A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #284 - Biodiversità: estinzione: dinosauri, api e noi (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Wed, 20 Jun 2018 10:28:37 +0300


La logica produttivistica del capitalismo è all'origine del collasso della biodiversità. Per frenare occorrerà allo stesso tempo registrarsi in resistenze concrete, opporsi frontalmente al capitalismo e lavorare in modo che convergenza converga tra lotte sociali e lotte ecologiche. ---- La distruzione di ambienti naturali è la prima causa di scomparsa di specie animali e vegetali. Per tre anni, un centinaio di esperti provenienti da 45 paesi, sotto l'egida di IPBES ( " Science-Policy piattaforma intergovernativa sulla biodiversità ei servizi ecosistemici ") sintetizzati gli studi sulla degradazione degli ambienti naturali ( Mondiale del 26 marzo 2018). La situazione è allarmante: siamo di fronte ad un fenomeno ripartizione generalizzata che colpisce tutte le superfici terrestri. Se meno di un quarto delle aree territoriali ancora sfuggire gli effetti sostanziali delle attività umane, questa percentuale scenderà al 10% nel 2050: deserti per lo più, le zone di montagna, tundra e territori polari.

Gli effetti della distruzione a catena dei pesticidi
L'espansione dell'agricoltura è mirata - " specialmente nelle sue forme più intensive ", ha detto Florent Kohler, che ha partecipato allo sviluppo del rapporto. Indica la " quota sempre più insostenibile delle colture foraggere " per nutrire i bovini occidentali. Gli esempi includono il Brasile, l'Argentina e il Paraguay, dove la deforestazione e l'uso massiccio di glifosato sganciato dall'aria sulle trame di soia GM distruggono la vita delle popolazioni e degli ecosistemi indigeni ( Le Monde du Monde). 26 marzo 2018).

Infine, non è possibile ignorare il massiccio avvelenamento di terreni coltivati da pesticidi versati da prodotti agrochimici. In risposta alle prove accumulate che collegano i neonicotinoidi al declino delle api, la Commissione europea ha lanciato nel 2012 una revisione della letteratura scientifica. Pubblicato nel gennaio 2013, questo documento conclude che i tre prodotti più utilizzati " rappresentano un rischio inaccettabile per le api ". Certamente, sono tutti gli insetti in Europa che sono colpiti e sono regrediti quantitativamente di quasi l'80%, tutte le categorie combinate e di conseguenza uccelli, pesci, anfibi ...

Sono coinvolti anche altri fattori, come il disboscamento, l'estrazione mineraria e petrolifera o l'urbanizzazione eccessiva e incontrollata. Allo stesso modo per il cambiamento climatico quando l'elevazione della temperatura fa territori impropri alla vita per certe piante o animali (vedi articolo sotto cons "Il 6° estinzione di massa").

Cosa fare ?
Lotta contro l'uso di combustibili fossili, lotta contro i giganti agrochimici, lotta contro tutti i principali progetti inutili e imposti (GPII) ... In effetti, non esiste una soluzione al declino della biodiversità senza s ' attaccare il motore del capitalismo: la crescita.

Probabilmente è necessario non dimenticare questa realtà per evitare di accontentarsi di mezze misure che non riescono a tirarci fuori dal solco. Anzi, cosa aspettarsi, per esempio da Nicolas Hulot, ministro francese per la transizione ecologica e solidale, che il 19 maggio 2018, che chiama " alla mobilitazione di tutti, compresi gli attori economici, a lottare contro il collasso del biodiversità . Sarebbe quasi ridicolo se la posta in gioco non fosse così alta.

La lotta è titanica e sarebbe anche peggio essere scoraggiati e non fare nulla. Se la nostra lotta è necessariamente globale per quanto riguarda la posta in gioco, essa sarà incarnata in azioni concrete di resistenza contro tutti questi grandi progetti capitalistici. Sarà anche incarnato in tutte queste esperienze di produzione e consumo in rottura con la globalizzazione dell'agricoltura e il dominio dell'agricoltura da parte delle multinazionali della chimica, sviluppando o sostenendo progetti di produzione locale, i progetti agricoltura biologica. Come estensione di questa logica, il cambiamento del nostro stile di vita rafforzerà questa logica di resistenza e l'affermazione che un'altra forma di vita è possibile.

Opporsi al capitalismo a un'utopia trasformativa è necessario per rafforzare la nostra speranza di vedere un altro mondo nato. I momenti simbolici, come i vertici intergovernativi sulle interruzioni climatiche o il collasso della biodiversità, devono essere usati per promuovere la necessaria rottura con il capitalismo. Alla fine, la crisi della biodiversità che stiamo affrontando ci costringe ad affrontare la questione a livello globale e ad affrontare tutte le nostre lotte settoriali all'interno di questo quadro globale. Troppo spesso, le lotte sociali e le lotte ecologiche sono state contrastate. Troppo spesso i sindacalisti si oppongono alle lotte ambientali in nome della difesa degli interessi dei lavoratori. Nello specchio, le associazioni ecologiche hanno trattato troppo spesso i dipendenti come nemici.

Dobbiamo finire con queste pratiche. Nei nostri sindacati e nelle nostre associazioni di lotta, dobbiamo avere uno slogan trasversale: convergenza di lotte sociali e lotte ecologiche.

Commissione Ecologia AL
http://www.alternativelibertaire.org/?Biodiversite-Extinction-les-dinosaures-les-abeilles-et-nous
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it