A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #279 - Migranti: la montagna, tu vinci ! (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Wed, 31 Jan 2018 10:54:55 +0200


A Briançon è attualmente un episodio che potrebbe diventare una grave crisi umanitaria e politica. La città è diventata un luogo di passaggio per i migranti dall'Italia. Date le condizioni climatiche e gli infami atti della polizia che mettono in pericolo la vita di questi migranti, la solidarietà è organizzata. ---- Città di confine incuneata tra le montagne, Briançon e i suoi dintorni sono diventati un luogo di passaggio per importanti migranti negli ultimi mesi. Questa regione è sempre stata un luogo di transito, sia durante i periodi di immigrazione italiana che durante la guerra in Kosovo. Ma la cosa più allarmante oggi è l'intensificazione di questi passaggi da parte di persone non esperte e indebolite dal loro viaggio, legate a una pericolosa politica anti-migratoria, in un ambiente con condizioni climatiche particolarmente ostili. L'inverno si sta assestando e la montagna sta diventando sempre più pericolosa per coloro che vogliono unirsi alla Francia. L'anno scorso già due persone sono state amputate le mani e una parte dei piedi a causa del congelamento.

La polizia agisce illegalmente

Oltre a queste condizioni ostili, la polizia sta conducendo illegalmente incroci e abbandonando minori o richiedendo asilo oltre confine. Organizza anche imboscate che possono avere conseguenze drammatiche. Durante l'estate, due minatori, presi alla sprovvista e abbagliati dai fari del furgone di un poliziotto sul lato della montagna, caddero a 40 metri. Uno è fuggito con le membra spezzate, l'altro è ancora ricoverato in ospedale a Grenoble dopo diversi mesi di coma.

Di fronte a questo stato di cose, la popolazione locale si sta mobilitando. Famiglie ospitanti, saccheggi, creazione di un rifugio, squat, raccolta fondi, corsi di lingua, centri sanitari e assistenza legale sono costituiti da volontari della città e delle aree circostanti. Lo stato non si assume le sue responsabilità ? I Briannonnais e i Birançonnaises si prendono cura di lui. Di fatto, di fronte alla mancanza di strutture, l'auto-organizzazione di diversi gruppi di persone rende possibile migliorare le condizioni di accoglienza dei migranti.

Ciò che si sta facendo a Briançon in questo momento è una boccata d'aria fresca e una lezione di organizzazione e attività militanti. Raggiungendo un accordo tra gruppi politici, tendenze anarchiche o più moderati, le azioni di solidarietà si moltiplicano e si diversificano per rispondere alla posta cruciale dell'accoglienza dei migranti.

Quando ci si chiede perché tanta solidarietà, la risposta è piuttosto unanime. In un ambiente come la montagna, l'aiuto reciproco e la solidarietà sono quasi culturali. Per questo, la montagna è bella.

Jack (Cal PNE)

http://www.alternativelibertaire.org/?Migrants-La-montagne-ca-vous-gagne
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it