A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #285 - manutenzione, "Emancipazione" (collettivo femminista di Angers): "Ci sono tanti modi per emanciparsi come persone" (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Mon, 13 Aug 2018 09:33:49 +0300


In un contesto in cui il femminismo occupa il centro del movimento sociale, siamo andati incontro a un collettivo femminista non misto, l'emancipazione, che negli ultimi dieci anni ha combattuto ad Angers contro tutte le forme di discriminazione e oppressione. Per celebrare questi dieci anni, il collettivo aveva organizzato un festival di alta tenuta. Meeting. ---- Puoi presentare il tuo collettivo ? ---- Il collettivo è stato creato nel 2008, su iniziativa dei membri del sindacato Sud Étudiant.es del collegio di lettere e membri dell'Etincelle, luogo militante autodiretto. Un collettivo femminista esisteva già a L'Étincelle, dal 1997, chiamato Émancipation. Il nome ci stava bene, quindi lo abbiamo ritirato. Il collettivo fa parte del femminismo materialista, considerando che una delle basi dello sfruttamento delle donne è economica, in particolare attraverso l'appropriazione della forza lavoro di questi nella sfera privata. In dieci anni di esistenza, il nostro femminismo si è evoluto e si ispira al movimento decoloniale. In un paese culturalmente razzista, il razzismo anti-bianco non esiste, se siamo risolutamente anticapitalisti, il nostro femminismo non passa senza anti-razzismo e lotta decoloniale. Ci piace definirci femministe a favore della scelta,

Perché hai scelto il non-misto ?

Il collettivo è stato mescolato per circa otto anni, ad eccezione di alcuni periodi in cui nessun uomo cisgender attivista[persona il cui genere sentiva corrispondere al suo sesso di nascita, Ed]era presente, ma non appositamente per il desiderio. Questo non ci ha impedito di trovarci in selezionati non-misti senza cisgender. Dopo otto anni, abbiamo voluto sperimentare il totale non-mix tutto il tempo ! Ci siamo posti la domanda: " cosa faremmo se un giorno ci ritrovassimo con più ragazzi che ragazze in una riunione ? Questo ci ha posto un problema. Quindi abbiamo preso la decisione del non-misto, e abbiamo preso un gradimento ...

Come si è evoluto il tuo collettivo in questi dieci anni ?

In dieci anni, il nostro femminismo si è evoluto, anche il contesto politico e sociale. I diritti acquisiti vengono costantemente messi in discussione e la violenza fisica, psicologica e simbolica contro le donne (cis o trans), persone trans, persone razzializzate, persone con disabilità, non-eterosessuali, lavoratori e le lavoratrici del sesso e tutti quelli che dimentichiamo, sopportiamo.

Durante questi dieci anni, abbiamo imparato a creare una solidarietà femminista, a mettere in discussione certi stereotipi imposti dalla norma. Sfortunatamente, siamo pienamente impregnati di questo standard che critichiamo. Ma speriamo che questi dieci anni di discussioni, azioni, concerti, dimostrazioni, incontri, avremo tutti beneficiato.

Nel contesto in cui le idee oppressive sono più disinibite, saremo ancora lì tra dieci anni. Ma prima di partire, era necessaria una piccola festa per il nostro compleanno.

Puoi parlarci un po 'del festival che hai organizzato ?

Dal 17 maggio al 20 maggio, abbiamo organizzato il nostro ennesimo Festival dell'Emancipazione (quasi uno ogni anno per dieci anni) con un programma molto impegnato !

Una conferenza gesticolata ha aperto il festival " Margini dell'universale " di Aurélia Décorté Gonzalez. La stanza era piena e poteva testimoniare l'attraversamento della storia coloniale francese e del sessismo istituzionale, passando dalla " grande " storia alla " piccola " storia.

