A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #286 - Sindacalismo internazionale: un panorama da vedere chiaramente (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Mon, 24 Sep 2018 08:59:24 +0300


Sindacalismo internazionale: questo è un oggetto misterioso per la maggior parte dei membri del sindacato ! Acronimi sconosciuti, strutture distanti, meccani linguistici con azioni erroneamente identificate oltre i tradizionali slogan internazionalisti ... Come sono organizzati i diversi movimenti sindacali a livello mondiale ? Cosa stanno facendo concretamente ? Questo mese, un panorama completo per capire meglio, prima di affrontare il prossimo mese, la domanda: " Cosa fare lì dentro ? " ---- Christian (periferia AL Paris-Southeast) ---- Confederazione internazionale dei sindacati ---- RIFORMISTA MASTODONTE ---- Fondato nel 2006, l'ITUC è l'organizzazione con il maggior numero di membri del sindacato fino ad oggi: 331 organizzazioni in 163 paesi, con 207 milioni di membri. Ma questo copre realtà molto diverse a seconda del paese ; in Francia, per esempio, CGT, CFDT, FO e CFTC sono membri del CSI.

La CIS fornisce supporto alle organizzazioni membri che affrontano la repressione e la negazione delle libertà sindacali. Supporta campagne " generaliste " su temi che i rivoluzionari possono condividere - giustizia climatica, eliminazione della schiavitù ... - ma non organizza azioni dirette come scioperi, dimostrazioni, ecc., Considerando che è responsabilità delle strutture nazionali dei membri, da un lato, e delle federazioni settoriali internazionali, dall'altro. Questi ultimi non sono membri in quanto tali dell'ITUC, ma collaborano, in particolare attraverso il raggruppamento Global Unions (Global-unions.org).

La CSI est à la fois le lieu d'un syndicalisme convenu et hautement bureaucratisé, et un moyen de rencontrer des syndicats de toutes les régions du monde, certaines aux orientations et pratiques radicales. En vue du 4e congrès mondial de la CSI, qui se tiendra en décembre 2018 à Copenhague, la CGT française soutient la candidature au secrétariat général de l'actuelle responsable de la CGIL (Italie), Susana Camusso, dont l'élection serait présentée comme un «tournant à gauche»... Les communistes libertaires d'AL/FDCA (Italie) et bien d'au­tres syndicalistes de ce pays pourraient expliquer avec force exemples en quoi l'éventuel tournant serait bien modéré, avec cette digne bureaucrate, aussi conciliante avec le patronat qu'intraitable avec ses oppositions internes.

www.ituc-csi.org

Confederazione europea dei sindacati
INNOVATO NELLA TECNOCRAZIA

La CES non è organicamente collegata alla CIS, che ha un proprio settore regionale per l'Europa. La sua creazione nel 1973, la sua esistenza e il suo funzionamento sono infatti strettamente collegati all'Unione europea. La sua politica è di accompagnare il sistema capitalista, di regolarlo, senza mettere in discussione la sua esistenza. L'azione di reclamo non è affatto una priorità. " A poco a poco, v'è una deriva verso la pratica unione CES che è più di lobbying e di rappresentanza che il calcestruzzo e l'azione " deplorato Philippe Martinez prima che il comitato esecutivo confederale della CGT, 3 luglio. Il rapporto è corretto ... ma contrariamente alle sue parole, non c'è nulla di nuovo !

La CES ha alcune organizzazioni in cui intervengono i comunisti libertari, come la CGT in Francia o la CGIL in Italia. La nostra corrente, e più in generale i sindacalisti rivoluzionari, non pesa sugli orientamenti nazionali di queste confederazioni sindacali, ma è influente in alcuni sindacati o strutture interprofessionali che li compongono.

Le affiliate alla CES sono costituite da 85 organizzazioni di 36 paesi e 10 federazioni professionali europee. Alcuni sono sia la federazione settoriale della CES sia la struttura europea di un professionista internazionale. Ad esempio, l'ETF è la federazione dei trasporti della CES, ma anche la struttura europea dell'ITF, una federazione internazionale dei trasporti molto più vecchia e combattiva della CES.

www.etuc.org

Piattaforma dei sindacati delle nazioni senza stato
ANTICOLONIALISMO E LOTTA DI CLASSE
Questa rete riunisce i sindacati di classe, indipendenti dai partiti, combattendo contro la globalizzazione capitalista e associando la liberazione sociale e la liberazione nazionale. Come molti motivi per essere interessati, per i comunisti libertari, e cercare di promuovere il dialogo tra queste organizzazioni e sindacati in cui noi investi.es.

