A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #271 - La violenza della polizia: Hocine morto per niente! (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Thu, 6 Apr 2017 10:37:01 +0300


Tra troppi crimini della polizia includono l'omicidio di Hocine Bouras, 23, morto per un proiettile sparato a distanza ravvicinata. L'ufficiale di polizia incaricato ovviamente beneficiato di non-luoghi. ---- Hocine Bouras era 23. E 'morto ammanettato sulla A35 Colmar-alta 26 Agosto 2014, con un proiettile in testa sparato a distanza ravvicinata da un poliziotto volontario durante il suo trasferimento dalla prigione Elsau a Strasburgo TGI Colmar. Hocine, detenuto in custodia cautelare, è stato quello di essere ascoltato perché sospettato di cercare di rubare una pistola palla veloce. Questo per quanto riguarda i " trasgressori ultimi " della vittima. ---- Il poliziotto sarà subito spostata nel custodia e sotto inchiesta dalla procura. I fatti saranno legalmente qualificati come " la violenza volontaria causando la morte senza intenzione di uccidere ." L'autodifesa non è quindi stabilito o " fatto ".

Il gendarme essersi auto-difesa, se non incriminato sarà posto sotto lo stato testimone assistito. Pertanto concesso costruzione giuridica, il suo senso di colpa sarà escluso a priori fin dall'inizio delle indagini. La corte deciderà quindi a suo favore due volte pronunciando equivalente non c'è bisogno di cadere le accuse, che segna la sospensione del procedimento, lasciando la famiglia alle sue domande e di piangere.

La versione dei due gendarmi presenti è questa: Hocine, ammanettato nella parte anteriore, sarebbe improvvisamente diventato isterico (mai indagine stabilirà) e aggredito il poliziotto seduto accanto a lui a rubare la sua arma. Il poliziotto conducente avrebbe fermato il veicolo e ha tentato di controllare Hocine con la sua bacchetta, senza successo. Poi estrasse la pistola, sparando a bruciapelo a Hocine.

Anche se la ricostituzione giudiziaria non è stata in grado di confermare la versione della polizia - anche dimostrando che il conducente avrebbe potuto gestire la situazione senza utilizzare la sua arma - una questione chiave sollevata nelle conclusioni è stato ignorato dal giudice . Un testimone ha testimoniato infatti qu'Hocine stato ammanettato nella parte posteriore, invertendo completamente la versione ufficiale. Ostacolato così, Hocine non avrebbe mai potuto commettere ciò che giustifica la pretesa di autodifesa. Questa testimonianza, ancora del tutto invertendo la versione della polizia, non è mai stata presa in considerazione. Hocine sono morti, le sue tracce di DNA sono l'arma e le rispettive testimonianze di poliziotti sono coerenti (a proprio vantaggio). L'autodifesa è successo, ha respinto, caso chiuso.

Minuti falsa, dagli agenti di " forze dell'ordine " sono quasi di routine in questo tipo di storia: testimoniano contro la vittima e invertire i ruoli è il modo migliore per evitare qualsiasi risposta legale senza parlare disciplinato. Allo stesso modo, non esitano a distruggere o alterare le prove direttamente sul luogo del delitto per facilitare la produzione di discorso giuridico che li libera da qualsiasi responsabilità.

Infine, ci sono innumerevoli difese incredibili che risultano forniti ai non-luoghi. Un poliziotto che non esita a perorare auto-difesa, anche quando ha ucciso una persona indietro di 20 metri di distanza, disarmato in aggiunta, è déjà vu. L'autodifesa è il jolly del poliziotto assassino.

uccisione Hocine non è un caso isolato. L'elenco delle persone uccise dalla polizia è lunga, molto lunga, ed i nomi in essa contenuti sono quasi esclusivamente nomi di persone razzializzate (non bianco). Gli esempi abbondano.
La copertura mediatica acritica di questi omicidi dà un grande posto alla polizia e il discorso giudiziaria (per conto della sacrosanta " l'obiettività " senza dubbio) e mai si occupa del problema di fondo razzista. Tutto è impostato per l'omicidio diventa invisibile e cade nel dimenticatoio. Gli autori non sono mai condannati o puniti. In mezzo a loro, sono visti come vittime o eroi.

La famiglia Hocine ha avuto il coraggio di testimoniare pubblicamente e di mobilitarsi per la verità sulla sua morte è fatto. Lei ha sempre mantenuto la sua fiducia in un processo e non solo nella giustizia. Lei mostra quindi più degna rispetto alla giustizia francese respinto dichiarando la colpa di Hocine.

Nel frattempo, la battaglia legale continua, la famiglia ha deciso di presentare un ricorso. Non c'è giustizia, non c'è pace ! Per Hocine e tutte le vittime di reati di polizia !

Paul (AL Alsazia)

http://www.alternativelibertaire.org/?Violences-policieres-Hocine-mort-pour-rien
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it