A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #280 - 1978: nascita dell'Unione dei lavoratori comunisti libertari (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Sat, 24 Mar 2018 10:11:11 +0300


Febbraio 1978, l'Unione dei lavoratori comunisti libertari prepara il suo congresso. Esclusa due anni prima della Anarchica Organizzazione rivoluzionaria, la maggior parte dei quali si è ribattezzato organizzazione comunista libertaria, l'ex tendenza quindi definire una strategia, " libertario-lotta di classe " incarna ancora oggi Alternative libertario. ---- Come le tendenze, le esclusioni sono un fenomeno raro nella storia delle organizzazioni anarchiche, più inclini alle separazioni per mutuo consenso. Il Congresso di aprile 1976 dell'Organizzazione Rivoluzionaria Anarchica (ORA), tenutosi ad Orleans, segnò una svolta nella storia del movimento libertario contemporaneo. Ha provocato l'esclusione della tendenza dell'Unione dei lavoratori comunisti libertari (UTCL) a cui è criticata in particolare per il suo tropismo troppo pro-sindacale. Giudicati troppo vicini alle concezioni della tendenza, altri attivisti sono esclusi nello stesso movimento: è il caso di Daniel Guérin, che si unirà all'UTCL qualche anno dopo. Nel 1969, quest'ultimo ha pubblicato Per un marxismo libertario.In uno dei contributi che compongono la collezione, " consigli dei lavoratori e sindacalismo rivoluzionario ", si legge questo: " Se - e dove - si scopre che il sindacalismo è diventato irrimediabilmente, uno strumento di paralisi anche il tradimento delle lotte operaie, allora, solo allora fa bene alla spazzatura. I seguaci esclusivi e settarie di un "Consiglio comunismo" molti, va detto, tra i giovani attivisti "di sinistra" oggi, probabilmente sarebbe andato un po 'veloce, se, invece di continuare a per lottare per la rigenerazione del sindacalismo, si affrettarono a seppellirlo. » [1]. Nel 1976, le esclusive UTCL possono trovarsi solo in questa posizione. Per loro, il giudizio sulla " sinistra " 1969 può essere applicato a " leader " di Parigi della nuova organizzazione Communiste Libertaire (OCL), che succede al ORA, e ben presto che l'interruttore sul lato del "fenomeno autonoma ". Esclusi dalla tendenza UTCL, si sono posti il compito di " rigenerare " l'unionismo, secondo il desiderio di Daniel Guérin.

7 aprile 2018, Milf Daniel Guérin.

Ma altri elementi, forse più banali, hanno probabilmente giocato in questa esclusione. Altamente omogeneo a causa di un passato e recente studente liceale, è l'esperienza dell'azione negli affari, a sua volta balbettare, che cementa il piccolo gruppo all'origine dell'UTCL, i cui lavoratori postali costituiscono il perno. Il più anziano di questo gruppo di esclusi, con solo 14 membri, ha 22 anni. Una " gioventù " della tendenza UTCL che ha inevitabilmente giocato nella virulenza e intransigenza degli scambi interni. Ma assicura anche entusiasmo e un certo volontarismo: basta esclusa l'UTCL pubblicato nel maggio 1976, la prima edizione di Tutto il potere ai lavoratori la cui redazione è orgogliosa di annunciare la nascita: " Anche un piccolo gruppo ! "

Trova la promessa dell'ORA

Più di sei mesi dopo, il secondo numero è ancora in attesa ... Cosa è successo ? La tendenza è al primo posto in " Collective for a UTCL " e cerca da quasi un anno di rivendicare l'aggiornamento del proprio patrimonio. Se l'UTCL vuole essere parte della continuazione di " la grande promessa rappresentata dall'ORA " [2], è perché quest'ultimo si è dissipato. Questa promessa era " che costituiscono un centro rivoluzionaria " che offre "un'espressione politica coerente e mezzi organizzativi, sia per evitare lo spontaneiste insidia e la trappola di interventismo ."

