A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #270 - Aurelien Barrau (astrofisico), sul benessere degli animali: "L'empatia è essenziale nella nostra scelta" (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Mon, 3 Apr 2017 09:58:05 +0300


Il danno ambientale per la produzione animale, il benessere degli animali, tema specismo ... Il dibattito sul consumo di carne riemerse con forza negli ultimi anni, e anche attraverso le correnti rivoluzionarie[1]. Intervista a Aurelien Barrau , astrofisico impegnato a diritti degli animali. ---- Alternative Libertaire: "Se dovessimo raggiungere la felicità di tutti coloro che indossano figura umana e destinare a morte tutti i nostri compagni che indossano museruola[...]certamente non avrebbe raggiunto il nostro ideale. Da parte mia, ho comprende anche gli animali nella mia socialista affetto solidarietà ", ha scritto il geografo anarchico Elisee Reclus. Quali sono i legami tra la liberazione animale e l'emancipazione dell'umanità? ---- Aurelien Barrau: Bella Reclus, autentico cittadino del mondo! Credo, infatti, che, per escludere gli animali da "ideale socialista" è difficile da giustificare. Ciò richiederebbe inventato - come i creazionisti e gruppi di riflessione estrema destra sostenitori - una barriera insormontabile tra umano e umano (vale a dire, uno dei più grandi scimmie) e altri di vita . E 'folle punto di vista scientifico, etico arbitrario di vista. Pertanto, ciò che ha approvato l'idea che il diritto di un essere umano o un essere umano alla vita non può essere soggetta al suo successo sociale o di origine etnica (dire alla sua vicinanza a uno che valuta il valore ) non vi è alcuna ragione di limitare l'approccio a vivere da solo e gli esseri umani che vivono.

L'empatia è essenziale nella nostra scelta. Ma anche gli animali soffrono. Si sentono circa i tormenti subiti - specialmente quelli che infliggiamo su di loro! - Sembra tutto vive in situazione di dolore estremo. Vivono nel loro corpo, che è simile alla nostra. Anche l'esistenza della coscienza, nel senso forte, cohosh è ora in molte specie. È politicamente e intellettualmente incoerente sciolto oggi di escludere gli animali dalla nostra volontà di rispettare.

L'essere umano è un animale onnivoro, così anche carnivoro, carne accadere è non va contro il corso naturale delle cose?

Ci sono infiniti dibattiti sul fatto che le caratteristiche fisiologiche dell'essere umano sono più carnivori o vegetariani. Penso che sia irrilevante per la questione che ci interessa. Natura non ha scopo. E 'indiscutibile che l'essere umano ha il diritto di mangiare animali e piante. Il problema non è di sapere cosa può fare, ma quello che vuole fare. Chi oserebbe giustificare lo stupro o l'omicidio per il fatto che siamo in grado di stupro o omicidio? C'è ovviamente un numero infinito di azioni che sono compatibili con le nostre capacità biologiche che scegliamo di non trasportare. Io non tortura i miei figli, anche se il mio corpo mi permette. L'argomento dovrebbe mangiare animali morti, perché abbiamo la capacità è correttamente insensato. Soprattutto dal momento che è possibile vivere senza deficit, tanto più sano e gustoso, l'alimentazione senza uccidere animali. Tutto è lì.

I punti di vista su questo tema sembrano finalmente evolversi, perché adesso?

L'etica animale spesso va fuori dalla finestra. E 'stato venti anni fa, quando ero interessato a questa domanda, sorrisi nella società di essere troppo marginale. Oggi, abbiamo sorriso come troppo alla moda. Ogni scusa è buona! Credo che cominciamo a capire l'argomento di Robert Badinter contro la pena di morte. Guardò le juré.es diritto negli occhi e ha chiesto loro anche se non e volevano un uomo di essere vivo, con la loro decisione, tagliato in due pezzi. C'è tutto: la speranza facciamo noi, o no, che 60 miliardi di animali vengono tagliate inutilmente ogni anno? Sapendo che, inoltre, non sono nemmeno colpevole di alcun crimine e che la loro agonia saranno molto più dolorosa di quella di uno o una ghigliottina. Credo che le immagini insopportabili di funzionamento macello anche giocare. Quasi nessun mangiatore animale è coerente, fino al punto di guardare a loro e li assume.

Le "religioni del Libro", sono anche responsabili per il nostro rapporto con la vita?

Sì, le religioni monoteistiche hanno la loro parte di responsabilità. Ma la filosofia non è molto indietro. Con alcune eccezioni, i filosofi hanno completamente perso questo. Sentiamo ancora tante discorso stereotipato e l'attaccamento ansioso di "proprio uomo", incapace di pensare alla grande sfida che si apre oggi a noi. E 'un peccato per una disciplina il cui significato è tutto per portarci alla discussione ...

Anche per la mera sopravvivenza della nostra specie, solo un vegetariano minima umanità avrebbe una possibilità di sopravvivenza?

E 'certo che la dieta a base di carne non è solo un disastro per decine di miliardi di animali che decima ogni anno, ma anche per l'umanità. L'industria della carne inquina più di trasporto. Un chilogrammo di carne di manzo richiesta 10 000 litri di acqua. In particolare, mangiare carne di nuovo - di fatto - per scegliere una modalità di essere elitario che, a prescindere dalla immensa etica, non può essere generalizzata a tutti gli esseri umani. E 'quindi un comportamento altamente antisociali. E 'innegabile che il passaggio al vegetarismo e veganismo è anche un gesto politico nel senso più "umano" del termine, necessaria per qualsiasi pensiero sostenendo una sensibilità di sinistra.

"A volte sono davvero deluso per il fatto che molti di noi presumiamo essere militanti radicali non ancora pensare al cibo che mettiamo nei nostri corpi.[...]Io di solito non ricordare che io sono vegan.[...]E 'il momento giusto per parlarne, perché è una componente della prospettiva rivoluzionaria ", ha detto Angela Davis. Cosa ne pensi?

Magnifico Angela Davis! Quando ero un adolescente era chiaro, quando abbiamo dichiarato un vegetariano, che era "medico", non riuscendo a comparire come un matto dolce. Le persone che difendono i diritti dei Noir.es e donne erano ben considéré.es in un passato non così lontano. Sono lieto che questa preoccupazione può finalmente essere richiesto senza diventare emarginazione. In alcuni ambienti anche invertire la tendenza. Alla mensa CNRS dove il pranzo, a volte mi sento un po 'di disagio in coloro che si nutrono di animali morti. Io non mi permetto di fare loro rimprovero esplicito: non si tratta di essere moralisti o predicatorio (e perché io stesso sono tutt'altro che esemplari), ma questo cambiamento di lato possibilità di "vergogna" è significativo. E 'essenziale capire che la lotta per gli animali non è mai opposto alle lotte sociali per l'umanità. Prova a opporsi a loro è un altro trucco del sistema repressivo stiamo combattendo.

Intervista a cura di Nico (AL Moselle)

[1]"Il benessere degli animali è una nozione perniciosa" G n ° 268, gennaio 2017.

http://www.alternativelibertaire.org/?Bien-etre-animal-L-empathie-est
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it