A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #287 - Network " Radical pedagogies ": quali cento fiorini collettivi (en, fr, pt (ca)[traduzione automatica]

Date Sat, 20 Oct 2018 07:49:59 +0300


Nata nell'estate 2018, la rete Radical Pedagogies propone di collegare gruppi di ricercatori e insegnanti. ---- La nozione di " pedagogia radicale " è talvolta usato negli Stati Uniti per indicare un insieme di correnti come pedagogia critica, femminista, queer, decolonial, soluzioni pedagogiche eco-educativi ... Questi si trovano soprattutto nella continuità del lavoro di Filosofo e pedagogo brasiliano Paulo Freire. [1] ---- Questi sono pedagogie stessi l'obiettivo di consapevolezza - Vale a dire, per aumentare la consapevolezza della dimensione sistemica - le disuguaglianze sociali e la discriminazione: classismo, il sessismo, il razzismo, LGBTQIphobies, handiphobie ... Le soluzioni pedagogiche radicali comprendono anche pedagogia anti-discriminazione, che mira ad evitare la riproduzione delle disuguaglianze sociali e della discriminazione nelle pratiche pedagogiche. [2]Nei circoli militanti, parliamo piuttosto di pedagogia anti-oppressione.

Infine, le pedagogie radicali mirano a sviluppare l'empowerment degli studenti e le capacità di azione collettiva al fine di lottare per la giustizia sociale.

Nascita e scopo della rete
La rete di pedagogia radicale è nata su iniziativa del Bell Hooks / Paulo Freire Institute [3], del centro di documentazione digitale francese Paulo Freire [4]e dell'IRESMO [5]. È stato presto raggiunto da Aggiornamento Hist-Geo , il sito web per un'educazione popolare alla trasformazione sociale e l' eguaglianza collettiva SVT .

L'obiettivo della rete è quello di collegare gruppi che desiderano sviluppare pedagogie radicali, sia nel campo dell'istruzione popolare, della scuola, della formazione associativa o militante.

Diversi membri della rete presenteranno anche questo e le sue attività in corsi di istruzione e sindacati. Per coloro che desiderano le attività di rete, è possibile ricevere gratuitamente la newsletter di Iresmo e Istituto Bell ganci / Paulo Freire.

Per coloro che vogliono saperne di più sulle pedagogie radicali, è possibile fare riferimento al centro risorse digitale francese Paulo Freire, che pubblica testi pubblicati da Paulo Freire in francese negli anni 1960-1970 in riviste specializzate. o altrove.

Sui siti Web Classi e Iresmo ci sono articoli regolari su questi argomenti che affrontano sia le questioni pratiche che quelle teoriche delle pedagogie radicali. È anche possibile leggere regolarmente le cronache sulla pedagogia critica nella School Chronicles Site Nonfiction.fr e sul quotidiano svizzero Le Courrier.

Per un libro introduttivo sull'opera e le pedagogie critiche di Paulo Freire, è possibile fare riferimento a Paulo Freire, Pedagogue of the Oppressed. Per insegnanti, formatori e formatori, è anche possibile leggere: Brevary degli insegnanti [6]che contiene elementi riguardanti il pensiero pedagogico di Paulo Freire. È anche possibile evidenziare la recente traduzione di alcuni dei testi educativi di Bell Hooks nel libro Rencontres radicales [7].

Nel gennaio 2019 sembrano edizioni Agone una nota della Fondazione Copernico, soluzioni pedagogiche critici dal titolo, che è un lavoro collettivo che presenta diversi aspetti e pratiche di pedagogia critica in Francia.

Gli obiettivi di una rete pedagogie radicale è quello di promuovere l'emergere in Europa di collettivo francese di pedagogie radicali che mettono insieme le persone che vogliono sviluppare una riflessione su questi temi, sia in materia di istruzione pubblica o l'istituzione scolastica .

Questi collettivi possono essere strutturati attorno a un campo disciplinare, come già avviene per la geo-storia o SVT. Ma possono anche essere organizzati per vicinanza professionale e geografica tra persone che lavorano insieme in una scuola, ad esempio.

World Social Forum of Critical Education
Per i collettivi che vogliono iniziare, l'ideale è anche quello di creare un sito Web e strumenti per la diffusione elettronica delle informazioni. Ciò promuove la condivisione delle risorse create da ciascuno.

L'obiettivo è organizzare incontri francesi di pedagogia radicale in cui ognuno possa venire a presentare il suo lavoro più ampiamente a un pubblico interessato a pedagogia radicale.

Per coloro che vogliono creare gruppi di pedagogie radicali e aderire alla rete, è possibile contattare Iresmo. Ogni organizzazione è indipendente, ma deve rispettare i valori della rete: combattere le disuguaglianze sociali e la discriminazione.

L'istituto di Bell Hooks / Istituto Paulo Freire in connessione con l'Paulo Freire del Brasile e la rete Unifreire in diversi paesi e regioni del mondo: Portogallo, Italia, Spagna, Germania, Regno Unito, Regno Unito, Canada, Messico ...

Una delle prospettive dell'Istituto bell hooks / Paulo Freire e la rete pedagogie radicali sarà organizzata in connessione con l'Unifreire un " Forum sociale mondiale di educazione critica " in Francia per consentire l'incontro tra educatori radicali e critici di diversi paesi del mondo.

Nel giugno 2018, una prefigurazione di questo evento si è già svolta con la conferenza internazionale Emancipatory Pedagogies che si è svolta a Parigi in quattro lingue di lavoro: inglese, spagnolo, francese e portoghese.

Irene Pereira

[1] Pereira Irene, Paulo Freire, Educatrice degli oppressi , Parigi, Libertalia, 2018.

[2] Sito web di autoapprendimento: pedagogia anti-discriminazione

[3] Sito dell'istituto dei campanelli ? Paulo Freire

[4] Sito web del centro risorse digitale francese Paulo Freire

[5] IRESMO: Istituto di ricerca, studio e formazione sul sindacalismo e sui movimenti sociali

[6] Pereira Irene, Breviario Insegnanti , Parigi, Editions du Croquant, 2018

[7] Altamimi, M., Dor, T., GuénifSouilamas, N., radicali incontri. Per i dialoghi decoloniali , Cambourakis, 2018

http://www.alternativelibertaire.org/?Reseau-Pedagogies-radicales-que-fleurissent-cent-collectifs
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it