A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) alas barricadas: Altre voci libertarie dal Nicaragua: "la nostra tendenza anarchica è minoranza, ma non debole o testimonianza" (ca, en) [traduzione automatica]

Date Fri, 24 Aug 2018 10:16:17 +0300


Dopo 4 mesi di proteste in Nicaragua, le notizie arrivano che si stanno allentando e che la repressione si sta intensificando, con nuovi arresti in atto. A metà agosto, a COPEL-Mangua è stata presentata la sana intenzione di estendere le proteste (che sin dall'inizio hanno avuto una forte motivazione anti-repressiva) all'organizzazione all'interno delle carceri: ---- Coordinatore di Presx in Lucha - Managua ---- COPEL Managua twitter: @copelmanagua ---- Alla gente del Nicaragua: ---- Abbiamo ricevuto con gioia la notizia che un nuovo Nicaragua è determinato a portare avanti un processo storico necessario in grado di ispirare un nuovo corso nell'umanità. ---- Nuovi fratelli e sorelle sono venuti nella nostra vita, ci siamo sentiti alienati. Ci hanno fatto credere che fossimo apatici ed egoisti. Abbiamo tutti mobilitato, coscienza e sforzi per rompere le corde di questa realtà soffocante del governo di Ortega-Murillo. Alcuni hanno messo le loro vite in mezzo e ogni giorno li ricordiamo e ci aiutano a non lasciarci vincere. Altri hanno attraversato i presidi e conosciamo la realtà di Chipote. Alcuni di noi sono riusciti ad andarsene, ma non prima che la nostra più intima umanità sia stata contrariata, ci hanno costretti a firmare documenti e rendere dichiarazioni sotto tortura e dopo di ciò continuiamo ad elencare e sappiamo che siamo osservati.

Per i prigionieri politici la nostra arma più potente che possiamo concedere è la solidarietà, poiché il COPEL propone:

La fame colpisce dietro le mura.
Lettere massicce inviate ai prigionieri che mostrano affetto che COPEL renderà pubbliche in modo che sappiano che non sono sole, che abbiamo bisogno di loro, vogliamo toccare le loro mani. Invia immagini, testo e video a copelmanagua@tutanota.de
Accompagna i bisogni delle nostre nuove madri di questo nuovo Nicaragua che non lascia Chipote. Che si sentano al riparo.
#Abajolosmurosdelasprisiones

Anche se Daniel Ortega ha stimolato qualche azione che cerca Mostar impegno per il popolo 's esigenze, come ad esempio l'occupazione di terreni da parte di persone disoccupate (in alcuni casi di proprietà di membri dell'opposizione), numerosi sinistra gruppi che criticano apertamente non solo la sua "gestione" della crisi, ma le sue politiche. In ultima comunicazione della dell'EZLN ( 300 ) menzionano il conflitto in Nicaragua diventa così:

Continuiamo a America Centrale (dove in Nicaragua Shakespeare ristampato, e Macbeth, Daniel e socio Rosario, chiedere: " Chi potrebbe immaginare che il vecchio (Sandino) aveva così tanto sangue nel corpo?" Come si tentano invano di cancellare mani su una bandiera rossa e nera)
* * *
Abbiamo cercato di cercare voci libertarie che ci dessero la loro prospettiva del conflitto. Ecco le risposte da dare noi che hanno partecipato alla protesta movimento universitario e che ci può aiutare ad avere una migliore idea di ciò che sta accadendo in Nicaragua e il ruolo svolto dal / come anarchici.

Il linguaggio che conosciamo limita e cattura i poteri del movimento attuale, ma il rischio di non nominare una tendenza anarchica o un'affinità alle idee libertarie ha causato la negazione dell'esistenza di una corrente vivente all'interno del movimento.

Presentati

Vengo da un paese con pochi abitanti e i dati di identificazione personale non sono un lusso che possiamo permetterci. Vogliono identificarci, hanno un problema che dicono per il regno di Spagna. Bene, quello.

Contatto: amigaseverinas@tutanota.com amigaseverinas@paranoici.org

Come riassumeresti con poche parole cosa sta succedendo in Nicaragua?

