A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #279 - Quello che Marx gli deve - Ciò che Marx deve a Proudhon, l'istigatore negato (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Sat, 3 Mar 2018 12:06:56 +0200


Dopo aver ammirato le teorie economiche di Pierre-Joseph Proudon Marx violentemente rotto con lui nel 1846, in parte da rancore personale - Proudhon si era rifiutato di prendere la sua parte in una controversia tra socialisti tedeschi - in parte dal rifiuto del suo metodo analisi ... di cui, tuttavia, sarà ispirato dieci anni dopo. ---- C'è stato un tempo in cui Marx[...]non prosciugato[...]di lode per i francesi, che è stato presentato a La Sacra Famiglia (pubblicato nel gennaio 1845 firmato congiuntamente da Marx ed Engels) come " la lo scrittore socialista più logico e penetrante " . Questo libro contiene un elogio sincero di Proudhon, che è riconosciuto come il maestro del socialismo scientifico, il padre della teoria del valore-lavoro e plusvalore, etc.

Proudhon quindi rappresenta " il proletariato arrivato alla coscienza di sé " . E ' " sottopone la base dell'economia politica, la proprietà privata, una revisione critica: il primo esame risolto, e scienziato spietata allo stesso tempo. Questo è il grande progresso scientifico che ha compiuto, un progresso che rivoluziona l'economia politica e rende possibile, per la prima volta, una vera scienza di economia politica " [1]. Proudhon ha dimostrato che " non è questo o quel tipo di proprietà privata - come affermano altri economisti - ma la proprietà in quanto tale, nella sua universalità, che distorce le relazioni economiche. Ha fatto tutte le critiche sull'economia politica potrebbe fare in linea con la prospettiva dell'economia politica .[...]

Lode a Marx ed Engels

Secondo Georges Gurvitch, Marx attribuisce a Proudhon " un ruolo identico a quello svolto da Sieyes nella preparazione della Rivoluzione francese. Secondo lui, che cosa disse Sieyes del terzo stato, Proudhon lo espresse per il proletariato: "Che cos'è il proletariato ? Niente. Cosa vuole diventare ? Tutto". Marx ha ragione ? Diciamolo bruscamente: sì, e più di quanto pensasse. " [2][...]Ma le lodi di Marx ed Engels a Proudhon smettono improvvisamente nel 1846 dopo la pubblicazione da parte di quest'ultima del contraddizioni del sistema economico . Niente va bene.[...]

È sorprendente vedere con quanta rapidità Proudhon sia riuscito a passare Marx dallo status di riferimento del socialismo a quello dell'avversario. Questo cambiamento non è stato davvero studiato, gli autori marxisti si attengono a ciò che dice Marx, senza un esame critico.[...]

"L' unico modo per distruggere la proprietà. Il mio amico Proudhon, se continui così, avremo una repubblica senza di te (tetti). Cartone ostile, Parigi, 1848
Il metodo " ipotetico-deduttivo "
È l' ideologia tedesca che dà la chiave[...]. In questo libro, Marx ed Engels spiegano[...]la loro concezione materialistica della storia, che arrivano in un modo di " scoprire " e che sono impazienti di applicare: da ciò, Marx va crede che sia possibile spiegare i meccanismi del funzionamento del sistema capitalista attraverso il metodo storico. Nello stesso anno Proudhon pubblica il suo sistema di contraddizioni economiche (sottotitolato " Filosofia della miseria" "), In cui usa il metodo ipotetico-deduttivo[...]. Il metodo ipotetico-deduttivo è un metodo perfettamente scientifico: consiste nel mettere un'ipotesi per dedurre le conseguenze osservabili e determinarne la validità. Poi da lì, abbiamo inserito una nuova ipotesi, ecc. Il genio di Proudhon è di aver applicato questo metodo all'economia politica.

