A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) [Francia] La radio senza Dio, senza padroni e senza pubblicità per più di trent'anni Di ANA (ca, en, pt) [traduzione automatica]

Date Mon, 3 Sep 2018 09:28:33 +0300


Storia di Radio Libertaire , la voce della Federazione anarchica ---- Una radio anarchica sulle onde FM? La scommessa potrebbe essere sembrata una sfida ... E lo è ancora! Il 1 ° settembre 1981 Radio Libertaire , la radio della Federazione anarchica (FA), emise la sua prima voce a Parigi e nei sobborghi. ---- Fedele ai suoi impegni originari, Radio Libertaire non ha mai smesso di lottare per la libertà delle onde, rivendicando la sua autonomia nei confronti dello Stato e rifiutando di entrare nel sistema delle radio commerciali, di radio ben dotate. ---- Grazie all'aiuto dei suoi ascoltatori, è stata in grado di rimanere una vera radio libera "senza dio, senza padroni e senza pubblicità". ---- Nulla, tuttavia, è stato vinto in anticipo, e Radio Libertaire dovrà guadagnarsi il diritto di emettere tra mille difficoltà e nonostante la repressione e le manovre dello stato.

Fu il Congresso della Federazione anarchica che, nel maggio 1981, firmò il certificato di nascita di Radio Libertaire . Dopo lunghi e contraddittori dibattiti, questo congresso accettò all'unanimità l'idea di lanciare una radio che sarebbe stata l'organo della FA. Questa radio non aveva ancora un nome, nessun segnale di chiamata, nessun progetto reale, nessun host e, per il suo lancio, un budget di 15.000 F! Nessun membro del Congresso in quel momento avrebbe potuto prevedere la sequenza degli eventi, tranne che, all'inizio, l'anarchia sarebbe di nuovo nell'aria. Come nel 1921, quando i ribelli di Kronstadt lanciarono messaggi radio; come nel 1936 in Spagna con Radio CNT-FAI, o quando gli anarchici parteciparono al movimento free-to-air in Francia alla fine degli anni '70, tra cui Radio Trottoir (Tolone) e Radio Alarm i cui animatori erano membri della Federazione anarchica.

Era il 1 ° settembre 1981, alle sei del pomeriggio, in uno scantinato umido sul monte Montmartre che iniziò l'avventura radiofonica. E in modo molto rudimentale, in condizioni precarie, sfidando le leggi della radio: uno studio di 12 metri quadrati con un armamentario di attrezzature per il recupero, un mini-team di sei persone. Prime chiamate da ascoltatori, lettere dei primi ascoltatori ... e la prima interferenza!

Nel frattempo, molti ex prigionieri della radio libera stavano installando studi di fascia alta per conquistare la torta futura delle onde FM. Lo spirito delle radio libere ha già iniziato ad agonizzare, vittima dell'appetito finanziario di alcuni funzionari delle radio ex-pirati. Nell'agosto del 1983, i socialisti misero fine all '"ondata di anarchia", confiscando molti trasmettitori, tra cui Radio Libertaire . Il 28 agosto alle 5:40 del mattino, il CRS (Republican Security Companies) apparve di fronte alle strutture di Radio Libertaire . Hanno sfondato la porta, raccolto tutto il materiale. Gli animatori sono stati interrogati e arrestati, il cavo dell'antenna e il pilastro sono stati tagliati. Né la porta blindata, né i numerosi ascoltatori presenti, potrebbero impedire la presa della nostra radio. I socialisti, allora al potere con i loro alleati del Partito comunista francese, non hanno certamente valutato correttamente la nostra risoluzione, tanto meno la solidarietà che migliaia di ascoltatori ci hanno mostrato negli ultimi due anni. Due anni di costruzione, giorno dopo giorno, di legami solidi e amichevoli tra Radio Libertaire e il suo pubblico. La risposta è stata immediata. E impressionante. Il suo aspetto più importante fu, il 3 settembre 1983, una manifestazione di 5.000 persone e la ritrasmissione di Radio Libertaire .

