la politica elettorale. In questo contesto, evidenziamo il potenziale crescente di avanzare verso una visione e una strategia socialista libertaria orientata ai bisogni e ai desideri del movimento attuale.

In questo follow-up Sotto Trump e oltre, per breve tempo si segnalano i recenti espressioni delle tendenze dominanti che caratterizzano il paesaggio sociale, politica ed economica, e che delineano una guida strategica per creare il potere popolare e dei movimenti sociali in movimento verso il socialismo libertario. La nostra argomentazione è semplice: dobbiamo passare da "protesta" per creare potere popolare. Definiamo il potere popolare come la creazione di istituzioni e organizzazioni indipendenti appartenenti alla classe operaia per combattere la supremazia bianca, il patriarcato e il capitalismo. Che si tratti di luoghi di lavoro, quartieri, prigioni o scuole, la creazione di organizzazioni su questi siti può aiutare i movimenti a creare potere e trasformare l'attuale ondata di politiche di destra.

Potenza in alto
Nel campo della politica internazionale, Trump ha rappresentato una battuta d'arresto gigantesca per la leadership globale degli Stati Uniti. In un gran numero di aree strategiche, come l'America Latina, il Medio Oriente, l'Africa, l'Europa e l'Asia, il ruolo degli Stati Uniti Come leader globale in economia, diplomazia e aspetti militari è in declino (anche se è ancora in cima). Probabilmente non c'è posto migliore per mostrare questo che l'Europa, dove la leadership degli Stati Uniti nella NATO e nel G7 è in grave pericolo. A volte, questo può aprire la porta ai movimenti antimilitaristi, come nel caso del processo di pace in Corea. Ma questo può anche essere pericoloso, per esempio in Siria, dove Trump ha permesso orribili atrocità da parte di Assad e dell'alleato degli Stati Uniti, la Turchia.

In molte di queste azioni, scopriamo che il comportamento dell'amministrazione Trump è inspiegabile. Ad esempio, nella guerra commerciale emergente contro la Cina, il Canada e le potenze europee, l'imposizione di $ 34 miliardi di protezioni tariffarie mette in discussione il vecchio consenso delle élite sul commercio mondiale. Con questo movimento, l'amministrazione Trump ha fatto infuriare molti potenti settori aziendali della società americana, che affrontano la possibilità di perdere miliardi di dollari e sono stati espliciti nella loro opposizione alle tariffe commerciali. Non è chiaro il motivo per cui questo non sia stato sufficiente per fermare questa politica, così come non sono stati chiari i motivi che l'hanno generato sin dall'inizio. La Cina appare come un potere economico che inizia a competere con gli Stati Uniti, anche se in termini di capacità militare, gli Stati Uniti supera di gran lunga il resto del mondo. Le tariffe potrebbero essere un modo per contrastare l'ascesa economica della Cina o un movimento ideologico e razzista per il quale i fattori economici sono meno significativi. Ad ogni modo, la misura indica una leadership altamente imprevedibile e anticonformista, ed è per questo che molti liberali della classe dominante sono inflessibili nella necessità di licenziare Trump.

Nel campo della politica nazionale, le posizioni di Trump, indipendentemente da quanto siano insopportabili, sono rimaste principalmente nell'ambito della pratica neoliberale dell'amministrazione statale. Continua a invertire lo stato del New DealKeynesiano, come Obama e Bush prima di lui. L'amministrazione ha abbandonato numerose protezioni ambientali, del lavoro e dei diritti civili. Nelle priorità di bilancio, l'amministrazione Trump ha concesso al Pentagono la più grande priorità di finanziamento mai vista, superando anche le richieste degli organizzatori militari statunitensi, e allo stesso tempo imponendo e proponendo alcuni dei tagli nei servizi questioni sociali più severe degli ultimi tempi riducendo al contempo le tasse sui molto ricchi. Ad esempio, i programmi di base dello stato del New Deal, come la sicurezza sociale e Medicaid sono in grave pericolo. Nel frattempo, l'amministrazione Trump ha designato una serie di elementi semicriminal che sono stati costretti a dimettersi, e alcuni come Dinesh D'Souza e lo sceriffo Joe Arpaio sono stati personalmente perdonato dal presidente.