Nel momento in cui questo documento è in preparazione, ciò che sta accadendo il governo sta cercando di proiettare verso la galleria internazionale è che la ribellione è stata soffocata. Questa affermazione non è completamente vera, ma non è nemmeno falsa. In questi momenti, per la gioia di buona parte dell'alleanza civica o del tavolo di dialogo, si sta svolgendo un processo di pulizia e ordine. La compagnia privata non può più mantenere la farsa che hanno importato i diritti umani, la loro partecipazione come opposizione era meramente opportunistica. In questo momento quello che sta succedendo in Nicaragua è un doppio risveglio, di cui dobbiamo approfittare è quello che diffida della polizia nazionale, di cui il termine "pesca merda" dà fede e il secondo è quello che indica al COSEP il colpevole del origine e conservazione della brutalità statale.

"[...]negli anni venti di questo secolo, più di un secolo di ribellione popolare è culminato in Nicaragua, tradito quasi sempre dagli oligarchi locali" Carlos Fonseca (l'intelligente, non suo figlio)

La prima fase ha richiesto 10 anni, la seconda prevede un processo di riflessione più approfondito. Se le commissioni popolari improvvisate sanno come organizzarsi come la situazione richiede, potremmo entrare in una fase più complessa, se possibile. Per molti di quelli coinvolti non c'è scelta, non c'è libertà di scelta: o continui a combattere o sei eliminato e non c'è esilio che ti porta lontano abbastanza dal dolore.

Siamo di fronte a un governo di natura liberale - che ha sostenuto il liberalismo - o con un governo che giova al popolo (nonostante la corruzione)?

Il governo del Nicaragua, fino agli eventi di aprile, faceva parte di quella costellazione di autoproclamati governi progressisti (è il termine più trincerato e possiamo vedere che il Nicaragua ha inviato una delegazione di questi Progressive Latin American Meetings). Il termine sinistra è il meno problematico. Se la sinistra fa riferimento al fatto che il partito è una sorta di catalizzatore sociale per l'emancipazione dei lavoratori, non è da sinistra.

In altre parole, siamo di fronte a un governo che, in termini discorsivi, mantiene una sinistra - ala retorica e gli appelli alla storia recente del Nicaragua mentre la pratica della regina pragmatismo di eventuali democrazie rappresentative di partito e nel l' assenza di un contatore il denaro è andato dritto. Questo è evidente contro gli eventi degli ultimi giorni e la sua genesi sarebbe nell'approvazione dell'accordo di libero commercio Cafta-DR (2004) nell'Assemblea nazionale con i voti del blocco sandinista.

Ora, quali sono state le tue politiche sociali ed economiche? Nei migliori piani di ridistribuzione della ricchezza come fame zero nel periodo 2007-2010 che coincide con il primo mandato, l'impegno teorico è stato entusiasmante perché ha dato maggiore rilievo alle donne nella gestione dell'economia familiare. Succede anche che sin dal suo inizio alcuna autonomia è rispettato e non v'è alcun controllo popolare che ha promosso l'opacità di queste risorse, a questo proposito si fa riferimento alla relazione del gruppo Venancia chiamato "Cittadinanza Zero?". Avere le risorse e il sostegno sociale era il momento ideale per considerare almeno la necessità di una riforma agraria in cui le donne avessero un ruolo rinnovato, ma ciò non accadeva, non faceva mai parte dell'agenda del partito. In questo esempio,

Dobbiamo riconoscere che siamo venuti da tre legislature di carattere neoliberale guidate da Violeta Barrios, Arnoldo Aleman e Enrique Bolaños. Questo periodo fu usato per vendere la ferrovia, tagliare a metà i servizi igienici pubblici, ripristinare l'analfabetismo come politica pubblica e obbedire alla parola del nord. I tre precedenti governi sul fronte sandinista non si preoccupavano affatto di creare nuove idee, progetti sociali, alcune persone di età legale non avevano nemmeno una carta d'identità. La più avanguardistica di quelle parti era la loro corruzione, oserei dire che il fronte non ha raggiunto quei livelli di corruzione come deviare i fondi dall'uragano mitch a proprio vantaggio. No, il problema principale sul fronte non è la corruzione, almeno in termini comparativi.

