A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL - 13 ° Congresso (Nantes, 3-5 giugno 2017),L'umanità nel mondo vivente (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Sun, 2 Jul 2017 08:29:49 +0300


Dal momento che lo sviluppo di Alternative Libertaire collettivamente un pensiero e politica ecologica risposte alla crisi ecologica che va, essi sono strutturati intorno a una certezza: " emergenza ecologica è fuori del capitalismo ." Un ecologica anti-capitalismo resta da inventare. ---- Ciò significa integrare la questione ecologica a tutti i nostri analisi. ---- La conservazione del modo di produzione capitalistico richiede che il "linguaggio comune " chiamato crescita. Ciò si traduce in intensificazione dello sfruttamento del processo di lavoro umano ; per esclusione massa imposto ad una parte crescente della popolazione ; ed un saccheggio delle risorse del pianeta e la distruzione di equilibri dinamici vita, inclusi i saldi che la specie umana appartiene. Si parla di equilibrio dinamico, perché le specie e gli ecosistemi stanno cambiando e in continua evoluzione, in base agli sviluppi interni del caso, o cambiamenti nelle condizioni di vita (cambiamenti geologici e climatici, per esempio).

La nostra denuncia del progetto capitalista deve fermare la pretesa della classe capitalista di sfruttare il lavoro di alcune delle classi dominate e di escludere l'altro accesso partito al lavoro e la soddisfazione dei loro bisogni. E allo stesso modo, si deve affrontare il possesso e la gestione delle risorse illimitate mondo vivente e incuria che continuamente sconvolgono e in tutto l'equilibrio dinamico vivente. Per la manutenzione dell'economia capitalista richiede un continuo auto-espansione del capitale e quindi sia aumentando la produttività e aumentando saccheggi e distruzione della biosfera.

Un nesso inscindibile tra lo sviluppo incontrollato dei mezzi di produzione, lo sfruttamento capitalistico del lavoro umano, l'esclusione di una parte significativa della popolazione e il processo di mercificazione di tutta la vita.

Sotto il capitalismo è impossibile risolvere sia la crisi ecologica che richiede una padronanza e autolimitante al livello complessivo di produzione e consumo e la crisi economica che richiede il contrario. Superando un necessariamente comporta aggravare l'altro e viceversa. Dobbiamo quindi denunciare le illusioni di correnti politiche - riformiste o rivoluzionarie - che si trovano nel campo del capitalismo dal volto umano, sia a sinistra chiamato " radicali ecosocialisti" o in diminuzione.

La nostra strategia di lotta contro il capitalismo è a doppia canna: contro lo sfruttamento e l'esclusione che richiede la stragrande maggioranza degli esseri umani con il suo materiale addetto e miseria morale, la violenza e l'alienazione, nonché insieme contro distruzione imposto l'ambiente, l'inquinamento diffuso, la destabilizzazione del clima e gravi danni alla biodiversità.

La nostra lotta contro lo sfruttamento e l'esclusione è costruito dapprima organizzando classi dominate da auto-organizzazione delle loro lotte e la solidarietà tra gli sfruttati.

Ciò implica che all'interno delle classi dominate solleva la consapevolezza delle conseguenze della crisi ecologica ; che si riflette veramente nel movimento sociale, la necessità di una rottura con produttivismo ; quella battaglia ideologica contro " crescita " è vinta ; lotte quindi contro i licenziamenti sono costruiti in modo coerente in tutto progetti di conversione ; che le indicazioni relative alla riduzione dell'orario di lavoro, le condizioni di trasporto, il diritto alla casa, il diritto a un ambiente di vita pulito e ricco di biodiversità reale, il diritto di vivere e lavorare in paese o area, stanno guadagnando terreno nelle richieste fatte dal movimento operaio ... Allora, cosa ha riunito il requisito per la trasformazione della produzione e del consumo ...

