A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) alas barricadas: Contro il patto sociale della miseria salariale -- Confederazione sindacale dei lavoratori Solidarietà (ca, en) [traduzione automatica]

Date Tue, 2 Jan 2018 08:57:18 +0200


Viviamo in un paese in cui gli stipendi sono aumentati del 5% negli ultimi dieci anni, mentre i prezzi sono aumentati del 13,7%, il che significa che gli stipendi hanno perso oltre l'8% nell'ultimo decennio. di potere d'acquisto. In realtà abbiamo abbassato i salari con la scusa della crisi. E questo non significa che la parte del reddito nazionale detenuta dai capitalisti sia stata aumentata: uno su due euro della nuova crescita sarà remunerato alla capitale. Con la crisi hanno perso 30.000 milioni di salari ma i profitti sono aumentati di 14.000 milioni. La classe operaia perde potere d'acquisto e dal 2011 i salari medi sono rimasti stagnanti: l'effetto ricercato con le riforme del lavoro approvate dai socialisti e dai popolari nel 2010 e nel 2012.

E 'in questo contesto che i sindacati di maggioranza, datori di lavoro e il governo gettano le campane con l'annuncio di un aumento di differita e condizionati il salario minimo per i prossimi anni. L'aumento è 4% per il 2018, 5% per il 2019 e 10% in 2020. Ma anche se può sembrare altrimenti non contenuta all'euforia delle burocrazie del CCOO e UGT, questa misura non è altro che un'illusione tremendamente limitata. Ed è per i seguenti motivi:

-L'aumento è legalmente condizionato a un aumento del PIL di oltre il 2,5% nei prossimi anni e 450.000 nuovi posti di lavoro vengono creati ogni anno. Le previsioni di aumento del GIP dell'Unione Europea e del Governo per il 2019 sono inferiori a tali importi e, nel caso del 2018, si spostano nello stesso limite (tra 2,3 e 2,6 secondo un rapporto inviato da il governo a Bruxelles e il 2,4% secondo la Banca di Spagna). Ciò lascerebbe senza effetto gli aumenti più forti, quelli del 2019 e 2020.

-L'aumento non è esteso ai salari e ai benefici pubblici che, in base al contratto collettivo o alla legge, fanno riferimento allo SMI.

-La possibilità che il provvedimento avvantaggi tutti i lavoratori, trasferendo l'aumento delle retribuzioni ai lavoratori coperti dagli accordi, è molto limitata. L'anno scorso, nonostante l'aumento dell'8% nella SMI, i salari concordati nell'accordo non sono aumentati oltre l'1,4% e gli stipendi medi sono stati dello 0,4%. In ogni caso, al di sotto dell'inflazione, che era dell'1,5%. Le ultime riforme del lavoro hanno dinamizzato la contrattazione collettiva, indebolendo le possibilità per i lavoratori di avanzare negli accordi. E questo è il tuo risultato.

-La crescita della SMI per i lavoratori a tempo pieno lascia fuori dalla massa crescente di più lavoratori precari, con contratti part-time per poche ore, lavoratori temporanei sottoposti al costante ricatto del mancato rinnovo del contratto, persone costrette a l'economia irregolare, i falsi lavoratori autonomi, i lavoratori in formazione, ecc.

Ed è che lo scenario sociale di questa Spagna all'inizio del 21 ° secolo è spaventoso: 14 milioni di lavoratori poveri (che, pur avendo un lavoro, non possono uscire dalla povertà), dal 201 oltre 1,8 milioni famiglie con tutti i loro membri disoccupati, un tasso di copertura delle indennità di disoccupazione che non raggiunge il 56% e un tasso di povertà di oltre il 22% della popolazione. E, naturalmente, attacchi contro il diritto di sciopero (come il recente divieto di sciopero degli operai di Barajas) e l'aumento della repressione nella sfera pubblica, nelle strade e nei posti di lavoro.

Questa è l'eredità dei alleanze del sindacalismo di governo e burocratico con il governo e datori di lavoro negli ultimi anni: la flessibilità del lavoro, il licenziamento a basso costo o gratuiti, diffusa insicurezza, l'espansione di nuove forme di sfruttamento, insicurezza fisica e gli incidenti, la povertà, i tagli sociali ... Anche in tal modo, questo aumento di differita e condizionato lo SMI loro piacque perché permette loro di continuare questa dinamica del patto sociale, la smobilitazione e la resa garantendo il loro status di partner accettate dal sistema. Di rappresentanti ben pagati di una classe lavoratrice che hanno lasciato indietro. Aiutano i datori di lavoro a gestire il conflitto sociale e patti di questo tipo faccia cercando di far finta di fare qualcosa per i lavoratori che li alimentano lavato.

Ed è che i lavoratori possono solo aspettarsi buone notizie dalla propria assemblea e dalla propria auto-organizzazione. Sindacalismo combattivo, che non è altro che la forma adottata in molti luoghi dalla cooperazione tra i lavoratori (piuttosto che dai burocrati) per combattere e difendere i propri diritti. Dalla base e dalla lotta. Cercando di risolvere i problemi che abbiamo come classe, non cambiando il nome e abbellendo la realtà, ma con l'azione. Azione diretta e organizzazione.

Da Solidaridad Obrera chiamiamo i lavoratori alla lotta, all'organizzazione, alla costruzione di alternative sindacali e non siamo ingannati dai canti delle sirene del sindacalismo pseudo-burocratico, dei padroni e dei governi. Di fronte allo scoraggiamento, all'azione. Di fronte all'impotenza, all'organizzazione. Affrontare le bugie del sistema e dei suoi portavoce, cooperazione e solidarietà. Insieme siamo forti.

La lotta è l'unico modo.

Confederazione sindacale dei lavoratori Solidarietà

Madrid, 27 dicembre 2017

http://alasbarricadas.org/noticias/node/39431
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it