Anche prima degli eventi di aprile, il governo del Nicaragua ha avuto una caratteristica continuistas con precedenti governi neoliberali, ma giocato per riformarli verso modelli di sviluppo e neoextractivistas che diventano visibili alle proteste delle miniere, l'avanzamento della frontiera agricola ed espropriazione di terra per il canale. Questi cambiamenti sono stati presentati come rivoluzione o secondo stadio di rivoluzione quando insistiamo sul fatto che le cause strutturali che generano la depauperizzazione non sono state messe in discussione. Un intero governo socialista!

E ' la pena di dire che la strategia orteguismo è stata fin dall'inizio su l' un lato pacificare le strade con le loro forze di vigilantes e altri commercio di sopra con le imprese e gialli sindacati privati, sempre al passo con i traditori della sua categoria. È facile argomentare quest'ultimo quando vediamo che il terzo nella linea di mandato del governo appena dietro Murillo è Gustavo Porras, per sempre capo del sindacato FNT dal 1984 e attuale presidente dell'Assemblea nazionale.

Dopo gli eventi di aprile che si sono trascinati senza un cessate il fuoco, dobbiamo abbandonare qualsiasi idea di un governo di sinistra o progressista. Quando l'esistenza di persone viene sistematicamente violata e la dissidenza e le loro famiglie sono perseguitate con minacce, coercizione e torture, anche una volta esiliati, ci troviamo di fronte a uno stato totalitario. Diverso da altre democrazie nella regione? È qui che possiamo sbagliare nell'analisi e cadere nella critica della CNN / Telecinco. No, è un modello di governo il cui momento di splendore partecipativo è dato ogni cinque anni. Questo è chiamato democrazia borghese, parlamentarismo liberale ed è completamente paragonabile ad altre forme di governo nella regione. Difficilmente, da un punto di vista anarchico onesto, possiamo distinguere la polizia militare dell'Ordine dell'Honduras nelle strade, l'esercito di Temer in Brasile, il terrorismo di stato in Colombia delle azioni parapolicali / paramilitari del Nicaragua. Quando senti che Daniel Ortega è un dittatore è la scusa perfetta per invitare invasioni straniere, non è un dittatore, è un democratico tanto spregevole come qualsiasi Netanyahu o Jimmy Morales. Servi questo per rivelare il basso livello di percezione della democrazia in termini di comune, quando dall'impero romano si capisce quello stato di eccezione = dittatura. Fortunatamente, per gli anarchici la democrazia rappresentativa e la dittatura sono solo dei modi in cui il dominio viene presentato allo spettacolo. Quando senti che Daniel Ortega è un dittatore è la scusa perfetta per invitare invasioni straniere, non è un dittatore, è un democratico tanto spregevole come qualsiasi Netanyahu o Jimmy Morales. Servi questo per rivelare il basso livello di percezione della democrazia in termini di comune, quando dall'impero romano si capisce quello stato di eccezione = dittatura. Fortunatamente, per gli anarchici la democrazia rappresentativa e la dittatura sono solo dei modi in cui il dominio viene presentato allo spettacolo. Quando senti che Daniel Ortega è un dittatore è la scusa perfetta per invitare invasioni straniere, non è un dittatore, è un democratico tanto spregevole come qualsiasi Netanyahu o Jimmy Morales. Servi questo per rivelare il basso livello di percezione della democrazia in termini di comune, quando dall'impero romano si capisce quello stato di eccezione = dittatura. Fortunatamente, per gli anarchici la democrazia rappresentativa e la dittatura sono solo dei modi in cui il dominio viene presentato allo spettacolo. quando dall'impero romano si comprende quello stato di eccezione = dittatura. Fortunatamente, per gli anarchici la democrazia rappresentativa e la dittatura sono solo dei modi in cui il dominio viene presentato allo spettacolo. quando dall'impero romano si comprende quello stato di eccezione = dittatura. Fortunatamente, per gli anarchici la democrazia rappresentativa e la dittatura sono solo dei modi in cui il dominio viene presentato allo spettacolo.

Quali sono, secondo te, i fattori scatenanti degli eventi?

L'esercizio storicista o fatalista non dovrebbe essere il nostro lavoro o la nostra proiezione. Lascia che gli intellettuali nei loro uffici si dedicano alla riscrittura della storia. A e dice Tiqqun collettive "Tutte le ragioni per fare una rivoluzione ci sono non mancano alcun[...]Tutte le ragioni sono raccolti, ma non sono le ragioni che rendono le rivoluzioni; .. sono i corpi e organi. Sono davanti agli schermi "A volte abbiamo lasciato quegli schermi e siamo passati dallo spettacolo alla ribalta.