Ma sembra illusorio immaginare una significativa trasformazione del modo di produzione e di consumo senza avanzare in embrioni di costruzione di una società-cons in cui frazioni significative delle classi sociali più bassi possono accedere ai prodotti di un'industria oltre le regole del capitalismo. Ovviamente questi elementi alternativi non saranno, da un processo illusorio di generalizzazione, portare da soli per il rovesciamento del capitalismo. Ma costruito con una convergenza dinamica delle lotte sociali che sostengono la socializzazione dei mezzi di produzione, sono una necessità per creare libertaria immaginario e strutturare un power-cons essenziali per il rovesciamento del capitalismo.

Il nostro progetto sociale: deve anche integrare veramente la nostra volontà di pensare invece che l'umanità, nel mondo vivente, rompendo con la pretesa capitalista dominante e sfruttando l'umanità del mondo vivente. Questo testo si occupa esclusivamente con l'ultimo punto.

Quale posto per l'umanità nel mondo vivente

Una trasformazione del rapporto dell'uomo con il mondo vivente è essenziale per la sopravvivenza dell'umanità e un gran numero di specie animali e vegetali. Lo squilibrio attuale in cui siamo particolarmente sfruttamento e distruttivo della natura, dobbiamo integrarci come collegamento all'interno del mondo vivente, rispettoso delle altre forme di vita, e riconoscendo la diversità, la complementarità e la cooperazione come base per il nuovo equilibrio dinamico nel nostro rapporto con la vita.

Dobbiamo cominciare terminando la visione di un'umanità presunta superiore ad altre specie animali. Il progresso delle scienze della vita ha ampiamente dimostrato oggi che la cultura, l'altruismo, l'intelligenza, linguaggi simbolici, alla coscienza, in ogni cosa breve di quello che l'uomo ha affermato di basare la sua superiorità, non sono la prerogativa dell'umanità. Su molti processi cognitivi, gli animali hanno dimostrato una maggiore capacità degli esseri umani. Tuttavia, presentando l'uomo come un animale " come gli altri " è in contrasto con la realtà: l'Homo sapiens è l'unica specie di sono stati installati negli ecosistemi terrestri quasi tutti ; la complessità delle sue forme di organizzazioni sociali e politiche è senza eguali e dotati di potere distruttivo senza precedenti.

Alla fine, cosa mettere in là, è quanto sostiene l'umano di essere più alto rispetto al resto dei viventi, senza negare il suo luogo specifico nel mondo vivente. Dobbiamo finire con ogni gerarchia di progettazione tra le specie, perché ogni specie, tra cui l'homo sapiens, dipende da tutte le altre specie per la sopravvivenza. Qualsiasi visione utilitaristica della vita è pericoloso perché implica un rapporto di manipolazione rispetto al resto del mondo vivente. Il mondo vivente - vegetali come animali - è questo intreccio di rapporti di competizione e cooperazione tra individui della stessa specie e tra specie diverse.

Oggi non solo di pesca l'affermazione filosofica che gli esseri umani devono abbandonare tutte le forme di dominio su tutte le altre specie animali, con conseguente, se si va fino alla fine della logica, l'abbandono e la caccia ma anche di tutto l'allevamento e la domesticazione. Alternative Libertaire condanna la persecuzione o duro nei confronti di altre specie animali e vanta una significativa riduzione del consumo di carne per garantire un approvvigionamento sostenibile per tutti.

Questo filosofiche echi ancora una parte della storia del nostro potere e non possiamo ignorarlo. E se collettivamente Alternative Libertaire denuncia ideologie riducendo il " altra " cosa umana o animale in quantità, serie di dati da gestire, non sembra opportuno imporre questa filosofia oggi per tutte le condizioni sia culturale, economico e politico non è maturo per un tale cambiamento. Rimarremo condannato molto tempo per gestire le contraddizioni tra la ragionevole benessere della popolazione umana e il rispetto per la vita dei nostri cugini di altre specie animali.

Ovviamente è molto diverso da considerazioni politiche che coinvolgono l'umanità in una ridefinizione della produzione agricola necessaria per garantire dieta proteica sufficiente per tutti gli uomini, tutte le donne e tutti i bambini, che coinvolgeranno necessariamente una drastica riduzione del consumo di carne nei paesi occidentali. Ovviamente è la stessa sulla necessaria evoluzione degli standard di allevamento e macellazione di animali domestici, per rimuovere tutto a che fare poco o nessun abuso di esseri sensibili, specie sostenendo la superiorità illegittima e, in particolare, di porre fine alla allevamento di sistemi di batterie industriali, macellazione alla catena, ecc ..