Una dozzina di affiliati - tutti provenienti da regioni dipendenti dagli stati europei - hanno partecipato all'ultima riunione internazionale del 2015 in Italia. E 'stato il LAB Paesi Baschi, ma anche del sindacato di maggioranza nella loro area di STC in Corsica, l'UTG Guyana, UGTG in Guadalupa, nella USTKE Kanaky, o altri come Intersindical CSC (Catalogna) e il CUT (Galizia) sono anche membri della FSM, e alcuni altri sindacati debolmente stabiliti.

La rete di social forum, il Global Labour Institute
PATRIMONIO DELL'ALTERMONDIALISMO

Se il processo del Forum sociale europeo (FSE) è fallito da Istanbul nel 2010, quello dei Forum sociali mondiali (WSF) continua. Questi grandi raduni sono di reale interesse per i sindacati solo se fanno parte di un lavoro internazionale a lungo termine, regolare, sia professionale che professionale.

In Europa, le principali forze sindacali investite nei forum sociali sono Solidaires (Francia), FSU (Francia), CSC (Belgio), ESK (Paesi Baschi), IAC (Catalogna), la Confederación Intersindical (Stato spagnolo). Altre organizzazioni partecipano, come la CGT (Francia), la FGTB (Belgio) e diversi sindacati nell'Europa dell'Est alla ricerca di contatti internazionali. A livello europeo, reti come Altersummit o Blockupy riuniscono sostanzialmente le stesse organizzazioni.

All'intersezione delle strutture e delle reti sindacali internazionali, possiamo individuare il Global Labour Institute (GLI), il cui collegamento con l'educazione popolare è un'altra caratteristica. Il progetto GLI si basa anche sulla ricerca di una maggiore efficienza per le federazioni settoriali internazionali. Solidaires e CGT sono state le parti interessate nell'incontro francese del 2017.

www.globallabour.info/fr

Rete sindacale internazionale di solidarietà e lotte
ALLE CROSSROAD DELLE COMBATTIVE

L'RSISL esiste in quanto tale da marzo 2013. La sua creazione è il risultato di un lavoro congiunto tra Union Syndicale Solidaires (Francia, sindacato " alternativo "), il Centrale Syndicale e le Conlutas popolari (Brasile, molto legate alle correnti trotskisti, tra cui " Morenoites ") e la CGT (stato spagnolo, anarco-sindacalista), 3 e forza sindacale nella penisola iberica.

La Rete è aperta alle confederazioni e ai sindacati interprofessionali, alle federazioni professionali, ai sindacati locali o ai sindacati, nonché alle tendenze sindacali. Ciò rende possibile prendere in considerazione le correnti combattive esistenti all'interno dei centri sindacali che sono quasi uniche in alcuni paesi.

La partecipazione alla rete è basata su una chiamata di cui anticapitalista contenuti, ambientalista, femminista, autogestione, antirazzista, anticolonialista, ecc è molto chiaro. È firmato da sessanta organizzazioni tra cui la CUB e SI-Cobas (Italia), BO (Haiti), UNT (Salvador), RMT (trasporti, Gran Bretagna), CSPF-FGTB (ferrovia, Belgio) CGATA (Algeria), Sinaltrainal-CUT (cibo, Colombia), CUPW-CUPW (post, Canada), CGT (Burkina Faso), FGPTT-UGTT (post, Tunisia) PPSWU (post, Palestina), K PRI (Indonesia ) ... In Francia, oltre a Solidaires, CNT-SO e CNT-F, sono presenti trend come Émancipation e CSR.

L'iscrizione a RSISL non è esclusiva. Pertanto, all'interno di essa si trovano anche membri della CSI, la WFTU, la Coordinazione rossa e nera o senza altre affiliazioni.

La rete funziona su tre assi:

solidarietà per sostenere le lotte o contro la repressione ;
il rafforzamento delle reti settoriali per ancorare l'internazionalismo nel sindacalismo quotidiano (rete ferroviaria senza frontiere, call center, sanità, Amazon, automobile, ecc.) ;
riflessione su temi considerati prioritari: autogestione, controllo dei lavoratori ; diritti delle donne ; migrazioni ; repressione contro i movimenti sociali ; colonialismo.
www.laboursolidarity.org

Coordinazione dell'unione rossa e nera
LA RIFERIMENTO ANARCHO-SINDICALISTA

Questo coordinamento riunisce organizzazioni che rivendicano anarco-sindacalismo: CGT e Solidaridad Obrera (Stato spagnolo), SAC (Svezia), USI (Italia), CNT-F (Francia) e IP (Polonia). Tutti - a parte SAC - sono anche membri dell'International Union Network of Solidarity and Struggle. Esiste anche l'ESE (Grecia) o il BIROC-IWW (Gran Bretagna) che, di fatto, detiene un gruppo più affine rispetto all'organizzazione sindacale. La CGT spagnola porta la maggior parte di questo coordinamento.

