A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #281 - Università: per l'educazione, contro la selezione (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Tue, 27 Mar 2018 06:42:57 +0300


Il governo Macron vuole sfidare il nostro diritto all'istruzione con, tra le altre cose, la selezione all'università. La risposta è costruita poco a poco: sarà sufficiente invertire l'equilibrio del potere ? ---- Il Piano Studentesco, la proposta di legge per il successo degli studenti (ORE), implementa la selezione all'ingresso dell'università, richiede di avere la media in tutte le materie per convalidare la sua licenza e aumenterà le tasse Per quanto riguarda la riforma della licenza liceale prevista dal rapporto Mathiot, l'obiettivo del governo è di rendere l'università sempre più elitaria e di aumentare la selezione sociale per vietare l'università alle classi inferiori. Gli studenti delle scuole superiori e delle scuole superiori di maturità professionale o tecnologica avranno ancora meno possibilità di entrare. Coloro che lavorano accanto ai loro studi avranno ancora più difficoltà a convalidare la loro licenza.

A gennaio, università come Parigi-I hanno votato mozioni contro la selezione, mentre in altri, come ad esempio a Rennes-II, il voto delle aspettative che hanno posto in atto la selezione è stato impedito dall'invasione di consiglio. In effetti, il governo sta chiedendo alle università di attuare la riforma mentre non è ancora stata votata in parlamento, il che è illegale. Il 1 ° di febbraio, circa 20.000 studenti delle scuole superiori e studenti delle scuole superiori, studenti, insegnanti e personnel.les protestato contro questi disegni di legge governativi Macron. Il 6, siamo stati un po 'più mobilitati, lo sciopero degli insegnanti nella scuola secondaria ha incoraggiato la scuola superiore di mobilitazione, permettendo loro di percorrere la strada.

L'opportunità di mostrare la lotta sindacalista
Con il tunnel delle vacanze invernali, alternando zone e vacanze per studenti ad aprile, la procedura accelerata ci lascia poco tempo. Questa breve cronologia non dovrebbe farci saltare le pietre miliari della mobilitazione: informare e spiegare queste fatture è importante, finora ben poche persone erano consapevoli di essere state attaccate sui nostri diritti. Soprattutto perché le prime dimostrazioni non erano un maremoto. Per gli studenti, ad esempio, la mobilitazione esiste ma rimane debole, ad eccezione dell'Università di Mirail a Tolosa, dove la mobilitazione è presente con un GA che riunisce fino a 1000 studenti e personale. Ciò è in parte spiegato dal movimento locale contro la fusione che era durato tre mesi. La fusione dei fac è anche un argomento che riguarda molti altri siti universitari. Nelle scuole superiori, il successo del primo sciopero condiziona il risultato. Ma la difficoltà di tenere le assemblee generali, spesso a causa delle direzioni degli stabilimenti, impedisce di dare respiro a questo movimento. L'assenza di auto-organizzazione nel luogo di studio può essere compensata dal coordinamento tra le scuole superiori. La sfida è ampliare e amplificare la lotta. La mobilitazione nazionale del 15 febbraio ha lanciato una protesta attiva che terremo fino al 22 marzo, giorno di sciopero in tutto il servizio pubblico. spesso a causa delle direzioni degli stabilimenti, impedisce di dare respiro a questo movimento. L'assenza di auto-organizzazione nel luogo di studio può essere compensata dal coordinamento tra le scuole superiori. La sfida è ampliare e amplificare la lotta. La mobilitazione nazionale del 15 febbraio ha lanciato una protesta attiva che terremo fino al 22 marzo, giorno di sciopero in tutto il servizio pubblico. spesso a causa delle direzioni degli stabilimenti, impedisce di dare respiro a questo movimento. L'assenza di auto-organizzazione nel luogo di studio può essere compensata dal coordinamento tra le scuole superiori. La sfida è ampliare e amplificare la lotta. La mobilitazione nazionale del 15 febbraio ha lanciato una protesta attiva che terremo fino al 22 marzo, giorno di sciopero in tutto il servizio pubblico.

L'auto-organizzazione di studenti, studenti delle scuole superiori, insegnanti, personale è fondamentale in modo che ognuno si appropri della lotta, dalle sue realtà, dal suo luogo di lavoro o di studio. L'attuale lotta sarà complicata, ma ciò che deve essere ricordato è che questo attacco del governo non sarà l'ultimo, e che dovrà essere rivalutato. Un movimento è anche un'opportunità per mostrare l'utilità del sindacalismo di lotta e delle risorse che offre. È nel nostro interesse che le pratiche di autogestione e combattimento si radicano nelle nostre mobilitazioni in vista di altre lotte future.

Quentin (AL Rennes)

http://www.alternativelibertaire.org/?Universites-Pour-l-education-contre-la-selection
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it