Infine, a differenza di alcuni correnti radicali che vogliono, il nostro scopo non è e non può essere sostenendo soluzioni per liberare il mondo di tutta la tecnologia umana. Natura incontaminata, priva di ogni azione umana è semplicemente una fantasia. Anche in una regione come la flora e la fauna amazzonica sono stati profondamente modificato dalle attività umane, anche prima dell'arrivo degli europei nelle Americhe. Il futuro che vogliamo è di natura in cui le attività umane possono sviluppare, ma limitata dalla necessità di limitare il nostro impatto sul resto del mondo vivente e la salvaguardia della biodiversità.

Questo futuro condivisa richiede una rottura fondamentale nel modo di immaginare lo sviluppo dell'umanità. In particolare i seguenti problemi vengono risolti:

Terreno in ogni paese, i vincoli necessari per una vera politica di backup e ripristino della biodiversità ed ecocompatibile urbanizzazione ;
i cambiamenti necessari nel settore agricolo in generale (colture, bestiame, silvicoltura, pesca) ;
modifiche necessarie in città, tra cui in particolare la questione della dell'habitat che il rapporto tra habitat e l'organizzazione della produzione. Ciò riguarda la minerario, manifatturiero, edilizia e lavori pubblici, servizi ;
la questione della Organizzazione internazionale del lavoro e le relazioni economiche tra i paesi del sud e del nord.
pianificazione differenziata

Il saccheggio delle risorse, lo sfruttamento dei combustibili fossili senza fine, il suolo piombo artificializzazione l'umanità in un vicolo cieco. Senza cambiamento importante e rapido l'attività umana, la parete potrebbe, purtroppo, essere colpito più velocemente di quanto possiamo immaginare oggi. Probabilmente è solo una questione di pochi decenni ...

Sconti alle Nazioni Unite nel 2005, Millennium Ecosystem Assessment è un report per valutare la portata e le conseguenze dei cambiamenti sperimentati dagli ecosistemi. La sua conclusione principale è che l'umanità ha modificato gli ecosistemi più rapidamente nel corso degli ultimi cinquanta anni dalla sua storia: la distruzione e l'inquinamento degli habitat naturali, l'eccessivo sfruttamento delle risorse naturali, introduzione di specie da un mezzo all'altro e Il riscaldamento causa perdita irreversibile della biodiversità globale.

esperti messicani e degli Stati Uniti in un articolo pubblicato nel mese di giugno 2015 i progressi rivista Science annunciano che il " 6 ° estinzione " è acceso: il tasso di estinzione delle specie a causa di attività umane continua ad accelerare. I suoi rivali di impatto che di cinque crisi biologiche massicce che hanno scandito la storia della vita di 500 milioni di anni - l'ultimo, ci sono 65 milioni di anni, precipitato la caduta dei dinosauri.

Per raggiungere un nuovo equilibrio dinamico con il resto del mondo vivente, l'umanità deve terminare il processo artificiale di tutti gli ecosistemi.

Ciò significa che dovrà attuare differenziato fra direzioni:

le principali aree di abitazione umana, con attività, dapprima industriali ed agricoli anche. In queste attività umane cercano di far parte di un equilibrio dinamico con lo sviluppo di altre forme di vita, anche se è inevitabile che la pressione umana completamente trasformato l'equilibrio della vita.
e aree naturali protette conservano le attività umane legate alle tecnologie industriali.
aree protette, oltre al fatto che non sono ridotti al minimo indispensabile deve consentire santuari esistenti foreste primarie, o almeno quello che resta di essa, ma deve essere stabilito in tutti i continenti e su ciascuno di loro, per quanto possibile, di farlo, si applicano a tutti i tipi di ecosistemi esistenti per consentire il mantenimento della vera biodiversità non solo sulla terra " non necessaria " per l'industrializzazione.

