A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) ATENEO LIBERTARIO: VIALE MONZA 255 - MILANO (MM1 PRECOTTO) - VENERDI' 28 SETTEMBRE 2018

Date Sat, 29 Sep 2018 09:56:01 +0300


ALLE ORE 21.00 -- Cineforum Anti Clericale -- MAGDALENE -- Peter Mullan, 2002 -- "Preghiera, colazione, preghiera, lavoro, preghiera, lavoro, cena, preghiera" ---- Irlanda, 1964. La storia di Margaret, Rose e Bernadette, tre ragazze costrette a lasciare la loro libera quotidianità per essere imprigionate nel cattolicissimo inferno di un istituto femminile, al fine di espiare i loro 'peccati mortali': la prima è stata violentata dal cugino, la seconda ha partorito un figlio fuori dal matrimonio, mentre la bellezza della terza ‘provoca' troppo i ragazzi. ---- Le giovani protagoniste del film ne rappresentano migliaia, più di 30.000 nel corso di 150 anni, considerate abomini di peccato e motivo di pubblico scandalo dalle loro famiglie e dalla bigotta società irlandese del XX secolo. Forzate dalle famiglie ad entrare nelle cosiddette
Magdalene Laundries, istituti gestiti da suore e sacerdoti cattolici, al
fine di espiare le loro ‘condotte deplorevoli', attraverso preghiera,
penitenza e lavoro, al fine di ‘riabilitarle', al fine di ‘reintegrarle'
- fatto più unico che raro - nella cattolico-puritana e patriarcale
società irlandese.
Le 'lavanderie delle Maddalene' erano luoghi in cui vigeva il silenzio:
silenzio sulle violenze fisiche e verbali e sui soprusi da parte delle
autorità religiose, silenzio sullo sfruttamento della manodopera
delle operaie-lavandaie che, non essendo retribuita, assicurava
lauti guadagni agli istituti.
Amministrato e tutelato a pieno titol dalla Chiesa cattolica,
del modello di casa di rieducazione delle "ragazze perdute"
si hanno tracce in Canada, Australia e Inghilterra.
Nella sola Irlanda tra i clienti delle lavanderie vi erano Áras an
Uachtaráin (residenza del Presidente della Repubblica), la
megafabbrica della Guinness, il teatro Gaiety, l'ospedale Dr
Steevens', la Bank of Ireland, il Ministero della Difesa, il Ministero
dell'Agricoltura, CIÉ (azienda nazionale dei trasporti pubblici).
E il silenzio dura ancora, anche se la tragedia delle lavoranti-
prigioniere segregate dal clero è di dominio pubblico: è il silenzio
della Chiesa verso i crimini compiuti in quelle lavanderie della
vergogna, simbolo di una tradizione che non ha intenzione di
cambiare rotta, simbolo dell'aberrante pensiero cattolico che
vorrebbe precludere alla donna qualunque modello che non sia quello
di madre e di moglie.

http://federazione-anarchica-milanese-fai.noblogs.org
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it