A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #284 - La sopravvivenza dell'umanità in questione ! (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Fri, 22 Jun 2018 08:01:07 +0300


Secondo i rapporti della Piattaforma Science-Policy intergovernativa sulla biodiversità ei servizi ecosistemici ", la biodiversità e il contributo delle popolazioni natura sembrano, a molti, lontano dalla nostra vita quotidiana.[...]Sono al cuore non solo della nostra sopravvivenza, ma anche delle nostre culture, delle nostre identità e della nostra gioia di vivere ". ---- Il significato della biodiversità non è necessariamente compreso da tutti. Ricordiamo innanzitutto che la biodiversità si riferisce alla diversità degli ecosistemi - tutte le piante, gli animali e i microrganismi che interagiscono nella stessa posizione geografica -, le specie animali e vegetali e i geni di individui all'interno della stessa specie. ---- Questa straordinaria ricchezza di forme di vita sul nostro pianeta è in continua evoluzione, si rinnova, si adatta ai cambiamenti climatici e ai dati del suolo fisico-chimico. A volte si verificano crisi biologiche. Sono state registrate cinque massicce estinzioni, durante le quali almeno il 75% delle specie animali e vegetali presenti sulla Terra è scomparso in breve tempo alla scala temporale geologica (alcuni milioni di anni al massimo). Queste estinzioni sono il risultato di gravi disturbi: grande glaciazione ; forte riduzione della concentrazione di ossigeno negli oceani ; impatti meteoriti ; crisi vulcanica ...

L'ultima estinzione, 66 milioni di anni fa, ha provocato la scomparsa di specie animali dominanti - soprattutto dinosauri - e piante, e l'espansione di mammiferi e piante da fiore. Ma oggi, una sesta estinzione di massa è all'opera e la sua origine è innegabilmente legata all'attività umana (vedi articolo di fronte al " Crollo della biodiversità ").

Ciò che viene giocato oggi non è ovviamente la distruzione del pianeta. La vita sulla Terra tocca solo uno strato sottile sulla superficie del pianeta, così come l'acqua di superficie e l'atmosfera. La vita sulla Terra non è realmente minacciata. Dopo questa fase di estinzione, si stabilirà un nuovo equilibrio e permetterà a nuove forme di vita di prosperare. D'altra parte, l'equilibrio delle forme di vita che conosciamo oggi rischia di crollare.

Le produzioni agricole sono minacciate
La conseguenza è ovvia: l'attuale equilibrio della vita ha permesso lo sviluppo dell'agricoltura e l'espansione dell'umanità. Deforestazione, pesca eccessiva, artificializzazione e avvelenamento di suolo e acqua da pesticidi, e oggi l'aumento della crisi climatica ha innescato un collasso della biodiversità. Nei nostri paesi, gli insetti e gli uccelli scompaiono a una velocità vertiginosa, le piante selvatiche scompaiono di numero, la microfauna del suolo, cioè, ciò che li rende vivi, è pessima. Con terreni quasi sterilizzati e l'impollinazione delle piante in difficoltà, la produzione agricola è minacciata. Quindi, la logica produttivista che oggi orchestra le attività umane sta preparando una grande crisi agricola.

Questo scenario non è inevitabile. L'ecologia non può essere un supplemento di anima nelle lotte sociali. È necessario per noi mettere l'antiprofitivismo al centro di tutte le nostre azioni, altrimenti continueremo a scavare la tomba dell'umanità.

Jacques Dubart (AL Nantes)

http://www.alternativelibertaire.org/?La-survie-de-l-humanite-en-question
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it