Capire che queste aree protette, oltre a porzioni di superficie, comprenderà anche il lago, fiume costiero e zone marittime in cui non solo tutto l'inquinamento drasticamente opposti, ma ancora, tutte le attività industriali vietati, e ogni altra attività la natura " turismo ".

Per tutte le attività non industriali, come si riferisce alla caccia e raccolta, pesca o cultura tradizionale in equilibrio dinamico con gli ecosistemi circostanti avranno il loro posto oggi come attività agricole, in particolare nel bestiame , parchi regionali nazionali.

Anche le aree protette non possono essere ridotti ad una serie di santuari isolati l'uno dall'altro, sia in relazione alla sfida di mantenere la biodiversità. Il mantenimento di un flusso di flora e fauna di una zona protetta all'altra sarà ovviamente una grande sfida. continuità territoriale sarà difficile da aggirare. Tuttavia compromessi accettabili devono essere concepite per salvare tutte le potenzialità della biodiversità sulla terra.

La gestione di queste aree protette inserirà una doppia alimentazione. Da un lato le persone che vi abitano saranno organizzati al fine di gestire le risorse ritiri operano nel loro ambiente, come hanno sempre fatto. D'altra parte, il coordinamento internazionale fisserà obiettivi generali per le aree protette, sostenendo le popolazioni locali nella realizzazione di questi obiettivi.

Una nuova rivoluzione agricola

Riguardo aree agricole, va detto che al loro interno, una nuova rivoluzione agricola deve essere attuato sulla base di riforma agraria. La proprietà collettiva della terra in cui es interessate lo desiderano, o ridistribuzione di riqualificare l'agricoltura contadina deve essere attuata per aumentare il numero delle aziende agricole e l'installazione di un gran numero di agricoltori e contadini. condizione essenziale per garantire una produzione e sovranità alimentare diversificate su piccole regioni.

Questo porrà fine alla specializzazione agricola di intere regioni e di ridurre l'esportazione di prodotti agricoli quando sono un ostacolo all'autonomia alimentare locale.
Le forme delle aziende agricole hanno un impatto diretto sulla biodiversità e qualità del suolo. Prendiamo l'esempio di consolidamento che ha causato la distruzione della forma boschi riducendo conseguentemente siepi biodiversità (e continuità hanno offerto) agevolando lisciviazione e suolo desertificazione.

Un cambiamento fondamentale nelle pratiche di allevamento deve essere in atto per garantire l'assenza di inquinamento ambientale, la qualità della produzione alimentare e preservare la salute dei lavoratori della terra. L'obiettivo è lo sviluppo di un innovativo e diversificato l'agricoltura contadina che assorbirà i grandi cambiamenti climatici che avverranno: le innovative tecniche di agricoltura biologica, l'uso di varietà robusta, consociazione, controllo biologico, l'agricoltura mista, no-till agricoltura per la lotta contro l'erosione del suolo, permacultura, differenziato di gestione sono tutti i percorsi per lo sviluppo e per alcuni generalizzare. La scomparsa di pesticidi sintetici e la drastica riduzione di concimi chimici saranno le condizioni di questa nuova agricoltura.

Il nuovo modello agricolo descritto nel paragrafo precedente necessariamente portare ad uno sviluppo di grano e leguminose destinate al consumo umano e di una diminuzione della produzione di carne e biomasse per uso energetico.

agricoltura contadina ed ecologica richiede più lavoro di quanto agroalimentare. Un significativo processo di ritorno alla campagna inizierà necessariamente. Ma ogni volta che la meccanizzazione sarà compatibile con le esigenze della nuova agricoltura e dei vincoli ecologici e che salverà il lavoro umano, che sarà attuato.

Per quanto riguarda la pesca, la prima decisione è il divieto di pesca industriale, misura indispensabile per fermare l'eccessivo sfruttamento degli oceani. Pesce necessariamente diventare una merce rara, tranne ovviamente nelle zone costiere. Analogamente silvicoltura sarà sottoposto ad almeno due esigenze: innanzitutto, la scelta di specie adattate alle foreste interessati, per la manutenzione o lo sviluppo della biodiversità locale, e dall'altro di gestione sostenibile, non consumare più ogni anno rispetto alle foreste si verificano allo stesso tempo.