Per tornare alla domanda, le radici di impunità dello Stato potrebbero cercare conti coloniali, ma per scopi pratici abbiamo ammettere che le proteste contro la riforma fiscale promosso dal FMI e lede gli interessi della gente e le imprese private si impegna tempo con la liberazione delle forze viventi della società. Ci rendiamo conto che c'è un processo di amplificazione dei fatti dipende il meccanismo di comunicazione di massa antigovernativo Ortega-Murillo che se non avessero aggrovigliato interesse personale in segno di protesta organica non avrebbe avuto lo stesso moltiplicatore lo stesso effetto potenziale o cambiare il cui corso deve ancora essere definito. Non sono le riforme o le marce che iniziano gli eventi ma gli effetti sui corpi dei manifestanti, che né il governo né l'oligarchia possono controllare efficacemente. È sproporzione il fatto fondamentale. In questo senso ed essere onesti è un movimento di cuil'origine è ribelle, non rivoluzionaria. Le manifestazioni hanno segni contraddittori, richieste parziali e persino una componente trasversale che ha appena costruito una proposta politica oltre la critica (necessaria ma insufficiente) dei diritti umani.

Sopra sta conducendo una interrelazioni - crisi borghese in cui il diritto alla presentazione della popolazione si svolge su un lato della dell'oligarchia tradizionale il cui Capo visibile è il COSEP uno e l'altro della nuova borghesia formata dalla generosità venezuelana.Negare l'esistenza di uno di quei partiti e che sono attualmente in contraddizione ci farebbe un cattivo servizio. In un modo velato, il governo ha dichiarato guerra all'opposizione, che in larga misura è lo specchio della borghesia sandinista. Per quanto riguarda questa nuova borghesia, dovremmo ricordare che si sono posizionati in settori chiave come l'energia, la sicurezza privata, il turismo e la finanza. Il caso di alba caruna è un caso da analizzare a fondo in cui il capitale finanziario si traveste da volto umano, quando il destino dei progetti sociali (i non socialisti) raggiunge a malapena un terzo. Con il pretesto dello sviluppo locale chiamato seconda rivoluzione, l'agenzia del capitalismo globalizzato ha luogo.

L'origine della crisi sociale, in fondo, è l'uso sproporzionato della forza per reprimere le manifestazioni che erano debolmente capaci di destabilizzare il governo. A questo punto arriva la riflessione più intensa che dobbiamo fare. Perché la sproporzionalità nell'uso della forza? Perché usare armi letali? In ogni casa di città del Nicaragua, in tutte le analisi la stessa storia con la stessa perplessità è ripetuto, ma solo se ascoltiamo le comunità gruppi tradizionalmente esclusi, come le donne, indigeni, contadini e minatori perplessità diventa evidente. Sono 10 anni che compiono pratiche di assedio, intimidazione e screditamento di quelle identità che per il governo non hanno mai cessato di essere agenti dell'impero. Se un sindacato indipendente reclamava a gran voce la legge dell'outsourcing era un agente dell'impero, se la polizia esercitava atrocità come i crimini delle jaguitas era responsabilità degli agenti destabilizzanti. Vedremo le parole profetiche di donne che facevano parte delle proteste che la sapienza preveggente ha detto in ottobre 2015. "E 'morto Daniel Ortega nella miniera Limon", questo si è verificato nel contesto di proteste chiedendo di proprietà dei diritti del lavoro del complesso B2Gold, se seguiamo il denaro, la produzione di ricchezza e debito troveremo i nostri nemici definitivi.