I momenti intensi e caldi erano così numerosi, le torsioni così frequenti che è impossibile riportare in un articolo: i gala, la congestione delle "radio-soldi", i problemi con il potere, l'ottenimento della deroga, le manifestazioni ... si può disegnare , attraverso questi eventi, la cronologia di date importanti nella storia di Radio Libertaire . Il più importante, infatti, non può essere scritto. Questa è la storia quotidiana e collettiva di Radio Libertaire , che tutti abbiamo, ascoltatori e animatori, dalle trame. Queste sono decine di migliaia di ore di trasmissione, di comunicazioni telefoniche, che hanno generato corrispondenza, scambi e riunioni. Radio Libertaire è stata costruita nel tempo. Tutti hanno portato la loro pietra: la loro voce, la loro conoscenza, la loro competenza, la loro energia. Radio Libertaire , è anche questo ascoltatore che porta un microfono (può essergli utile); questo lascia il tuo biglietto da visita (sono un elettricista, se ti serve ...); questo è andato in pensione (sono malato, e tu sai che il mio pensionamento è magro ... ma vieni a mangiare un giorno.); questo cieco che, grazie agli annunci di mutuo sostegno, può camminare in tandem (bicicletta di due posti) sul campo con una giovane donna ... e riporta i fiori sul sedile della radio; Tutte queste lettere raggiungono la 145, Amelot Street, per sostenere, porre domande, incoraggiare, suggerire, informare, criticare. Quando una rivista, un'associazione, un individuo, un sindacato, la Federazione anarchica, questi telefoni vengono scambiati, gli incontri segnati, queste reti vengono create e rinforzate.

L'identità culturale della stazione è stata costruita nel tempo. I primi animatori hanno portato i loro album in studio e hanno fatto conoscere a migliaia di persone, artisti come Debronckart Fanon, Servat, Gribouille, Jonas, Utgé-Royo, Aurenche Capart e molti altri. Nel 1982 è venuto così naturalmente nelle nostre onde un'altra canzone che abbiamo sentito negli squat , al margine del sistema: rock alternativo. Poi altre canzoni hanno trovato il loro posto in Radio Libertaire: jazz, blues, folk, musica industriale, rap, reggae. Ovviamente, altri artisti hanno incontrato la radio che ha aperto a molte forme di espressione: fumetti, arti visive, teatro, letteratura, cinema ...

Radio Anarchist Radio Libertaire , tuttavia, ha aperto i suoi microfoni ai suoi amici: anarcossindicalistas della CNT o altri sindacati, Free Thinkers, Pacifist Union, Esperantist, Human Rights League. E ancora una volta nella vita quotidiana, nelle lotte e negli incontri, viene costruita l'intera apertura naturale di Radio Libertaire al movimento sociale: lavoratori in sciopero, disoccupati, senzatetto, occupanti, antirazzisti, ecologisti, refrattari, esuli, ex detenuti ... Si verificano sequestri della crisi e il lavoro quotidiano di Radio Libertaire è disturbato dall'esigenza del momento. È il movimento studentesco del 1986, e Radio Libertaire diventa la radio del movimento: rapporti per le strade, tavole rotonde in studio, antenna aperta a testimoniare la violenza della polizia, agit-proppermanente . La Guerra del Golfo esplode e Radio Libertaire diventa la radio "anti-guerra" che fa eco a tutto il RL, che annuncia ora raduni, raduni, riunioni dei comitati di quartiere e propone dibattiti e analisi. Altrettanto naturale è che in questi caldi momenti Radio Libertaire trova la sua vera dimensione di radio di lotta. A Radio Libertaire ci sono anche mille ragioni per cui gli ascoltatori si preoccupano, attaccano, protestano contro le imperfezioni tecniche oi commenti che trovano essere incongruenti, provocatori, troppo riformatori o troppo radicali. Ma è soprattutto, speriamo, motivi per scoprire il piacere del dibattito, della lotta e delle idee libertarie. Controversie ... Affascinazioni ... E va bene! In un mondo mercantilizzato, disumanizzato e spettacolare, dove il capitalismo trionfante schiaccia uomini e donne, o pensando, come l'economia è standardizzata e globalizzata, Radio Libertaire , con i suoi punti di forza e di debolezza, i suoi difetti e qualità non appare per quello che è: umano ... semplicemente umano?

Radio Libertaire - 89,4 MHz FM

radio-libertaire.net

Contenuto correlato:

https://noticiasanarquistas.noblogs.org/post/2018/08/30/franca-radio-libertaire-comemora-37-anos/

agenzia di stampa anarchico-ana
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it