Un urbanistica, habitat fondamentalmente trasformate

Moderna pianificazione urbana ha provocato una raffica di funzioni: lavoro, vivere, giocare (tempo libero). Il movimento fatto il collegamento tra queste tre funzioni. In sociologia urbana, si è scoperto che la capacità di muoversi aumenta in quanto ha diversi capitale culturale, sociale e relazioni economiche. Retrocessione solo nelle aree residenziali troppo spesso impedisce di auto-organizzazione e di assegnare le persone e gruppi in residenza. Di conseguenza, l'ambiente quindi la pianificazione deve promuovere severe restrizioni di viaggio con la creazione di quartieri, città, città intensi e complessi in cui sarebbe quindi vivere e dove il movimento non è più un requisito, ma un'opzione aperta a tutti.

Infine, in una società egualitaria, l'organizzazione di nuove città strutturato attorno alle istituzioni di potere e di servizi organizzati per le classi abbienti, scompaiono. Una nuova organizzazione multipolare andrà a posto, che unisce in una zona ristretta, vale a dire in un quartiere, una serie di residenze e aree produttive, pubblica istruzione e servizi sanitari, luoghi cultura, orti comunitari - permettendo lo sviluppo dell'agricoltura e della piccola agricoltura urbana - dai parchi di divertimento, in impianti sportivi, spazi di scambio e / o la distribuzione di prodotti di miglioramento ... notevolmente la vita quotidiana e riducendo drasticamente i costi energetici legati al trasporto quotidiano.

Stiamo assistendo ad un triplice fenomeno da un lato una " desertificazione " molti territori, d'altra parte una crescita delle città e megalopoli, infine, le zone " rurbanisées fenomeno" legato sia per l'esclusione dei poveri è in 'aspirazione a vivere in un 'quadro naturale .' Un armonico sviluppo dei territori, che collega sociale, economia, ecologia, dovrebbe vedere la rivitalizzazione emergente di città e villaggi come risultato una diminuzione della popolazione e peso economico delle città.

Tuttavia, per lungo tempo, le città rimarranno le principali aree di abitazioni e di attività industriali. E ', ovviamente, non fare posti di inquinamento e di spreco di risorse. Proprio quello che sarà luoghi in cui si riconoscerà che la biodiversità può essere basso. Ma le rivoluzioni implementato, nel settore dei trasporti, nel tipo di consumo e di produzione, saranno massicciamente modificare questi territori per rendere più vivibili gli spazi per gli esseri umani.

Noi crediamo che i principali cambiamenti riguardano necessariamente l'habitat. Ciò influisce materiali progettati da fonti rinnovabili costruendo e per rispettare l'ambiente nella loro produzione e integrazione di tecniche che fanno di alloggio o di energia produttori non energetici utilizzando fonti rinnovabili di energia locale, solari , idroelettrica, eolica.

Ma all'interno di una società unita e ad alta efficienza energetica, le strutture di abitazioni si modificano (o modificare la struttura ...) le " singole unità " verranno integrati all'interno dei blocchi residenziali attraverso la condivisione di molti servizi e strutture che avrà ragione non è più necessario essere presenti in ogni singolo contenitore (lavanderia, bricolage, sala comune con attrezzature audio-visive, computer, giochi da tavolo e attrezzature sportive, sala riunioni di persone, biciclette .. .). Queste diverse forme di messa in comune consentono anche una vera e propria amicizia, gli scambi più ricchi, che termina l'isolamento nelle grandi città.

Struttura sarà totalmente riqualificata per incoraggiare l'interazione sociale. In ogni distretto verrà installato una rete sale riunioni, aperte ad associazioni e le tendenze politiche che favoriscono una comunità intenso e la vita politica. I movimenti all'interno dei quartieri e tra questi saranno limitati alle biciclette e mezzi pubblici, tram, metropolitana, autobus, le cui reti saranno sviluppati, i programmi su misura per le esigenze dei residenti e gratuitamente.

gestione dei rifiuti urbani sarà reinventata: prodotti riciclabili, imballaggi quasi proibito, compostaggio diffusa, lo sviluppo di impianti di trattamento delle acque reflue all'interno di aree idonee (fitodepurazione). Lo sviluppo di una piccola agricoltura urbana, rivegetazione delle città, edifici di vegetazione sono questioni importanti per migliorare la qualità dell'aria e del suolo e combattere l'aumento della temperatura nelle città.