Anche così, la possibilità di un'articolazione insurrezionale di queste grandezze è stata posta come una possibilità di 10 anni, la nostra tendenza anarchica è una minoranza e nel processo di costruzione di alleanze, ma non debole o testimonianza. Devi ammettere che ci hanno preso. Ma, seguendo questa riflessione e prendendo sul serio la capacità strategica militare-politica di cui gode ancora la salute della leadership del fronte sandinista, nasce una proposta provvisoria del presente, una lettura del presente in senso beniaminiano. Ora era lo scenario migliore per stabilire le basi di uno stato autoritario, con una parte della militanza degli anni '80 ancora viva che associa il volto del partito con la sua storia rivoluzionaria e sono più suscettibili di essere ingannati. La rottura generazionale di un paese demograficamente giovane secondo i calcoli di Murillo potrebbe essere ancora insufficiente, ma è questa rottura generazionale che apre possibilità emancipatrici in cui è richiesta la massima partecipazione popolare. Quando si ascoltano i discorsi dei portavoce del partito, lo slogan di essere un partito più forte viene ripetuto perché sono stati in grado di identificare coloro che veramente dovevano la loro sottomissione e quelli che potevano ancora avere capacità critica. Non è la prima volta nella storia che si verificano questi fenomeni in cui un partito centralista si impegna a fare pulizia all'interno delle proprie fila. Salvando le distanze, ricordiamo la campagna dei cento fiori maoisti e il tradimento bolscevico dei soviet a favore di una struttura di partito.

Allo stato attuale il potere dell'apparato statale ha dimostrato di essere totalmente piegato alla coppia presidenziale, ha ancora sostenitori e soprattutto l'esercito è addomesticata, comprato e costituzionalmente protetto per difendere la sovranità nazionale. In una riforma costituzionale la dottrina della sicurezza democratica in favore della sicurezza sovrana è stata cambiata, il discorso che è un legittimo intervento straniero la partecipazione dell'esercito per difendere la sovranità .

All'interno del partito è stata fondata una nuova compagnia, quella del terrorismo di stato. All'epoca in cui riconosciamo che è una forma abituale in altre democrazie latinoamericane, nordamericane ed europee, ciò che non ha precedenti è la portata e la rapidità della svolta verso un modello a priori non necessario. Qual è la preparazione del capitale locale, regionale e transnazionale che ha bisogno di così tanta militarizzazione?

Che tipo di gruppi hanno guidato le proteste? Chi è in testa?

Il ruolo principale sono le lotte collettive e anonime. Solo dall'intervento della furia popolare si crea una minaccia negoziale stabilita dall'alleanza civica e rappresentata nella tavola di dialogo. Questo tavolo di dialogo serve come parlamento, che delegittima la spazzatura dei cosiddetti partiti zancudo. Ancora non capiamo perché il COSEP, fa parte di quel tavolo quando chi ha forzato un contropotere è stato la stessa gente, inizialmente come movimento studentesco seguito da un massiccio sostegno nei quartieri e in tutti i dipartimenti. Ora, ci sono più leader legittimati a partecipare a quel tavolo di dialogo come il blocco studentesco, i contadini, gli intellettuali e le organizzazioni civili. La maggiore visibilità è stata data in modo sproporzionato alle voci virili e svuotato non solo il contenuto. Coloro che guidano il movimento non li vedranno davanti ai microfoni o alle telecamere, per motivi di sicurezza, strategia, tattica eetica del cappuccio in cui viene ridotta l'importanza degli atti individuali.


Viviamo come bambini perduti le nostre avventure incomplete G. Debord
Questa domanda è la più complicata a cui rispondere dal momento che da parte del governo non c'è fessura in materia di leadership, ma tutto ciò che non è governo è un casino. Se la leadership è la capacità di chiamare, i leader sono auto-nominati. Se la leadership è quella che gestisce la capitale, i leader sono il COSEP. Se la leadership è quella che concede più interviste, può essere dal tedesco Lesther a Doña Chica passando attraverso il flirt di Piero Coen. Le proteste in ogni quartiere hanno delle direttrici che possono essere dette spontanee, ma che ruotano. Se mi chiedi dell'egemonia culturale nelle reti, @mapachejambado ce l' ha, ma dobbiamo considerare che l'accesso a Internet in Nicaragua è il più basso dell'America centrale.

Che cosa sai delle città che, come Masaya, hanno proclamato il loro autogoverno? Potrebbe essere simile ai Comitati popolari della Siria?

esperienze brevi che ha fatto schizzare autonomie a Masaya e Leon sono più somiglianze nella pratica con i consigli di quartiere dell'insurrezione ottobre a Bolivia o shoras iraniani, ma nel nostro caso abbiamo nessun posto vicino gli strumenti militari di quest'ultimo e del tempo scommessa rimane un'uscita civica, cioè senza uso di armi letali.

