A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #285 - Rojava: sicurezza e giustizia locale (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Fri, 21 Sep 2018 09:15:54 +0300


Nella Federazione democratica della Siria settentrionale, il sistema di polizia e giustizia è organizzato in maniera federalista: è quindi sempre a favore del livello più piccolo per risolvere le controversie. ---- La polizia di base è composta dalle forze di difesa civile (HPC), composte da volontari eletti dal villaggio, dal quartiere o almeno dalla comunità di prossimità. L'idea è che una forza di sicurezza composta da persone conosciute e approvate dalla comunità possa mantenere il rispetto e la comprensione reciproci essenziali per la risoluzione dei conflitti. Prima di ottenere un'arma, tutti devono riuscire ad allenarsi nel femminismo e nella risoluzione nonviolenta dei conflitti.
Tutte le altre forze di sicurezza civile sono basate sullo stesso modello, sia Asayish (pagato, sorvegliano edifici pubblici e checkpoint), Trafik Polis (sicurezza stradale) e Jin Asayish ( unisex , fornisce protezione alle case delle donne e si occupa della violenza contro le donne).

Al primo livello giudiziario ci sono le " commissioni per la pace e il consenso " formate da 7 membri del comune per cercare di risolvere reati e conflitti minori. Un comitato femminile non misto si occupa esclusivamente dei diritti delle donne, violenza domestica, sessismo, divorzi e affidamento dei figli.

Se la pena di morte è stata abolita, le prigioni esistono ancora. Nel settembre 2015, Amnesty International ha contato circa 400 detenuti, la maggior parte dei quali erano legati a Daesh.

Seguendo il principio della giustizia riparatoria, le carceri propongono di dialogare vittime e perpetratori di violenza, con l'obiettivo di reintegrarli e di ricreare il tessuto sociale dilaniato dalla guerra civile.

Gli altri articoli del file:
Editoriale: sicurezza senza la sicurezza
Riforma giudiziaria: verso la robotizzazione del tribunale ?
Europa: la fortezza è anche una prigione
Stati Uniti: incatenato alla storia degli schiavi
Grande Fratello: una vera partnership pubblico-privata
Storia: la polizia a volte, la giustizia da nessuna parte
Chiapas / Zapatistas: riparando piuttosto che chiudendo
Pratiche: affrontare la violenza di genere in un ambiente militante
Tratta l'abuso sessuale attraverso l'educazione femminista
E i " pericolosi pazzi " ? E gli " psicopatici " ?

http://www.alternativelibertaire.org/?securite-et-justice-de-proximite
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it