A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) Coordination des Groupes Anarchistes cga-lyon: Contro la violenza maschile, la solidarietà femminista! (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Sun, 26 Nov 2017 08:42:56 +0200


Il 25 novembre si celebra la Giornata contro la violenza maschile per denunciare le violenze quotidiane perpetrate dagli uomini contro le donne. ---- Il 20 novembre si tiene il Transgender Day of Remembrance per commemorare i transessuali assassinati. ---- Se questi due giorni vengono spesso presentati in modo completamente disgiunto, ci sembra che si uniscano molto. Entrambi hanno origine l'omicidio di donne: Patria, Minerva e María Teresa Mirabal, assassinato 25 novembre 1960 dal dittatore Rafael Trujillo Dominicana republice, per la giornata contro la violenza maschile; Rita Hester, assassinata il 28 novembre 1998 e il cui assassino rimane sconosciuto, per il giorno del ricordo trans. La stragrande maggioranza delle persone transessuali assassinate sono donne, la maggior parte delle quali è razzializzata e quasi tutti gli assassini sono uomini; e se la componente transfobica è ovviamente presente in questi omicidi, hanno anche un carattere misogino. Allo stesso modo, se la violenza maschile colpisce tutte le donne,

In effetti, la violenza maschile non è il lavoro di pochi individui violenti, ma un modo per mantenere il patriarcato, vale a dire il dominio degli uomini sulle donne. Lesbophobia, bifobia e transfobia non sono separabili dal patriarcato, ma ne fanno parte integrante. Servono per portare in fila o eliminare le donne che non seguono il modello patriarcale. Assegna individui a un genere in base al loro sesso di nascita e stabilisce l'eterosessualità come norma. In questo modello, le donne lesbiche e transessuali possono essere considerate solo fantasie per uomini eterosessuali o come mostri da eliminare o "correggere" perché non sono "donne vere".

La violenza maschile non è libera o cieca, ma serve a mantenere lo sfruttamento delle donne da parte degli uomini: il lavoro domestico (dove le faccende domestiche, l'educazione dei figli, il lavoro emotivo, ecc., Sono per lo più per le donne), appropriazione di corpi di donne da parte di uomini (stupro, violenza sessuale, ingiunzioni sessuali, ecc.), disparità salariale e occupazione precaria.
La violenza degli uomini contro le donne è ovunque: a casa, in strada, al lavoro, nei trasporti, a scuola, dal dottore, ecc. Questi omicidi uccidono ogni giorno, ma questi omicidi vengono presentati come "notizie" o "drammi familiari" piuttosto che come un meccanismo sistemico. La polizia e la giustizia patriarcale coprono questa violenza: quando le donne si lamentano, vengono spesso ridicolizzate, interrogate, giudicate in base al loro comportamento o ai loro vestiti, e il più delle volte i procedimenti contro gli aggressori non riescono. Viceversa, quando le donne si difendono, a volte sono condannate per non essere autorizzate a farlo. E quando gli agenti di polizia attaccano il loro compagno o ex compagno con la loro arma di servizio,

Di fronte alla violenza maschile e al patriarcato, è urgente sviluppare solidarietà solidale. Solidarietà femministe che includono tutte le donne e tengono conto delle altre oppressioni che subiscono, siano esse il capitalismo, la lesbofobia, la transfobia, il razzismo, l'antisemitismo, l'islamofobia, il validismo, il lavoro del sesso / prostituzione, ecc. Solidarietà femministe per riconquistare il potere sulle nostre vite e sui nostri corpi, per acquisire fiducia in noi, per imparare a dire di no, per difenderci, e per combattere per costruire insieme un mondo senza oppressione.

Sì, ma sta peggiorando nella manica, i giorni brutti finiranno

E attenti alla vendetta quando tutte le donne arriveranno!

Vi invitiamo a partecipare all'evento femminista non misto il 24 novembre a Lione (dalle 19.00 a Terreaux), seguito da una manifestazione nella corsa mista .
https://rebellyon.info/Contre-les-violences-faites-aux-femmes-la-18398%20(20h%20%E2%80%93%20Place%20de%20la%20Com%C3%A9die)

http://cgalyon.ouvaton.org/spip.php?article254
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it