Furono dati i modi di rapportarsi al margine della capitale il cui obiettivo era la difesa, la pulizia delle strade e il coordinamento delle barricate. Il breve periodo di questa organizzazione spontanea è forse quello che dovremmo più sperare. L'autocritica del perché nel tavolo dell'autogoverno di Masaya era tutto maschile, ma nelle università la partecipazione di donne e di altre forme non egemoniche di genere erano protagoniste.



Vedendo chi guida l'opposizione, c'è qualche possibilità di un cambiamento a sinistra?

C'è una confusione in questo senso, le esperienze di difesa dei quartieri, delle università e delle città attraverso la rimozione delle barricate sono ciò che fa sì che l'orologio abbia inizio. L'opposizione, che è davvero la sovranità nazionale, appartiene al popolo. I nostri referenti sono Doña Chica, la nonna di vandalismo e quelli comunicati al commissario Avellán. È assurdo pensare che qualcuno stia conducendo la madre di Gerald Vázquez, il suo dolore è il nostro dolore, è impossibile abbandonare il combattimento o guidarci. Un'altra cosa molto diversa è chi vuole approfittarsi di noi. Anche se è necessario dire che non esiste un progetto rivoluzionario in termini ideologici, è stato più ribelle.

Il miglior esempio di questa confusione è abitato il corpo di Victor Scuderie, la cui biografia breve invita la sfiducia al massimo grado: prima parte di giovani sandinisti e poi si incontra con senatori e salvadoregno partito ARENA destra. Vediamo se si adatta al prossimo flash di Carlos Fonseca (l'audace, non suo figlio):

"Siamo soli, la causa del Nicaragua è stata abbandonata[...]Il denaro americano, d'altra parte, compra le persone e interpone le influenze per limitare le notizie all'estero; e quell'isolamento ci annienta.[...]Ne avevamo bisogno, non armi o denaro o cartucce, ma supporto morale[...]Siamo stati sopraffatti dal silenzio, dall'isolamento, dalla disperazione di rimanere ignorati ".

SOLO È possibile modificare la sinistra è proprio in grado di articolare un discorso o per dare fuori che gli agricoltori meritano Lóvago. Il diritto è incapace di vedere le complessità che sorgono, di mettersi davanti ai suoi interessi individuali e di agglutinare i desideri di emancipazione. In più di un'occasione queste alleanze hanno avuto risultati che continuiamo a pagare.

Ma se ci si aspetta un purismo senza contraddizioni da questo movimento, saremmo santi o bugiardi. Anche così, molte persone si sentono a disagio e sono arrivate a odiare il termine sinistra. Se essere Ortega deve essere lasciata, se essere il MAS in Bolivia deve essere lasciato, se essere l'uruguaiano Frente Amplio deve essere lasciata sarebbe meglio lasciarci per sempre quel termine viene detto hussita tanto quanto un anacronismo totale.

Il movimento sin dall'inizio pretende di essere autocontenuto, il cui metodo diffida delle istituzioni, precisamente con lo scopo di smascherarle e di opporsi alle pratiche di esclusione e dominio. L'autoconvocado è quello che pone la sua casa come centro di pronto soccorso, il ragazzino che passa l'acqua ai colleghi universitari e così tante persone che vogliono riprendere la vita. In questo senso, Madeleine Caracas ha detto che voleva un nuovo Nicaragua per tornare alla sua produzione di arti plastiche. Questi comportamenti e personalità sono quelli che guidano il cuore dell'insurrezione.

Il tavolo di dialogo è il tentativo di cooptazione di partiti che possono essere in contraddizione con il governo ma non antagonisti se non la partecipazione più autentica del capo contadino Medardo Mairena. Sopra, è una persona a disagio per la tradizionale oligarchia e la nuova oligarchia per la quale per il momento e per mancanza di un altro nome useremo il termine boliburguesía.

La caduta di Ortega, non aprirebbe la strada a un regime peggiore per la gente? Quali opzioni vedi?

"L'obiettivo di ogni insurrezione è diventare irreversibile, diventa irreversibile quando hai sconfitto sia l'autorità che il bisogno di autorità." Il comitato invisibile

Da un lato, ciò che si pone alla caduta di Ortega è un vuoto, ma una volta vista l'implementazione della solidarietà di così tanti settori non c'è paura della libertà. Ci sono quelli che ancora non decidono di sostenerci a causa della paura del disordine, a causa dell'avvento di brutali egoismi o rivendicazioni. Siamo consapevoli di questi problemi e ci tolgono il sonno, ma allo stesso tempo sappiamo che sono pretesti per sostenere la tirannia.

