A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL - Lotte territoriali, In Aveyron, resistere allargando le lotte di Al Aveyron (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Mon, 22 Jan 2018 08:56:32 +0200


La lotta territoriale contro il mega-trasformatore per le 1000 turbine eoliche di Saint-Victor e Melvieu (Aveyron) prende una nuova svolta [2] ---- Questa lotta è andata avanti per oltre dieci anni. Questa durata è spiegata dal gran numero di ricorsi contro questo progetto. Questi rimedi sono ormai esauriti e gli operatori stanno per iniziare a lavorare. ---- Diversi querelanti hanno avuto successo in tribunale, costringendo RTE a optare per altri siti di turbine eoliche e sprecando un sacco di tempo in procedimenti legali e cercando di acquistare altri proprietari offrendo royalties contro la fornitura di terreni per ospitare le turbine eoliche. ---- L'Amassada [1], un gruppo di oppositori che hanno posseduto parte della terra agricola desiderata da RTE per installare il sito del trasformatore, ha preso l'iniziativa per impedire l'inchiesta pubblica. si svolgerà lo scorso novembre.

Sulla scia, Amassada ha lanciato azioni di blocco sul progetto delle turbine eoliche Crassous, una frazione vicino a Saint-Affrique. Gli avversari stanno cercando di espandere la loro lotta moltiplicando le azioni a Saint-Affrique.

2 dicembre: walling RTE. Un'azione congiunta di collettivi contro Bure, NDDL, Roybon ...
repressione
Lo stato non rimane inattivo. Per prima cosa ha spostato l'inchiesta pubblica a più di un'ora da lì, nel nord del dipartimento.

Il sito di Crassous è stato oggetto di un divieto di parcheggio dal municipio PS Saint-Affrique. Il tribunale distrettuale di Rodez lo imitò impedendo la libera circolazione intorno al sito per impedire che gli avversari, ma anche i contadini e i proprietari terrieri si avvicinassero al sito di radura del terreno. foresta per installare turbine eoliche industriali.

Queste azioni sono state monitorate da un sistema di blocco e filtraggio istituito dalla gendarmeria. L'obiettivo era quello di identificare le identità per formare file per l'eventuale procedimento giudiziario.

Questa militarizzazione del sito è stata fatta con la presenza di 80 gendarmi per prendersi cura di 25 attivisti.

La criminalizzazione del conflitto è iniziata con 15 convocazioni alla gendarmeria di Saint-Affrique per un'indagine preliminare con accuse trattenute per " furto e ostruzione con assalto alla libertà di lavoro " (sic).

Lo stato vuole colpire forte e velocemente per mettere a tacere i movimenti emergenti. Non solo rafforza la sua presa sul territorio, ma comunica anche per cercare di demonizzare gli avversari e quindi intossicare l'opinione.

" Dopo Notre-Dame-des-Landes, questi 50 progetti di sviluppo presi di mira dagli zadisti " , Le Figaro, 5 gennaio.
Per questo ha deciso di creare uno stato di eccezione.

anche se lo stato di emergenza è visto è diventata la regola e per i liberali, a prescindere dalla sensibilità (PS LREM, RS), lo Stato di diritto e la democrazia liberale in senso più ampio sono mere finzioni che si tratta di rimettere in discussione non appena sono in gioco interessi politici, economici e finanziari.

Il contesto è tanto più teso quanto tutti hanno in mente ciò che viene suonato a Notre Dame des Landes. Lo stato non vuole che ci sia altro ZAD in Francia e mette i mezzi per cercare di contenere, anche per soffocare la sfida dove si manifesta. Anticipa anche una possibile vittoria per NDDL e una possibile ridistribuzione di forze militanti non sedentarie verso altri siti.

Un altro importante palo del combattimento, è un laboratorio che propone alternative su base collettiva. Questo cambia il rapporto tra popolazioni, agricoltori, donne contadine e oppositori.

Ciò non significa che queste alternative saranno inevitabilmente anticapitalistiche, ma apre campi di possibilità in cui l'autogestione e un'ecologia emancipativa possono trovare il loro posto.

Larzac, NDDL e perché non Saint-Victor, la cittadinanza e l'anticapitalismo si affiancano e si alimentano di queste lotte. Le opzioni non sono le stesse. Ma il terreno fertile è favorevole ai partigiani di una trasformazione radicale della società. Sta a noi essere presenti, intrecciare legami tra lotte territoriali, lotta di classe e lotte più emancipative e sviluppare solidarietà ovunque.

Reinette reinette, con AL Aveyron

[1] Il suo blog: http://douze.noblogs.org

[2] Vedi anche " Vento industriale, un business delle reti " , Alternative Libertaire, febbraio 2017.

http://www.alternativelibertaire.org/?En-Aveyron-resister-en-elargissant-les-luttes
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it