Sarà lo stesso per l'uso del suolo totale di ciascuna area e equilibri fra le varie regioni del pianeta. Una smantellamento della metropoli, il cui sviluppo è una deriva legata alla organizzazione gerarchica ed egualitaria della società di classe, naturalmente tenere in favore di una distribuzione più omogenea della popolazione e dei lavoratori di installazione più vicino luoghi di disponibilità di materiali e di energia utilizzati nel lavoro.

Questi cambiamenti comportano anche da una trasformazione dell'apparato produttivo, soprattutto per quanto riguarda l'organizzazione internazionale dei rapporti di lavoro ed economiche tra i paesi del Sud e del Nord. Su queste questioni fondamentali da un punto di vista ecologico, ci riferiamo in primo luogo per il testo approvato nel 2006 presso l'VIII ° Congresso di Alternative Libertaire dal titolo " Affrontare la sfida ambientale, tre rivoluzioni sono necessari ", e in secondo luogo a il testo adottato nel 2012 al XI ° convegno dal titolo " contro il libero scambio: l'autonomia produttiva ."

Tentativo qui per definire l'estrazione, la fabbricazione, la costruzione o servizi che operano all'interno di una tale società è priva di senso. L'unica cosa che posso dire è che sarà il risultato di decisioni che incorporano i requisiti in parte contraddittorie tra sostenibilità per la biodiversità di queste attività, soddisfare le esigenze di tutti gli uomini, donne e bambini, definendo queste esigenze ... in ogni caso sarà una ricerca perpetua di equilibrio tra ciò che gli esseri umani possono fare in modo permanente sulle risorse del pianeta e la soddisfazione dei desideri umani. Anche emissione di vapori tossici attività produttive saranno rigorosamente controllati dai comuni in cui si trovano, sia degli importi ammissibili di rifiuti che in queste versioni aree di dispersione.

Quello che sappiamo è che interi settori dell'economia capitalistica scompaiono, in particolare tutto ciò che riguarda la mercificazione della vita, il controllo della classe sociale dominato, alla pubblicità, alla sovrimballaggio, il proprietà privata dei terreni, fabbricati e impianti di produzione, le produzioni del mercato azionario e di dominio della finanza riservati alle classi sociali privilegiate, trasporto imposto classe sociale quotidiana dominata ... e 'una parte importante le attività umane che devono andare, permettendo rapidamente sia una riduzione dell'impronta ecologica, la fine di esclusione sociale e di una significativa riduzione del tempo di lavoro.

Un modo o nell'altro, la questione della demografia umani peserà in bilico. Sappiamo che oggi la questione problema in avanti. Per implicitamente chiedere equilibrio demografico può riferirsi a presupposti razzisti che rendono i luoghi responsabilità sui popoli meridionali. Ricordiamo che la crisi ecologica è il prodotto del capitalismo internazionale.

Che popolazione umana sulla terra si può resistere ? Abbiamo una certezza: sarà necessario trovare un equilibrio tra le risorse consumate, capacità di rigenerazione di queste risorse e di vita decente per gli esseri umani. L'umanità non può crescere all'infinito. Ma sappiamo che la stabilizzazione della popolazione l'umanità richiede un fattore fondamentale: il processo di liberazione delle donne, per l'istruzione delle bambine, il diritto di tutte le donne a controllare i loro corpi, la lotta contro ogni tipo di violenza contro le donne , libero accesso alla contraccezione e l'aborto, l'uguaglianza economica, sociale e politica tra donne e uomini.

Quindi, per concludere, come la lotta ecologica è inseparabile dalla lotta contro il capitalismo, è inseparabile dalla lotta per la liberazione delle donne a livello internazionale.

http://www.alternativelibertaire.org/?L-humanite-au-sein-du-monde-vivant
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it