La nostra proposta, è una confederale in cui l'autogoverno ha la priorità, spontaneamente è ciò che è stato provato. Passare dalla sopravvivenza personale della persecuzione e della prigione a un momento di coordinamento delle forze è il lavoro strategico da costruire. Rompere con il discorso in cui un'ipotetica avanzata delle elezioni purificherà magicamente la polizia, l'esercito e smobiliterà le forze d'urto. Creare un consenso che sia almeno antifascista.

Comprendiamo che il sospetto e l'ostruzione degli occhi sono dichiarati dall'esterno, una critica con accompagnamento è sana e positiva. Una delle peggiori uscite è quella che il fratello argentino sta soffrendo. critica Kirchnerista del periodo ha avuto un forte movimento sociale, ma con l'arrivo dei nuovi macrista "politica" che lo stesso movimento sociale annegato per tradimento dei loro capi e vedere come il governo macrista ha portato ad una revisione di ogni politica progressista.

Ecco perché la critica alla corruzione è la critica che ha origine nel discorso meritocratico più liberale. Allo stesso modo, focalizzare tutte le critiche su un risanamento della magistratura in virtù di uno stato giusto ha nella sua origine un pensiero di colui che ha già qualche proprietà da rivendicare. Cosa sarebbe per il lavoratore domestico avere un giudice imparziale se non ha diritti sul lavoro? Orientare sempre verso i diseredati. In questo senso, l'accompagnamento discorsivo dei militanti argentini e brasiliani sarebbe un occhio di riguardo nell'ora del futuro. Noi ululiamo per te La minaccia di un cambio di governo dall'alto invita il fallimento della rivoluzione, il germe del futuro è nel discorso del presente

Quali sono le sfide?

C'è una crisi alimentare che colpisce i più poveri, la sfida immediata è procurarsi il pane per questi settori. Con la persecuzione, il rapimento e l'omicidio, le persone più povere sono particolarmente colpite. È qui che si incontreranno i cristiani autoproclamati, di base, e i sandinisti più onesti, facendo in modo che i bisogni siano soddisfatti attraverso la cooperazione, mano nella mano senza pratiche ecclesiastiche di carità o assistenza istituzionale. In termini generali a breve termine questo processo si svolge in silenzio, invisibile al governo, ai media, ed è tanto tragico quanto prezioso. Non è affatto irragionevole vedere che Masaya sta diventando Sancti Spiritus il cui Valeriano Weyler è il commissario Avellán. È preoccupante che vi sia un accordo tra i media ufficiali e quelli tradizionali per non menzionare questa circostanza. Perché il silenzio di fronte alla fame delle élite? Perché la tradizionale oligarchia si preoccupa meno di tutto e perché la nuova oligarchia teme che sia un benvenuto per quello che Bricmont chiamaImperialismo Umanitario. Pertanto, facendo di sé - la critica, tutta l'opposizione, con tutte le sue tendenze è concentrato il discorso sui diritti umani e di supporto governi della regione, come un esempio paradigmatico sono i continui riferimenti al Ros Lehtinen e sciabola - applausi dentata o massiccia Paula María Bertol all'ONU Errore! Solo le persone salvano la gente, qualsiasi intervento complicherebbe solo la situazione.

Devi anche essere ragionevole, perché più seduzioni di trappole che soggetti come Zayda Hernández e Victor Cuadras hanno avuto o hanno ancora con il nord non significa che decidano l'intervento straniero totale o no, ma se livellano la terra dell'immaginazione collettiva a favore di un "male minore".

