A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) alas barricadas - cnt catalunya: La bruma ritorna nella città di Pisuerga. Comunicato del gruppo anarchico Cencellada (ca, en) [traduzione automatica]

Date Tue, 26 Dec 2017 09:21:34 +0200


Dopo una serie di dibattiti e di condivisione interna da parte del gruppo anarchico Cencellada, riteniamo necessario riprendere la nostra attività politica nel particolare territorio in cui abitiamo. Essere consapevoli dei cambiamenti, i problemi sociali attuali e in continuo movimento contesto politico in cui ci muoviamo, abbiamo continuiamo con la necessità di lavorare nel diffondere le idee anarchiche e nel tentativo di attuarle, perché ci rendiamo conto che gli anarchici, le loro pratiche, le loro teorie e metodi hanno molto da dire e contribuire alla società, nel tentativo di trasformazione strutturale per porre fine tutto ciò che ci opprime e limiti. ---- Dalla strada al Parlamento. Alcune considerazioni sull'attuale futuro politico ---- Negli ultimi anni abbiamo visto come, dopo un periodo di grande attivismo e mobilitazioni più diffuse animate dal 15M, le varie lotte siano state canalizzate attraverso il percorso istituzionale, svuotando le strade. Questa pacificazione delle lotte, sia per la ripresa istituzionale, sia per la stanchezza e l'esaurimento delle dinamiche ripetitive, non insignificanti, ha generato una situazione di sconforto e letargia nei movimenti sociali in generale.

L'ingresso alle istituzioni di diversi progetti politici più o meno alternativi è servito a realizzare i limiti del macchinario dello Stato. Pur essendo una parte interna della macchina, ci sono dei soffitti di vetro che sono chiusi con mezzi istituzionali e, come già sapevamo, non li lasceranno rompere . Siamo consapevoli del ruolo del potere e delle sue istituzioni pubbliche, che servono solo a controllare quelle questioni che, a nostro avviso, dovrebbero essere gestioni collettive, orizzontali e dirette. Nella nostra città, Valladolid, viene visto come " il municipio del cambiamento"Non ha la capacità di risolvere tutti i bisogni del vicinato, generando un clima di malcontento e disorientamento perché non ci sono, in linea di principio, altre alternative, e inoltre, rendendo difficile la creazione di queste basate su multe, precarietà e incoraggiando" la partecipazione cittadino "commercializzato, elitario e non reale.

Con tutto questo e dopo un paio d'anni segnati da una tendenza alla smobilitazione sociale, negli ultimi mesi è emersa una vecchia affermazione che, anche per un breve periodo di tempo, ha messo sotto controllo uno stato spagnolo sempre più illegittimo , almeno, in uno dei suoi territori più importanti. Comprendiamo che l'analisi di ciò che è accaduto negli ultimi mesi in Catalogna non corrisponde a noi, ma tuttavia riteniamo necessario cercare di capire le sue ripercussioni sia a Valladolid che nel resto del territorio castigliano.

Senza la pretesa di questa dichiarazione è di fare una discussione approfondita e dettagliata di questo argomento, noi vogliamo sottolineare un dato significativo: a guardare la commozione con qualche punto di vista ciò che al di là del territorio della Catalogna sta diventando chiaro è che in Hanno chiamato "la Spagna" c'è un conflitto latente che si trascina almeno dalla caduta del regime di Franco e non può continuare a nascondersi. Ed è che la transizione non ha significato una rottura con il regime precedente, come sosteneva la stragrande maggioranza della popolazione. In nessun momento le responsabilità sono state purgate o un processo di riparazione promosso per tutte le atrocità subite / commesse durante quarant'anni di dittatura fascista.

Oltre l'orizzonte: la vita e l'abisso

La congiuntura sociale che ci circonda ha le sue radici in una crisi di civiltà verificata. Possiamo passare dallo scandalo allo scandalo o riprendere la strada per un pianeta abitabile e per una vita libera. Per questo dobbiamo affrontare la visione del futuro decadente immerso in una dinamica caotica e distruttiva, causata dall'espansione illimitata del valore capitalista. Detto questo , il dovere del movimento libertario è di rilanciare le utopie in cui libertà e vita sono il centro e chiarire l'impossibile relazione tra la sostenibilità della vita e l'attuale logica produttivistica che viene mantenuta attraverso la spoliazione dei territori e l'opera invisibile di soggetti storicamente femminili.

Toccato ma non infossato

Vogliamo riflettere sulla situazione attuale dell'anarchismo nella penisola di essere consapevoli di dove veniamo e dove andiamo, nel tentativo di continuare a far parte di un movimento libertario che il dialogo e si adatta alla realtà che vive in un tentativo di auto-affermativa di non rinunciare ai suoi principi di base.

Dopo i recenti attacchi repressivi da parte dello Stato a diversi gruppi e individui anarchici nella geografia peninsulare, il nostro movimento politico è stato perseguitato e criminalizzato un livello che non si vedeva da alcuni anni, con una serie di operazioni di polizia che cercano desestructurar le reti politiche e di affinità esistenti, oltre a generare allarme sociale e alimentare l'immaginario collettivo con il link "anarchici-terrore". Essendo consapevole delle conseguenze che ha avuto per il movimento libertario e della risposta che ne è stata data, comprendiamo che l'anarchismo non è al suo meglio, sebbene prima di queste operazioni repressive non lo fosse. Nel tentativo di adattarsi ai tempi, i diversi individui e collettivi hanno cercato di riformulare il loro discorso cercando di accedere ai problemi quotidiani e cercando di vedere come possono essere affrontati dalla pratica e dal pensiero anarchici. Le realtà di ogni territorio sono diverse e ogni situazione particolare ha il suo contesto in cui svolgere la sua lotta politica.

Come anarchici, continuiamo a organizzarci per portare avanti la trasformazione sociale che desideriamo basata su metodi e idee che consideriamo utili e necessari. Siamo consapevoli della situazione in cui ci troviamo e in quale direzione vogliamo dirigere i nostri sforzi e i nostri obiettivi. Per questo motivo continuiamo a lavorare come gruppo di affinità anarchico per fornire dalla nostra visione particolare alcuni strumenti in modo che il cambiamento sociale di base che vogliamo sia un po 'più praticabile.

Valladolid. Dicembre 2017

http://alasbarricadas.org/noticias/node/39396
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it