Marx e Proudhon si sono posti l'un l'altro la stessa domanda: chiarire i meccanismi del funzionamento del sistema capitalista. Ma dove, e soprattutto quando iniziare ? Nell'antichità, il Medioevo, nel XVI ° secolo ? Il problema è insolubile. Allora Proudhon decide di fare diversamente: crea una costruzione logica, una simulazione del sistema capitalista (lo chiama " impalcatura " ): procede per " categorie " . Dice a se stesso: qual è la categoria essenziale del capitalismo ? È il valore. E da lì, deduce tutte le categorie che contribuiscono alla spiegazione del sistema [3]

Marx è furioso, attacca violentemente Proudhon, lo accusa di idealismo (ferita suprema) a causa dell'uso che fa delle " categorie ", pubblica un attacco isterico contro Proudhon[...]intitolato Misery of Philosophy , quindi da più di dieci anni, non pubblica nulla in economia.[...]

Poi improvvisamente, dopo più di dieci anni, Marx scopre il metodo giusto. Quando spiega questo " nuovo metodo ", specialmente nel postface del 1873 a Capital, il lettore un po 'esigente si rende conto che questa è solo una ripresa di quella usata da Proudhon nel 1846. Ma come lui non Per non dire che ha pompato su Proudhon, dice di aver riletto " per caso " la Scienza della logica di Hegel, e ha avuto un'illuminazione.[...]

Strane similitudini
È significativo che quando si compara il piano del Sistema delle contraddizioni e quello del Capitale , pubblicato vent'anni dopo, ci siano strane somiglianze.

Ma[...]le " convergenze " non si fermano alla questione del metodo. Si trova anche a livello di concetti. Le categorie su cui Proudhon fonda, nel Sistema delle Contraddizioni Economiche , la sua " simulazione " del sistema capitalista, il suo " modello teorico " , sono il plusvalore (che egli chiama " impeto " ), la divisione del lavoro, il macchinismo , concorrenza, monopolio, tassi di profitto più bassi, crisi, ecc. Troviamo tutti questi concetti in Marx. Eppure a Proudhon manca una nozione importante, che Marx sviluppa in Capital,che giustifica che questo libro, pubblicato venti anni dopo, sia più appropriato per la comprensione del sistema capitalista. Questa è la distinzione tra divisione del lavoro nel laboratorio e divisione del lavoro sociale.

Alcuni scrittori marxisti non hanno mancato, a ragione, di sottolineare questa mancanza, ma con una certa dose di malafede. In effetti, sarebbe stato più equo confrontare il Sistema di contraddizioni economiche con Misery of Philosophy , scritto nello stesso momento, e non con Capital[...].

È quindi del tutto inopportuno opporsi all'argomentazione di Proudhon del 1846 sugli sviluppi della teoria del marxismo compiuto del 1867 ... Infatti, sono solo dieci anni dopo Misery of Philosophy che appaiono negli scritti di Marx. concetti fondamentali come la distinzione tra capitale variabile e capitale costante ; la rappresentazione del valore di una merce come somma di capitale costante, capitale variabile e plusvalore, ecc.

Possiamo imparare da tutto questo che non c'è un firewall tra i vari autori che hanno tentato XIX metà ° secolo per costruire una teoria dell'emancipazione umana, individuale[...]o collettivo (Proudhon, Marx, Bakunin).

René Berthier

Questo articolo è tratto dal libro di René Berthier, Affinités non électives. Per un dialogo senza linguaggio del legno tra marxisti e anarchici, Éditions du Monde libertaire / edizioni libertarie, 2015.
contenuto:
Editoriale: La dimensione marxiana dell'anarchismo
Alain Bihr (sociologo): " Anche insufficiente, Marx rimane necessario ! "
Economia politica: l'utilità della critica marxiana per i libertari
Nozioni di base: logica capitalista in otto nozioni di base
il valore
la forza lavoro
il salario
lavoro domestico
il plusvalore
il calo tendenziale del saggio del profitto
la crisi
ristrutturazione
Marx o Keynes ? Lo sviluppo del capitalismo non è più un'epoca
Ai confini del marxismo e dell'anarchismo, consiglio
Proudhon, l'istigatore negato
Bakunin, il critico ha sentito
Daniel Guérin, tornato da " marxismo libertario "
L '" altro comunismo " rimane pertinente

http://www.alternativelibertaire.org/?Ce-que-Marx-doit-a-Proudhon-l-instigateur-renie
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it