Con tutto ciò, sembra che l'amministrazione di Trump si preoccupi molto poco della funzione di "legittimazione" dello stato, che è un ruolo fondamentale del governo per sviluppare un supporto per i centri stabiliti di autorità e capitale. Invece, sta rafforzando e ampliando gli elementi autoritari dedicati alla violenza. I due migliori esempi di ciò sono la politica di detenzione e separazione delle famiglie imposta dal consigliere di Trump, Stephen Miller, e il divieto musulmano recentemente approvato dalla Corte Suprema. Queste misure risultarono essere motivo di grande allarme per la classe dirigente liberale, ma in questo caso sono delle fortificazioni delle politiche di Obamae altri centristi. Questa mancanza di legittimità e di corruzione diffusa all'interno della sua amministrazione potrebbe portare al suo licenziamento. Le recenti accuse e condanne di collaboratori vicini a Trump aumentano questa probabilità. Se questi scandali si spostano verso la miseria, sarà un test importante per la resilienza costituzionale delle istituzioni di governo liberali e sarà importante osservarli da vicino.

Un'altra possibile alterazione all'orizzonte è la possibilità di destabilizzazione economica e depressione. Mentre la classe capitalista e il settore delle imprese stanno sfruttando la loro ricchezza, il resto del paese non si riprese mai dalla crisi finanziaria del 2008. Questa dinamica fa eco disuguaglianza economica e le tensioni degli anni 1920 che hanno portato al crollo storico mercato del 1929 e la successiva depressione. Nessuno può prevedere il futuro, ma all'orizzonte ci sono segnali preoccupanti, come il rallentamento del mercato immobiliare e il "ribaltamento" dei tassi di interesse obbligazionari, che potrebbe significare problemi per gli investimenti a lungo termine. Se si verifica una recessione o depressione, cambierebbe in modo significativo lo scenario organizzativo prima di noi.

Lo stato del potere popolare
I movimenti sociali sono stati disorientati e hanno risposto nel modo in cui abbiamo delineato nel nostro documento strategico Under Trump e oltre il 2017. Movimenti sociali negli Stati Uniti sono relativamente deboli se esaminati da una prospettiva internazionale. Ciò significa che i movimenti locali devono essere organizzati in un modo molto più basilare di quelli di altri paesi per sviluppare una capacità di mobilitazione e responsabilizzazione. Tuttavia, con l'elezione di Trump, i movimenti sono diventati più cauti e hanno reindirizzato i loro sforzi verso le campagne elettorali.

Molti movimenti sono stati forzati o volontariamente hanno optato per una posizione difensiva. Ciò è particolarmente vero per la "sinistra istituzionale": sindacati, organizzazioni senza scopo di lucro e tutti coloro che hanno interessi istituzionali che proteggono e preservano. I sindacati, in particolare, hanno agito goffamente in risposta a considerevoli minacce esistenziali, come il recente fallimento del caso Janus e l'offensiva dichiarata da gruppi di imprese molto grandi e ben finanziati. Altre ONG non sono state in grado o disposte a rispondere al clamore per più attivismo e resistenza contro Trump. Ad esempio, in organizzazioni come ACLU, la sua "appartenenza è cresciuta da 400.000 a 1,84 milioni finora durante il corso della presidenza Trump. E mentre normalmente ricevono in media $ 3 a $ 5 milioni all'anno nel corso dei primi 15 mesi intensi, si è alzato quasi $ 120 milioni di dollari attraverso donazioni online ". Tuttavia, quella crescita non si è tradotta nel potere necessario per resistere a Trump e alla sua versione autoritaria del neoliberismo.