Articolare le forze nazionali per rafforzare il discorso di emancipazione e generare proposte senza rischiare la vita. L'invisibilità di autentiche esperienze di base non fa parte dei media ufficiali e occidentali. Ad entrambe le tendenze gli si addice per sovra-rappresentare i singoli soggetti che scommettono per una riforma, per la via parlamentare e per i gruppi di pressione congressisti. Questi media preferiscono presentare l'attenzione sulle voci vuote della volontà virile. Non vogliono che lo facciamo, se questo processo genera simpatia a meno che non si dedichi alla ricerca di simpatia nei movimenti contadini, minerari, indigeni e afro-caraibici. Invita a riconoscere la presenza di un movimento organico e non a giudicare il tutto da una cospirazione imperialista. Credere che l'avanzata di altri poteri come il cinese o il russo di destabilizzare i gringos nel consiglio geopolitico può di per sé migliorare la vita delle lavoratrici nelle zone franche con un revisionismo più semplice. In questo argomento abbiamo lavorato, comprendendo dal punto di vista anarchico la teoria della dipendenza marxista (TDM), il dualismo strutturale e altri concetti che servono come base per la maggiore forza-idea Ortega-Murillo, ovvero che siamo in una Secondo stadio della rivoluzione. Speriamo di poter completare questa analisi. Alcuni di questi ideologi che Ortega-Murillo ha usato incontrarono Deleuze, fumiamo lui. Jerónimo, tu sai chi eri, chi siamo e cosa hai fatto.

Nei circoli di affinità ci chiediamo cosa ne sarà di queste persone che partecipano alla barbarie di stato. Famiglie e amici chiedono giustizia Come trovare giustizia senza cadere nel punitivo (che ci uguaglia e poi ha vinto) o totale amnistia? Prima della vittoria è necessario elaborare una prassi in materia. Ogni precedente teorizzazione è puritana ideologica, qualsiasi mancanza di riflessione collettiva è di cadere in eccessi rivoluzionari.

Alla fine di maggio abbiamo battezzato come Sergio Ramirez nipoti della rivoluzione, ma per tutta la sua analisi ci vede lo stesso modo in cui questo governo: chavalos confusi che non conoscono la storia o non può costruirsi un futuro. Per dire che "siamo i nipoti di una rivoluzione lontana, ma assente in memoria" o "nei geni" noi come i giovani (e meno giovani) che sono fuggiti dai libri, quando in realtà sono sempre stati così vicino a ellxs presenta, nei festival di poesia di Granada, indossa ancora uniformi senza passare per la casa per non perdere nulla. Abbiamo letto il pensiero vivente di Sandino, a volte rubando libri dagli scaffali delle nostre madri, a volte hackerando la pagina dei ricordi di Lasuchasandinista.org. Non pochi di noi conoscono a memoria le poesie Ernesto Cardenal o Gioconda Belli. A quegli intellettuali diciamo loro di ascoltare per primi senza uno strumento nei nostri corpi feriti prima di parlare. Non si sbagliano gli anziani rispettabili, se la guardia oggi punta alla nostra testa è perché portiamo luce e che in qualsiasi momento sarà pericoloso.

"- Sei un repubblicano.
- Repubblicano, sì; ma questa parola non definisce nulla. Res publica significa affari pubblici ... I re sono anche repubblicani. " Proudhon

In un certo senso sentiamo più eredi di Carlos Fonseca (il buono, non lo pseudo-intellettuale di suo figlio) di ciò che il fronte è in questo momento. Carlos non ha mai consigliato una tattica terroristica, seguiamo le sue orme, è l'FSLN che si è allontanato così tanto dal percorso che è diventato il nostro nemico. Per molti versi il pensiero di Carlos Fonseca è ancora valido anche se non siamo eredi della sua sobrietà e del suo cipiglio.

Siamo eredi della primitiva prassi sandinista, aggiungendo il sostegno con il lumpen malconcio a cui Sergio Miranda dedica la sua rabbia. Anche così, dobbiamo imparare dall'errore più bello degli indiani Niquano, non essere d'accordo con i dittatori, quando qualsiasi governo ti parla di pace, fugge. Vogliamo tornare ai nostri pennelli, diventare anonimi per vivere.

La sfida più grande è l'ideologia e l'organizzazione, la formazione di comitati, la femminilizzazione dell'autodifesa. Se comitato suona troppo rococò, è il coccodè, la mandria, le bande di Bonnot, per i Warriors, gruppi nichilisti clandestini, gruppi di sostegno psicologico, le associazioni degli sportivi, armare macchina da guerra contro lo stato-capitale per la modo in cui i club erano precedenti al comune di Parigi.

Siamo in balia degli incontri.

1. Consiglio superiore di impresa privata del Nicaragua. Guarda la conformazione sul tuo sito web .

http://alasbarricadas.org/noticias/node/40570
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it