A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) circolo libertario mn: Mantova e il giardino baumaniano

Date Sat, 31 Mar 2018 09:44:00 +0300


Domenica pomeriggio un bar nel centro di Mantova ha cercato di attirare la clientela differenziando per qualità, creatività e unicità la sua proposta. Lo ha fatto nel pieno rispetto della legge, senza infrangere nemmeno uno dei singoli cavilli burocratici che come tutte e tutti sappiamo, sono sempre in agguato per soffocare qualsiasi iniziativa. Oggi il Comune minaccia la censura e la Questura la chiusura del locale, una domanda sorge spontanea: Mantova sta diventando l'Alabama degli Anni Venti? Sembra così quando leggiamo sul Suo quotidiano la messa all'indice della musica techno e deep house da parte del Comune come successe allora nei centri cittadini del profondo Sud con il blues e il jazz, la musica del diavolo. ---- Il messaggio della Giunta comunale è limpido e chiaro: nei locali pubblici del centro città va bene la musica "pi-pi-rippi, ma töla in dal ..." (cit.), ma è assolutamente vietata la musica che fa ballare milioni di giovani in tutti i centri cittadini da Buenos Aires a San Francisco, da Osaka fino a Reykjavík. Va bene sparare a mille i Led Zeppelin (ma non è detto che pure loro non vengano messi all'indice dal nostro Sindaco...), non vanno bene i bassi cupi e possenti, contrappuntati dagli accordi acidi del piano elettrico jazz Anni Settanta e dal soul americano più caldo ed esplosivo.

I locali molesti e la gente molesta fuori dal centro storico. Per gli esercenti è pronta la Questura ad intervenire per stroncare qualsiasi attività commerciale ritenuta molesta, mentre per le persone è prontissima la "locale" con gli ordini di allontanamento, i famigerati Daspo.

Chi è una persona molesta? Ogni persona considerata diversa. Oggi è il ragazzino che balla sulle note della deep house, domani il punkabbestia o la ragazza di colore con i capelli tinti di rosa, mentre da sempre sono all'indice il ragazzo che ha problemi di alcolismo o quello che ha problemi di droga e quello con tanta rabbia in corpo che sbraia...

Un'umanità varia che non si intona con l'ordine precostituito, ovvero quella cultura da giardino baumaniano che sempre più si diffonde a Mantova e che esige di estirpare le erbe ritenute infestanti. Oggi il giardiniere (il pinguino) non è chiamato ad estirpare, ma ad allontanare (vedi Daspo) in un infinito gioco dell'oca che sposta le persone senza mai essere al loro fianco.

Noi proponiamo la cultura dell'ascolto e della non violenza perchè per ogni giovane allontanato dal centro della città si crea una divisione, un solco profondo tra cittadine e cittadini.

Circolo libertario mantovano

https://circololibertariomn.blogspot.co.il/2018/03/mantova-e-il-giardino-baumaniano.html
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it