Sono stati proposti diversi workshop in non-mixed senza cis dudes, come la serigrafia o un autoesame da laboratorio. Quest'ultimo è uno strumento noto agli eventi femministi, a (ri) scoprire singolarmente o l'area sotto la cintura esterna e / o interna cis e non miste e donne trans. Si tratta di reclamare quella parte del nostro corpo, vedere come appare quando lo vogliamo, ridefinendo la nostra normalità. È anche un'opportunità per condividere la conoscenza che tutti noi abbiamo, senza giudizio, possibilmente imparare a definire il nostro stato di buona salute (quello in cui ci sentiamo bene), e quindi, non essere così vulnerabili nel nostro rapporto con la medicina (vedi, conosci, domanda). Era animato da donne cis,

Per non escludere i più giovani, la compagnia L'Echo des ourses ha presentato il suo spettacolo " Max la rage ", per bambini di tutte le età. Uno spuntino che ha permesso loro di discutere con le attrici. È stata proposta anche un'area di proiezione, in cui erano disponibili cinque film, le persone hanno accettato di guardare uno o più film.

Abbiamo anche sentito parlare di una festa sacra ...

In effetti una serata molto musicale è stato progettato con diversi gruppi, Fluba (Ajazz / folk), Swallow (punk / amore freddo) Moulax (electropop addirittura, un po 'di hip-hop e un po' punk) e, infine, il DJ WAKA (anca hop / rap / afrobeat / afrofuturism) da Marsiglia in particolare per noi ! Rilassata, pazza e ondeggiante, la serata è stata l'occasione per festeggiare dieci anni come dovrebbe !

E come è finito tutto ?

Abbiamo finito con un brunch vegano senza uomini cisgender, poi una discussione sul tema "Il femminismo al crocevia delle lotte ". Organizzato in due fasi, la discussione è stata l'occasione per condividere su quello che abbiamo portato noi o potuto portare il femminismo, allora quali sono i freni oggi alle lotte femministe.

Ogni persona arrivata in un momento del festival ha anche avuto l'opportunità di fare una radiomaton, un breve momento per registrare l'argomento della discussione o il festival in generale.

Una mostra sul collettivo di emancipazione, dal primo collettivo nel 1998 fino ad oggi, è stata presentata nel dramma principale del locale, per dare uno sguardo alla storia femminista locale.

Tutto il festival era gratuito, quindi il denaro non è un freno per partecipare. In totale, più di cento persone hanno partecipato al festival. Ringraziamo di nuovo mille volte tutti coloro che hanno accettato di venire, hanno lottato per noi. Esausto ma su una piccola nuvola, abbiamo concluso il fine settimana con la sensazione di " wahouuu, lo rimettiamo ? "

Per tornare a un quadro più generale, quali sono i problemi attuali per il movimento femminista per te ?

Sembra essenziale tenere conto delle varie oppressioni. Le lotte femministe devono cogliere le oppressioni razziste e le classi e l'oppressione specifica che generano. Il concetto di intersezionalità copre perfettamente queste realtà. Le nostre stesse sfide sono necessarie per andare verso un vero cambiamento di mentalità.

Attualmente, il movimento femminista deve mantenere il suo attacco contro le violenze sessiste e sessuali pur rimanendo estremamente vigile nel mantenimento dei diritti già acquisiti, ancora in pericolo.

Quale mezzo di azione sarebbe più probabile spostare le linee secondo te ?

" L'era digitale " offre enormi possibilità di movimento, come abbiamo visto quest'inverno con #balancetonporc, #metoo, abbastanza efficace ! Siamo piuttosto partigiani della propaganda dal fatto ! La rappresentazione delle donne in tutte le sfere della vita pubblica è essenziale, così come le lotte femministe devono interferire ovunque, nei nostri incontri, a casa, nella nostra coppia, nella nostra famiglia, con i nostri amici, al lavoro, ovunque ! Resti si trovano in strada, come le donne dell'8 marzo in Spagna quest'anno [1]. Dobbiamo mostrare la nostra solidarietà e la sororità che ci unisce.

Intervistato da Jon (AL Angers)

e-maildiasporafacebookstampanteTumblrcinguettio
[1] Cfr. L' alternativa libertaria del maggio 2018: " Spagna: come hanno gestito lo sciopero delle donne "
http://www.alternativelibertaire.org/?Entretien-avec-Emancipation-un-collectif-feministe-d-Angers-Il-existe-autant-de
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it