In questa ricerca di " ritorno a casa ", gli attivisti del Collettivo per un UTCL troveranno i gesti iniziali di coloro che li hanno preceduti. Quindi, come per l'ORA ai suoi inizi, si tratta di distinguersi dall'anarchismo " tradizionalista " che può essere espressamente espresso all'interno della " vecchia " Federazione anarchica. La scelta del titolo fatta da coloro che sono esclusi dalla tendenza UTCL per la loro pubblicazione è sintomatica. Tutto il potere per i lavoratori- che riappare mensilmente dal febbraio 1977 - ha il merito, se non di essere un titolo allettante, di mostrare un programma in rotta con una corrente anarchica attuale per denunciare la corruzione di qualsiasi potere. Ciò testimonia anche la posizione di classe che UTCL vuole affermare, che può contare su attivisti nel settore PTT, ferroviario, EDF, bancario ...

Dato il numero di gruppi e le sue ambizioni, gli inizi del Collettivo per un UTCL sono molto proattivi. Un ex attivista, Patrick Velard, evoca un ritmo costante: " tre incontri alla settimana presto ! " Un volontarismo, che è anche quello di essere collegato con la sociologia dell'organizzazione prevalentemente composta questi inizi singoli giovani uomini.

Esci dal groupuscolarismo

Una newsletter interna, le disgrazie di Lucy [3]- Lucia, allora è il soprannome che i suoi militanti danno l'UTCL - è pubblicato in cui scambiate molti contributi individuali su sindacalismo, antimilitarismo o l'unione di a sinistra, contemporaneamente alle strutture, agli statuti, vengono discussi i testi di base del Collettivo per un UTCL. lavoro "di quest'anno sottomarino " si trova più avanti nelle analisi sviluppate in lunghe colonne Tutto il potere ai lavoratori, come questa serie di due pagine ogni personaggio in stretto su " Il programma comune o la grande illusione " [4]che si sviluppa su tre numeri da marzo a giugno 1977. È in questo primo anno che i giovani degli attivisti del Collettivo per un UTCL, che devono imparare a passare dal funzionamento della tendenza interna a quello di organizzazione inscritto in un approccio politico-sociale che rifiuta il ritiro.

TLPAT No. 26 (novembre 1979)

Ciò significa aprirsi agli altri: un " Appeal to Libertarians " è stato lanciato nel marzo 1977. Due organizzazioni risponderanno con interesse: l'Alliance Syndicaliste (AS) e l'Organizzazione anarchico combattente (OCA). Le discussioni con il primo inciamperanno sulla concezione dell'intervento nei sindacati, l'UTCL favorendo un processo di raggruppamento dell'unione rimasta (specialmente all'interno del CFDT del tempo) quando l'AS preferisce l'affermazione di una " contro-frazione " anarco-sindacalista [5].

Costruisci un'organizzazione

Il fallimento delle discussioni con l'AS costringe l'UTCL ad accelerare il ritmo del suo processo costituente. Non possiamo rimanere decentemente una sorta di " trend mantenuto " per molti anni ! Questa scelta tiene anche molti contesto politico e sociale del 1978. La ripartizione del rapporto della sinistra nel settembre 1977 può avere sorpreso un estrema sinistra, che si stava preparando per la sua vittoria, prevista per le elezioni parlamentari marzo 1978. Se l'estrema sinistra posizioni leniniste in " supporto critico " per un governo possibile " lavoratore " Unione della sinistra, questo non è il caso di UTCL. Al contrario, è una questione di " prepararsi ora overflow se vince la sinistra,[...]preparare i lavoratori a imparare tutte le lezioni da questa esperienza, ma anche[di]non fare i successi e gli insuccessi riformista alternativa rivoluzionaria " . E per questo hai bisogno di un'organizzazione.

TLPAT 1 (1 ° maggio 1976)

Tutto il potere per gli operai è un titolo ora conosciuto come terra libertaria. L'acronimo UTCL è apparso su volantini e in occasione di iniziative unitarie, incluse quelle del Comitato Rivoluzionario Spagnolo ad esempio. I suoi attivisti sono riconosciuti per la loro azione negli affari, che rimane la loro priorità. L'ho stIl congresso UTCL, inizialmente previsto per febbraio 1978, si svolge a marzo. Sarà un'occasione per raccogliere, oltre al nucleo iniziale, contatti sparsi, attivisti isolati o piccoli gruppi di affinità che si ritrovano su ciò che sviluppa il Collettivo. Parigino Per lo più, è composto da quattro gruppi: Paris-Nord, Paris-Sud, e nelle province, Clermont-Ferrand e il gruppo anarchico-comunista a Marsiglia (che allontana nel 1977 e quindi non assumono al congresso).