Per avere movimenti sociali più dinamici, il momento attuale riflette un pacchetto misto. Nel 2016, molti movimenti sociali, tra cui l'attivismo ambientale, il movimento BLM e altri, stavano salendo. L'impeto è decisamente cambiato rispetto a Trump, ma questo non è il caso di tutti i movimenti. Ad esempio, due movimenti di azione diretta drastici e potenti sono emersi all'ombra di Trump, il movimento #MeToo e il movimento studentesco Parkland contro la violenza armata. Entrambi mostrano il potere drastico dei movimenti di azione diretta che ruggiscono le masse e si concentrano sul potere. Per #MeToo, diversi uomini potenti, molti dei quali datori di lavoro, hanno visto la fine della loro carriera prodotti di campagne sui social media contro violenza sessuale e violenza sessuale. Per gli studenti in un parco, le proteste nazionali (la prima ondata di scioperi scolastici e le azioni di disturbo, nessuno sforzo pusillanimi appropriata dai democratici) costretto importanti figure repubblicani a cambiare la sua posizione sulle armi e, in Florida, ad emanare un certo riforme modeste sebbene in definitiva reazionarie. Questi sono esattamente il tipo di mobilitazioni che abbiamo previsto come riformismo militante, poiché l'opposizione popolare supera i confini istituzionali e costringe un cambiamento legislativo e sociale entro limiti liberali molto ristretti. di emanare alcune riforme modeste se in ultima analisi reazionarie. Questi sono esattamente il tipo di mobilitazioni che abbiamo previsto come riformismo militante, poiché l'opposizione popolare supera i confini istituzionali e costringe un cambiamento legislativo e sociale entro limiti liberali molto ristretti. di emanare alcune riforme modeste se in ultima analisi reazionarie. Questi sono esattamente il tipo di mobilitazioni che abbiamo previsto come riformismo militante, poiché l'opposizione popolare supera i confini istituzionali e costringe un cambiamento legislativo e sociale entro limiti liberali molto ristretti.

Questi sforzi hanno anche subito dirottato le loro forme di protesta più militante e dirompente contro i canali elettorali, sia all'interno che all'esterno del Partito Democratico. A sinistra, il più grande fenomeno qui è l'emergere di socialisti democratici d'America (socialisti democratici d'America), un'organizzazione politica che attualmente registra una base di 50.000 membri e influenzano in modo significativo la strategia e la direzione del movimento, e che porta le persone agli sforzi elettorali. La sua vittoria più grande è stata la recente vittoria elettorale primaria e di successo di Alessandria Ocasio Cortez nel Queens, New York, un democratico che ha sconfitto radicata in carica e ha vinto un seggio alla Camera dei rappresentanti. Ci sono anche sforzi tra liberali e elementi progressisti per aumentare l'organizzazione elettorale. L'esempio più noto in questo settore è l'iniziativa del fondatore della BLM e leader del movimento, Alicia Garza, di sviluppare unLa base nera degli elettori si chiamava Black Futures Lab, che già sponsorizzava il suo primo candidato Ilhan Omar, in sostituzione di Keith Ellison nel Minnesota. Speriamo di vedere più di queste svolte verso l'elettoralismo e considerarle come un importante passo indietro per la strategia dei movimenti sociali per ragioni che abbiamo già spiegato in altri articoli.

Tuttavia, lo sviluppo più significativo e sorprendente dello scorso anno per i movimenti sociali è stato l'emergere di un movimento militante di insegnanti senza posizioni elevate.. Questo movimento merita uno studio più dettagliato dalla nostra organizzazione, ma ha ottenuto risultati impossibili in un periodo molto breve, ei membri di BRRN hanno partecipato attivamente ai processi organizzativi. La cosa più notevole è che attraverso l'azione sul posto di lavoro, scioperi, interruzioni del lavoro e congedi medici, gli insegnanti hanno forzato il raggiungimento di importanti guadagni, come aumenti salariali del 20% e un'espansione dei finanziamenti statali per le scuole, piegando la mano di alcuni dei legislatori e degli amministratori repubblicani più reazionari nel paese. È anche degno di nota il fatto che abbiano raggiunto tutto questo organizzando se stessi sia all'interno che all'esterno della loro leadership sindacale, poiché a volte lo hanno preso in combattimento e in altri momenti hanno dovuto eludere completamente la leadership e votare contro le raccomandazioni ufficiali di conciliazione. Hanno creato potere al di fuori dei canali stabiliti, hanno usato piccole azioni per sviluppare scioperi che erano significativi e di fatto hanno chiuso i loro luoghi di lavoro. Un altro esempio di militanza operaia è ilSindacato dei lavoratori di Burgerville , la prima unione di fast food negli Stati Uniti organizzata da militanti senza alte cariche. Ancora una volta, i membri di BRRN rimangono attivi qui e il loro approccio mette in evidenza la strategia fallita dei grandi sindacati e delle ONG. Un aspetto dell'organizzazione senza alte posizioni che rappresenta una grande vittoria per i lavoratori è la fiducia che essi sviluppano quando realizzano il potenziale del loro potere e che possono vincere. Questi sviluppi rappresentano un progresso importante e un modello a cui dovremmo ricorrere quando organizziamo noi stessi.

