A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #284 - LGBT: Repoliticizzare le Marche dell'orgoglio (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Sat, 23 Jun 2018 07:34:59 +0300


Le marce dell'orgoglio, organizzate durante i mesi di maggio e giugno in molte città, sono tutte occasioni festive e politiche per redigere rapporti sullo stato di oppressione vissuto dalle persone LGBT (Lesbiche, Gay, Bi, Trans ) e per portare rivendicazioni e spostare l'equilibrio del potere.---- Le persone LGBT in Francia soffrono di discriminazione materiale: difficoltà nell'ottenere un lavoro o un alloggio, esclusione da certi circoli sociali, violenza. L'associazione SOS Homophobie pubblica ogni anno una relazione sugli atti omofobi dichiarati in Francia. Nel 2017, e per il secondo anno consecutivo, stanno salendo ! La prova che l'omofobia non sta tornando nel nostro paese. ---- Migranti LGBT a rischio ---- Settantaquattro paesi al mondo penalizzano l'omosessualità e / o la transidentità. In alcuni paesi, è addirittura punibile con la pena di morte. I migranti di questi paesi che arrivano in Francia e hanno bisogno di acquisire lo status di rifugiato vengono maltrattati dall'amministrazione francese. Le storie delle persecuzioni vissute sono estremamente dolorose, ma sempre messe in discussione dalle autorità. Questo è stato il caso del nostro compagno guineano Moussa. Lasciò il suo paese dopo aver visto il suo compagno bruciato vivo. Tuttavia, le autorità francesi volevano rimandarlo indietro ! È solo attraverso la mobilitazione di reti militanti che Moussa è stato in grado di rimanere per il momento, ma ora si sta preparando per essere giudicato. È insopportabile che i migranti migranti e LGBT, che, come altri migranti, siano vittime di bullismo e violenza in Francia, non possano essere accolti. Rimandarli è promettere loro la morte. Dobbiamo accoglierli tutti, come gli altri migranti.

Naturalmente, poiché questa omofobia non è più invisibile, il governo e i reazionari devono dare il cappello agli altri di loro stessi. L'anno in cui gli atti omofobi sono stati più alti è il 2013, quando il Manif for All era al suo apice. Eppure, quelli che sono accusati sono ... i migranti ! Ludovic Pajot, MP FN, ha fatto una dichiarazione in questo senso intitolata " L'enorme immigrazione è responsabile di un'omofobia massiccia ". Si tratta ovviamente di una gigantesca mascherata che serve sia per ignorare l'omofobia francese sia per incolpare donne e uomini migranti. Questo discorso razzista deve essere combattuto.

PMA per tutti
Per resistere agli attacchi reazionari, non si tratta solo di difendersi, bisogna anche fare richieste offensive. L'apertura del diritto alla PMA (procreazione medicalmente assistita) per tutti è un problema importante. Oggi, la PMA può essere effettuata solo in Francia per una coppia eterosessuale. Aprirlo alle coppie lesbiche e alle donne single significa accettare di poter iniziare una famiglia senza la partecipazione di un uomo. Ovviamente, i conservatori si schiereranno contro questa misura che fa parte del programma Macron. La lotta sarà feroce, e non dobbiamo aspettarci molto da questo governo che vuole risparmiare le reazioni !

Nel frattempo, l'Inter-LGBT ha scelto come tema per il marzo di Parigi: " Discriminazione sul tappeto, nello sport come nelle nostre vite ! ". Se ovviamente si tiene conto delle discriminazioni nello sport, ci si potrebbe aspettare che vengano menzionati argomenti più caldi.

La lotta per la PMA e per i diritti delle persone LGBT è una lotta politica. Sarà sulla strada. Devi essere all'offensiva !

Adèle (AL Montreuil)

http://www.alternativelibertaire.org/?LGBT-Pour-repolitiser-les-Marches-des-fiertes
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it