A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #280 Febbraio 2018 - Content + Edito (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Sat, 24 Feb 2018 10:37:22 +0200


Afri-Gaza ; Sindacalismo rivoluzionario ; Atto di lavoro 1 e 2 ; Raggruppamento dell'Unione ; La Poste ; La " fabbrica verde " a Montreuil ; Scelta energetica ; La scuola moderna dell'Amazzonia ; Università di Mirail ; Papyart ; Trasporto gratuito ; Molestie ; Cammina per Mariama ; Catalogna ; Unione dei lavoratori comunisti libertari UTCL ---- Content ---- Editoriale: Afri-Gaza, un'aria di déjà-vu ---- Combattere il sindacalismo: cosa fare ? ---- Diritto del lavoro 1 e 2: Perché il fallimento del movimento sociale ? ---- Sindacati: lottare per rimanere " l'interlocutore inevitabile " ? ---- Sindacalisti rivoluzionari: tornando al campo ---- Raggruppamento sindacale: raggruppamento per andare avanti, non solo per riscaldare ---- La Poste: colpire il virus contro la sottoccupazione ---- Ecologia ---- La " fabbrica verde " a Montreuil: lavoro e salute ---- Scelte energetiche: potere per le persone !

Sociale
Né dio né maestro ... della scuola n ° 1: la moderna Scuola di Amazon University di
Mirail: mobilitazione contro la fusione
Lezioni sociali: al confine delle relazioni sociali
Intervista di Papyart (serigrafia libertaria): " E ' È diventato vitale che i trasporti siano gratuiti »
Trasporto gratuito: una realtà in alcune città

Antipatriarcism
Molestie: svegliare i patriarchi
Camminare per Mariama: la rabbia rompe il lutto

Internazionale - Catalogna: cercando di capire
Intervista con Emili Cortavitarte Carral (embat) e Jordi Font Marti (CGT): " Spingi, in catalonia, verso un potere popolare "

Storia
Quarant'anni fa: nasce l'Unione dei Libertari Comunisti

Cultura
Cinema: "The Plant nulla" Pedro Pinho
prova: "L'Ottico Lampedusa" Emma-Jane Kirby in Equator edizioni
romane: "E 'stata una città" Thomas B. Reverdy Editions Flammarion
BD: "In demo "di Matteo Colloghan alle edizioni Adespote
libro:" refuznik "Martin Barzilai a Libertalia edizioni
Libri:" Algeria 1954-1965, una lotta anti-coloniale "di Daniel Guérin e Mohamed Harbi pubblicato da amici di Spartacus

http://www.alternativelibertaire.org/?-AL-de-fevrier-est-en-ligne-432-


Editoriale: Afri-Gaza: un'aria di déjà-vu

5 febbraio 2018 dalla rivista della Commissione (mensile) / 397 punti di vista
Versione stampabile

Come quando Israele massacrò la popolazione palestinese, Mosca, Parigi e Washington pretesero di " capire il diritto legittimo " dell'aggressore, ma chiedergli di agire " con moderazione ".

Non sorprende che l'esercito turco e le sue controparti islamiste nell'esercito siriano libero abbiano lanciato un'offensiva contro Afrin contro la sinistra kurda.

Quest'ultimo è stato il principale artefice della sconfitta di Daesh in Siria. Daech, che il regime turco aveva consapevolmente sostenuto. Francia, Russia e Stati Uniti hanno sostenuto la lotta delle milizie arabo-curde contro Daesh ... ma non vogliono arrabbiarsi con Ankara, un membro di peso nella NATO, e un attore chiave del conflitto siriano. Quindi cosa stanno facendo ? Hanno lasciato andare la sinistra kurda.

E lo fanno con la stessa miserabile retorica di quando Israele bombarda Gaza e massacra la popolazione palestinese. Affermano di " capire gli imperativi della sicurezza " e il " diritto legittimo " del violentatore, ma gli chiedono di agire " con moderazione " e " moderazione ".

Traduzione: prova a schiacciare il tuo nemico senza eccessiva carneficina per favore ; non costringerci ad aprire gli occhi.

Questa vigliaccheria da parte degli stati imperialisti non è una sorpresa. Per loro, la " guerra contro il jihadismo " si ferma quando gli obblighi diplomatici iniziano nei confronti dei loro partner che, come la Turchia, sostengono il jihadismo.

Tuttavia, Washington, Mosca e Parigi sono molto annoiate. Erdogan li costringe a mostrare la loro ipocrisia in pieno giorno.

Lascia che conti su di noi per diffonderlo un po 'di più ! Protesta, manifestiamoci, urliamo la nostra indignazione. Come Kobanê, Afrîn sarà salvato dalla tenacia dei suoi difensori, ma anche dal fervore della solidarietà internazionale.

Kobanê ha vinto. Afrîn vincerà !

Alternativa libertaria, 3 febbraio 2018

http://www.alternativelibertaire.org/?Edito-Afrin-Gaza-un-air-de-deja-vu
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it