Un movimento che merita di essere menzionato sono le reti profonde e in crescita dell'organizzazione degli immigrati. Che si tratti di militanza senza alte posizioni sul posto di lavoro o attraverso la difesa diretta contro le deportazioni, gli organizzatori stanno lavorando per rafforzare le comunità di immigrati. La potente politica di separazione delle famiglie di Trump è stata creata sulle politiche di detenzione delle famiglie dell'era Obama e ha spianato gran parte di questo rifiuto popolare. Ma ancora una volta, le grandi mobilitazioni delle ONG hanno raccolto risultati deludenti, in cui l'azione diretta sul terreno sta avendo un impatto molto maggiore. Un esempio che potremmo sottolineare è il People's Assembly in Koreatown (KPA)da Los Angeles, un progetto che i membri di BRRN stanno aiutando ad organizzare. Il KPA ha utilizzato una tecnologia che consente loro di rispondere, allertare e mobilitare rapidamente i membri della comunità in risposta all'attività ICE, come incursioni e arresti. In questo caso c'è una connessione alla detenzione di massa, e ancora una volta i membri della BRRN sono coinvolti nell'organizzazione dello storico sciopero carcerario nell'agosto di quest'anno e nella creazione di connessioni con gli immigrati detenuti.nei centri di espulsione corporativa. È attraverso queste campagne partecipative, l'organizzazione sul campo e l'azione diretta, che possiamo contrastare l'ondata di tendenze della destra nella politica statunitense. Nel frattempo, gli sforzi legati alla sinistra istituzionale non riescono ad affrontare adeguatamente questa sfida.

Strategia pratica per creare potere popolare
La nostra visione di creare potere popolare sia per fermare l'avanzata della destra sia per creare un cambiamento trasformativo per costruire la società socialista libertaria è descritta di seguito. Proponiamo una strategia che si concentra sulla creazione di organizzazioni e istituzioni popolari di controllo della comunità. La creazione del potere popolare mira a sviluppare organizzazioni autonome per le persone della classe operaia e gestite da loro stessi al fine di raggiungere il loro potere politico, in contrasto con il potere negoziato tra coloro che controllano la scena politica dello stato e che è diretto da personale qualificato. In ogni settore, significa che dobbiamo organizzarci; questo implica lo sviluppo di piccoli nuclei di organizzatori, partecipare con movimenti in un contesto di azione diretta e ridimensionare questi progetti a una partecipazione massiccia. Ci sono passaggi aggiuntivi dopo questo che sono necessari, per esempio, creare strutture organizzative che sono sufficientemente resiliente e flessibile per rimanere orientata alle masse, pur mantenendo un carattere combattivo, ma per ora ci si concentrerà su attività militante locale e come creare il potere popolare.

Negli ultimi 18 mesi abbiamo ascoltato un crescente appello affinché i movimenti sociali passassero "dalle proteste alla politica". Normalmente, questo significa che le dimostrazioni di strada di #BlackLivesMatter o organizzazioni antifasciste hanno un'efficacia limitata e che per fare cambiamenti duraturi, gli attivisti devono organizzarsi nelle campagne elettorali per sostenere i politici progressisti convenzionali. In questo, non siamo d'accordo nel fondamentale. Mentre condividiamo le critiche all'attivismo e ai limiti delle mobilitazioni, sosteniamo che passare all'elettorale è una battuta d'arresto perché non crea il potere indipendente di cui abbiamo bisogno per vincere.

