A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #282 - Italia: crisi sociale e spinta reazionaria (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Sat, 21 Apr 2018 10:23:05 +0300


Dov'è l'Italia? Impoverimento della popolazione, " crisi democratica " riallineamenti politici ... un contesto di disperazione delle classi lavoratrici e il successo elettorale della destra dura e demagoghi di ogni genere. ---- Ai primi di marzo, l'Italia ha votato alle elezioni parlamentari, mentre l'economia del paese è al minimo, con un tasso di disoccupazione del 10,8 % e la disparità di reddito tra i più alti della zona euro. A differenza di altri paesi, la crescita è considerata lenta e fiacca a causa dell'assenza di una " bolla immobiliare ". "E l'esplosione del debito privato prima della crisi finanziaria, che eviterebbe un adeguamento delle politiche violente, in tanto inevitabile che ci voleva per rispondere mercati considerazioni che vedono il piccolo sostenibilità del debito italiano, come il Irlanda, Grecia, Spagna o Portogallo. Così, quando alla fine del 2011 il governo Berlusconi è sostituito da un governo di tecnocrati guidato dall'ex commissario dell'Unione europea Mario Monti, l'Italia sta vivendo una politica trattamento di una bolla finanziaria che Paese n non lo sapevo. L'austerità si è quindi imposta sui salari e sulla spesa pubblica, portando a un circolo vizioso, in cui la crescita collassa con il calo dei consumi delle famiglie e degli investimenti delle imprese. Delle " riforme strutturali regolari volte a " aumentare la produttività " ma a ridurre la " domanda interna ". In termini concreti, un impoverimento della popolazione e inevitabilmente un rifiuto dei politici, ma anche la ricerca di capri espiatori come i migranti. Temi che hanno mobilitato la maggior parte dei partiti politici nella campagna elettorale, mentre il governo di Matteo Renzi e del Partito Democratico (PD, centro) dalla sua adesione al potere nel 2014 non è riuscito a convincere la popolazione di " benefici sociali " -liberalismo ".

È quindi naturale che la coalizione centristiana di Renzi arrivi terza in queste elezioni legislative. Il primo posto è andato a un conservatore di destra della coalizione del movimento Forza Italia di Berlusconi e xenofoba Lega nazionalista (Nord ex Lega), che abbandona la sua strategia del regionalismo in favore dell'adesione al potere nazionale. Al secondo posto c'è il Movimento a 5 stelle (M5S), demagoghi che hanno seminato durante la loro fondazione nel 2009 le illusioni di opposizione all '" oligarchia" "E l'Unione europea, fino a rivendicare la democrazia diretta ... I M5S ha gradualmente capitalizzato il malcontento popolare e convinto il deluso destro e sinistro a votare per lui, con conseguente una serie di successi elettorali: arrivando terzo alle elezioni generali del 2013, e soprattutto vincendo a livello comunale 2016 niente meno che Roma e Torino. Nel corso del tempo, le posizioni politiche del M5S si sono evolute, diventando meno euroscettiche nel discorso e contrastando l'immigrazione. Il popolare impianto del movimento dovuto ai rifiuti dei soliti partiti istituzionali spiega il suo successo nelle elezioni di inizio marzo. Il discorso di " solidarietà "Hanno tenuto contro il Sud Italia (più povero del Nord) camminando, includendo la loro proposta di un reddito di cittadinanza a 780 euro per tutti i disoccupati. Il posizionamento di superare destra / sinistra divario a favore di uno split up / down (alto / basso), la loro opposizione al " 1 % ", il " sistema " e la difesa della eliminazione della povertà, è sintomatico di strategie in atto in tutta Europa dai movimenti che rivendicano " la gente ", come Podemos in Spagna o in Francia Insoumise, tranne che il M5S è ancora più ambiguo per essere un membro del Parlamento europeo del un gruppo di partiti di estrema destra come l'Ukip britannico.

I vincitori di queste elezioni dovranno formare la maggioranza in Parlamento e non sappiamo ancora quale sarà la coalizione, certamente senza precedenti, ma sarà probabilmente fragile e difficile da gestire dalla classe borghese, mentre continua a degradare le condizioni di vita della popolazione.

La sinistra per il problema
In queste elezioni, le formazioni di sinistra avevano punteggi molto bassi. I socialdemocratici di Libres et Égaux, il cui discorso si oppone al liberalismo, non sono riusciti a convincere. Va detto che il loro leader Pietro Grasso non è un modello di rifiuto del sistema, dal momento che è stato membro del PD fino al 2017 e presidente del Senato.

Infine, Potere al popolo (Potere al popolo) che aveva sollevato le speranze per la sinistra radicale: il movimento si basa su centri sociali autogestiti, tra cui quello di Napoli, dove i medici vengono a curare le persone in estrema povertà, e anche in connessione con il movimento No Tav[1]e No Tap[2]. Anche se il movimento ha vinto solo l'1 % dei voti, è anche molto giovane e può vantare il pesante sostegno di numerosi partiti della sinistra radicale italiana[3]e l'Union Syndicale de Base (USB, sindacalismo alternativo) .

Tuttavia, è auspicabile che i movimenti sociali e sindacali siano in grado di mantenere la propria agenda senza essere coinvolti nelle strategie elettorali e nella rappresentanza politica e parlamentare degli sfruttati per abbandonare la costruzione di fronti autogestiti di massa. In un contesto difficile, tuttavia, il lavoro sul campo in Italia viene svolto quotidianamente dai sindacalisti di lotta, così come dalla nostra Federazione Alternativa Libertaria / Anarchico-Comunista[4].

Marius (AL Toulouse)

[1]Movimento di opposizione alla linea ferroviaria Lione-Torino.

[2]Contro il progetto di un gasdotto transadriatico.

[3]Il Partito della ricostruzione comunista, la sinistra anticapitalista o il nuovo Partito comunista italiano.

[4]http://alternativalibertaria.fdca.it .

http://www.alternativelibertaire.org/?Italie-Crise-sociale-et-poussee-reactionnaire
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it