Inoltre, stretti legami lo uniscono al gruppo comunista comunista di Nancy. Venendo dal Movimento Comunista Libertario (MCL), originariamente sfumato con il consiglio [6], è un gruppo importante con cui le convergenze sono fatte attraverso l'antimilitarismo. Alla fine del congresso, l'UTCL può contare anche su attivisti ad Angers, Nantes, Mayenne o Sarthe, e presto si formeranno gruppi a Lille e Tolosa. Un permanente, nominato, è responsabile per il monitoraggio dello sviluppo della nuova organizzazione. Con la sua operazione, la sua pratica (vedi riquadro), come i suoi orientamenti, l'UTCL troverà quindi il progetto dei suoi anziani e infine costituirà, come il testo risultante dal congresso chiede il suo " un'organizzazione di lavoratori per il comunismo libertario ".

Théo R. (AL Orleans)

" Attivismo e attivista "
Contratto militante adottato dal congresso costituente dell'UTCL del 1978

L'attivista rivoluzionario cerca la massima unità tra il suo discorso rivoluzionario e la sua pratica quotidiana di attivista, a favore della consapevolezza e della gestione democratica delle lotte e della loro vita da parte degli stessi lavoratori.

L'attivista di UTCL cerca la massima unità tra le sue critiche al modello borghese del rapporto tra uomini, tra la sua critica dell'ideologia borghese in tutte le sue forme (razzismo, sessismo, autoritarismo) e la sua vita quotidiana.[...]

Le necessità tattiche di intervento in ambienti spesso ostili non devono far dimenticare ai militanti dell'UTCL la natura sovversiva della sua lotta[...].

Il rapporto tra l'attivista e la sua organizzazione non può in alcun modo essere inteso come un rapporto di sottomissione - anche liberamente acconsentito. L'UTCL si basa su ciascuno dei suoi attivisti.[...]

Ciò implica: regolare partecipazione a tutte le riunioni di gruppo ; partecipazione attiva al dibattito[...].

In una parola, il federalismo libertario non governa solo i rapporti tra i gruppi dell'organizzazione, ma anche tra ciascuno dei suoi militanti.

UTCL disapprova il frenetico attivismo che travolge gli attivisti nei compiti organizzativi e nelle pratiche di propaganda. Questa militanza di caserme taglia il militante di una vera pratica sociale e, con la distruzione della propria vita, gli dà una visione distorta.

L'UTCL condanna l'anti- smantellamento piccolo-borghese che nega le dure necessità della lotta rivoluzionaria e le impone di sviluppare importanti sforzi per assicurare il trionfo della nostra causa.[...]

L'organizzazione deve tener conto dei problemi che alcuni compagni possono incontrare nella loro vita e che possono ostacolare il loro attivismo. Gli attivisti cercheranno nello spirito di fratellanza e solidarietà che dovrebbero ispirare i rapporti tra i militanti, per aiutare il più lontano possibile il compagno in difficoltà.

Fuori, nella sua pratica quotidiana, il militante dell'UTCL cerca di non essere né settario né dogmatico. Cerca sia di stimolare il massimo dibattito con apertura mentale e spirito di unità e di mostrare fermezza nelle sue convinzioni.

[1] Questo testo può essere trovato nella ristampa aggiornata della collezione di Daniel Guérin con il titolo Per comunismo libertario, Spartacus, 2003.

[2] Vedi il primo capitolo di Syndicalists and Libertarians, una storia di UTCL (1974-1991), edizioni di Alternative Libertaire, 2013.

[3] Tutti i numeri delle disgrazie di Lucie sono conservati nel Fondo degli archivi comunisti libertari (FACL) del Museo di storia vivente di Montreuil.

[4] Il programma congiunto di unione della sinistra è firmato nel 1972 tra PCF, PS e radicali di sinistra. È rotto nel 1977.

[5] Sull'AS , vedi " Un lavoro nelle lotte ", intervista con Jacques Toublet apparso in Agone n ° 26/27, primavera 2002.

[6] Cfr. " Sui confini del marxismo e dell'anarchismo, il consiglio ", in Alternative libertaire n ° 279 del gennaio 2018.

http://www.alternativelibertaire.org/?En-1978-Naissance-de-l-Union-des-travailleurs-communistes-libertaires
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it