Invece, proponiamo che i movimenti sociali sviluppino il tremendo potere delle proteste attraverso un'organizzazione più profonda e più ampia in diversi settori sociali. In effetti, BRRN sta considerando l'adozione di una strategia settoriale come base per il nostro lavoro organizzativo. Vediamo i settori sociali come le persone, le relazioni sociali e le istituzioni che definiscono le nostre vite e le nostre esperienze. Ad esempio, il lavoro è un settore sociale molto importante, un luogo in cui trascorriamo la maggior parte delle nostre vite adulte, in cui generiamo profitti per i capitalisti e abbiamo stabilito reti sociali e interessi collettivi. Altri settori organizzativi che abbiamo identificato sono i quartieri, le carceri e le istituzioni carcerarie, e con gli studenti e l'istruzione. Ciascuno di questi settori è un luogo di potere, e i movimenti possono passare da mobilitazioni disconnesse all'organizzazione in questi settori per creare potere popolare. Identifichiamo anche la necessità di evidenziare la natura intersettoriale e intersettoriale della lotta sociale e del potere sociale.

Aspetti di base dell'organizzazione
Per qualsiasi cosa il tuo movimento funzioni, creare potere popolare significa organizzare. Questo è il processo di unire le persone per creare un impatto sui problemi che li riguardano. Il nostro modello deriva dall'organizzazione del lavoro e prevede la costituzione di un comitato organizzativo per l'azione collettiva. Il comitato può essere piccolo, tra tre e venti persone, ma con un'enfasi sull'organizzazione e sull'azione dirompenti, può avere un grande impatto. Con un comitato, gli organizzatori possono attrarre sempre più persone all'azione politica e pianificare una campagna di azione diretta incentrata sul potere prevalente di ottenere concessioni. Con successo in questo settore, questi progetti possono intensificare la partecipazione a mobilitazioni di massa e azioni collettive dirette, come scioperi, sit-in o disobbedienza civile,

Questa parte dell'organizzazione chiamiamo "strati politici" e stiamo valutando di adottarla come un quadro strategico formale. Qui vediamo tre livelli di organizzazione dei movimenti sociali, dallo strato politico allo strato intermedio e allo strato massiccio. Il livello politico è funzione di partiti e organizzazioni politiche come BRRN, nonché di organizzazioni che hanno chiari principi e obiettivi politici. Nello schema precedente, l'organizzazione di un comitato si svolge nello strato intermedio, una classificazione con obiettivi o tattiche vagamente condivisi e un'attenzione particolare allo sviluppo di organizzazioni e movimenti nello strato di massa. Troviamo che questa ripartizione aiuta a chiarire e organizzare i nostri compiti per sostenere e mantenere l'organizzazione dei movimenti sociali e un cambiamento trasformativo.

conclusioni
Con l'analisi dei livelli settoriali e politici, abbiamo ancora molte domande persistenti e c'è stato un importante dibattito interno sulla nostra adozione di questi quadri strategici. Molte delle domande riguardano ciò che è stato lasciato fuori, quali sono le intersezioni con l'identità e l'oppressione sociale e come possiamo usarle per organizzarci. Per il momento, sosteniamo che l'organizzazione all'interno dei luoghi di lavoro, dei quartieri, delle scuole e dove siamo imprigionati può aiutare a spostare i movimenti "dalle proteste alla politica", ma a una politica diversa, non basata sul sostegno ai politici e costruisci istituzioni del capitalismo, della supremazia bianca, del patriarcato e dello status quo. Invece di quanto sopra,

Le fratture nella parte superiore offrono opportunità per creare energia dal basso. È nostro dovere approfittare di queste opportunità e promuovere i movimenti per la liberazione.

Se sei interessato a più materiale di analisi, ti consigliamo il documento Low Trump e oltre: Power e counterpower . Se sei interessato a più materiale di "Anarchismo 101", ti consigliamo l'articolo " Chi sono gli anarchici e cos'è l'anarchismo? "Podcast o con Mark Bray, autore di Antifa: un manuale antifascista e un membro del Black Rose / Rosa Negra, pubblicato nel Rivoluzionaria Radio Sinistra . Non rimarrai deluso!

http://blackrosefed.org/poder-popular-en-tiempos-de-reaccion/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it