A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) usi-ait - Trieste: Privatizzazione dei servizi educativi

Date Sat, 28 Oct 2017 09:17:39 +0300


Trieste: lavoratrici e lavoratori comunali in lotta ---- A Trieste, caso raro in Italia, le strutture educative comunali sono molte: oltre a diversi asili nido e scuole dell'infanzia (queste ultime soddisfano la quasi totalità della richiesta da parte delle famiglie), vi sono i ricreatori, che accolgono un'utenza fra i 6 e i 16 anni e fungono da dopo-scuola e spazi gioco. In tutte queste strutture operano circa 800 lavoratori, fra educatori e ausiliari, di cui più di 150 precari ---- Ad agosto, in maniera rapida e unilaterale, sono stati esternalizzati i servizi degli ausiliari in due scuole dell'infanzia: una precisa scelta politica da parte della giunta guidata dal sindaco Dipiazza, che in campagna elettorale aveva sbandierato la difesa della gestione diretta e la volontà di assumere i precari. ---- La realtà è totalmente diversa: da una parte si procede a privatizzare sempre più pezzi del comparto educativo del Comune, dall'altra si chiude ogni spiraglio alla stabilizzazione del personale precario.

Per questo motivo le lavoratrici e i lavoratori sono scesi in mobilitazione.
Dopo aver fatto un presidio sabato 14 ottobre sotto il Municipio di Trieste, lunedì 16 ottobre in più di 100 lavoratrici e lavoratori hanno manifestato sotto il Consiglio Comunale, facendo sentire la propria voce ai consiglieri e agli assessori, chiedendo un incontro con l'assessore all'educazione. Si sono trovate tutte le porte chiuse, senza nessuna possibilità di farsi ascoltare.
Una chiusura che dimostra una volta di più l'arroganza e la falsità di questa giunta, che da una parte promette la difesa delle strutture pubbliche, dall'altra parte procede spedita sugli appalti, bloccando nuove assunzioni e stabilizzazioni.
L'USI Educazione - Lavoratori Enti Locali era presente e continuerà a sostenere in modo attivo la mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori del Comune di Trieste, in nome dell'azione diretta e del rifiuto di delegare le proprie rivendicazioni a chicchessia.
Non ci fermeremo certo qui: la mobilitazione prosegue e sapremo gridare più forte.
USI Educazione - lavoratori enti locali - Tieste

http://www.usi-ait.org/index.php/usi-educazione/1432-privatizzazione-dei-servizi-educativi
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it