A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #284 - Kurdistan: Rendi ancora verde il Rojava: sostenere la rivoluzione ecologica (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Tue, 19 Jun 2018 10:27:52 +0300


Dal 2012, Rojava ha vissuto un'emancipazione politica e sociale, guidata dalla sinistra kurda. È in questo contesto che vengono attuati progetti agricoli ed ecologici per costruire l'autonomia alimentare ed energetica, una questione cruciale per preservare e sviluppare la rivoluzione. ---- Dalla dominazione coloniale francese del Mandato sulla Siria (1920-1946) a quella del regime del partito Baath, il Rojava, un territorio prevalentemente curdo nel nord della Siria, fu sottoposto alle politiche agricole che servivano gli interessi piuttosto che quelli della gente. Monocoltura di grano in Cizirê, oliva in Afrin e una miscela di entrambi in Kobanê. Queste politiche agricole sono state accompagnate da una deforestazione quasi completa ; a tal punto che gli alberi sono stati addirittura vietati, consumando acqua per le colture. È in questa cornice che la municipalità internazionalista di Rojava, che riunisce attivisti che sono venuti per imparare dalla rivoluzione, ha avviato la campagna ecologica " Rendi Rojava Green Again ", Focalizzato principalmente sulla riforestazione in collaborazione con il Comitato ecologico del Cantone di Cizirê. Mentre la rivoluzione di Rojava, iniziata nel 2012, continua con gli slogan della liberazione delle donne, la democratizzazione della società e la convivenza dei popoli all'interno del sistema del confederalismo democratico, quello dell'ecologia. non è ancora stato completamente implementato. La base ideologica del pensiero ecologico del movimento curdo, largamente ispirata a Murray Bookchin e ai principi dell'ecologia sociale, è molto ricca. È seguendo questo passo che sono già stati fatti importanti sforzi per diversificare le colture, per ripiantare zone desertiche di vegetazione o per le vie delle grandi città, e soprattutto per cercare di sviluppare un'autonomia alimentare ed energetica. Ma l'agricoltura, come il resto della flora, rimane soggetta a pericoli meteorologici e alle politiche attive di prosciugamento messe in atto dallo stato turco. Questo, da dighe nel Kurdistan settentrionale o pompe idrauliche sotterranee lungo il confine, riduce significativamente il flusso dell'Eufrate e del fiume Belix ed è responsabile del drastico abbassamento dei livelli delle acque sotterranee. .

Attivisti nei campi
Il Comune di internazionalista Rojava ha deciso di mettere le mani in pasta, o meglio, alla terra e ha iniziato un vivaio nel campo della accademia internazionalista in costruzione nella regione di Cizirê. Viti, fichi, ulivi e altri vengono portati a scadenza entro una cooperativa senza scopo, e saranno principalmente reimpiantate nella riserva naturale di Hayaka, accanto a Derik, ma anche venduto al costo per tutte le strutture chi chiederà gli alberi. Quando l'accademia riceve i prossimi attivisti, quelli oltre alla formazione ideologica sui principi della rivoluzione - inclusa l'ecologia - e l'apprendimento della lingua, faranno il lavoro fisico necessario in la scuola materna, ! Ma la campagna non si ferma qui, l'obiettivo è anche quello di rendere il luogo dell'Accademia un modello di villaggio ecologico: smistamento di rifiuti, compost e possibilmente riciclaggio sul posto ; sistema di separazione e riutilizzo delle acque reflue per irrigazione e fertilizzazione ; costruzione di mezzi autonomi di produzione di energia. Ma oggi, la futura turbina eolica è ancora una torre di ferro arrugginita che aspetta nell'erba che veniamo a dargli vita. Affinché tutti questi progetti emergano, ci si aspetta ancora più mani, cervelli e fondi.

Maria (Comune internazionalista di Rojava)

Altri elementi e informazioni ti attendono sul sito web del Comune: Internationalistcommune.com
Una brochure completa sulla campagna sarà presto pubblicata in francese.

http://www.alternativelibertaire.org/?Kurdistan-Make-Rojava-Green-Again-soutenir-la-revolution-ecologique
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it