Il Coordinamento dei sindacati rosso e nero a volte pubblica materiale comune in diverse lingue, ma la debole attuazione della maggior parte delle organizzazioni membri nelle aziende limita la sua capacità di condurre vere campagne internazionali o di pesare nel movimento sociale europeo.

www.redblack.org

Federazione mondiale dei sindacati
ACCOPPIAMENTO CURIOSO SYNDICALO-ETTATIST

Fondata nel 1945, la WFTU era una volta il sindacato internazionale a Mosca. Già indebolito dalle crisi del blocco comunista (esclusione dei sindacati jugoslavi nel 1950, cinese nel 1966, partenza della CGIL italiana nel 1975), è notevolmente diminuito negli anni '90 dalla disgregazione del blocco sovietico. Subì poi la defezione dei sindacati di stato che, nell'Est, formarono la spina dorsale e le unioni filo-comuniste dell'Occidente che, come la CGT, si riposizionarono.

Oggi, la WFTU ha tre tipi di organizzazioni.

Primo tipo, il più solido: i sindacati ufficiali degli stati dittatoriali (Iran, Siria, Vietnam, Cuba, Corea del Nord ...) che hanno un sindacato che il nome, e sono in effetti organi di vigilanza di classe lavoratore al servizio del potere.
Secondo tipo: organizzazioni segnate dalla nostalgia per l'Unione Sovietica, come la tendenza PAME (Grecia), BTC (Brasile) e, in Francia, la federazione CGT dell'agrobusiness.
Terzo Tipo: le organizzazioni che aderiscono al FSM soprattutto rifiutando la Confederazione internazionale dei sindacati (CES e per l'Europa) come COSATU (Sud Africa), LAB (Paesi Baschi), alcune federazioni della CGTP (Portogallo), USB (Italia) o RMT (Gran Bretagna). In Francia, le federazioni CGT di Chimica e del Commercio, l'UD 13 e 94, per esempio, fanno parte delle strutture che hanno aderito al WSF per questo motivo ha avviato il processo di farlo.
La situazione del FSM è paradossale in quanto al suo interno i sindacati lotta di classe veramente sono associati con la collaborazione di classe di organizzazioni che sostengono regimi operativi che negano le libertà sindacali.

Prossimo congresso confederale della CGT francese nel marzo 2019, il rumore del " Ritorno al FSM " potrebbe essere agitata da correnti di opposizione stalinista, per mancanza di una reale alternativa alla direzione di orientamento Martinez.

www.wftucentral.org

Associazione internazionale dei lavoratori
SPIRALE AUTODESTRUTTIVA

L'AIT è stato fondato nel 1922 da solide organizzazioni sindacali rivoluzionarie (e successivamente anarco-sindacalisti) che rifiutano la tutela sovietica. Tra questi: il CNT (Stato spagnolo), il FAUD (Germania), l'USI (Italia), il SAC (Svezia), il Fora (Argentina) ... La maggior parte sono stati spezzati dal fascismo negli anni '30 e hanno sopravvissuto in esilio.

Dopo la guerra, l'AIT ha svolto un ruolo nella ricostruzione dell'anarco-sindacalismo nel mondo ma, negli anni '90, ha sperimentato una deriva dogmatica e settaria, che collegava scismi e scomuniche. Tanto che esiste oggi solo attorno a piccoli gruppi anarchici in Norvegia, Francia, Italia, Polonia, Russia, Portogallo e Gran Bretagna. L'unica organizzazione degna di questo nome è FAU-IAA, attiva nei movimenti sociali in Germania, anche se su scala modesta. Persino lo storico CNT (Stato spagnolo) è stato escluso dall'AIT per qualsiasi deviazione dottrinale, e ora sta valutando la possibilità di ricostruire un nuovo AIT.

www.iwa-ait.org

http://www.alternativelibertaire.org/?Syndicalisme-international-Un-panorama-pour-y-voir-clair
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it