A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #270 - Intervista a Claudine Cornil (1/2): "Un'opera del processo di trasformazione è costruito da un'esperienza concreta" (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Tue, 28 Mar 2017 10:41:06 +0300


Negli ultimi anni, il lavoro di parola è usata indiscriminatamente. Il "valore del lavoro", cara alla destra, la legge con lo stesso nome dello scorso anno, si potrebbe pensare che il lavoro è un valore capitalistico o di un concetto arcaico, una moda della produzione aziendale che il reddito universale Benoît Hamon un sostituirebbe come una soluzione alla crisi che abbiamo di fronte. Eppure il lavoro è il fondamento di ogni società. Allora, cosa c'è di sbagliato? È che il lavoro è diventato invisibile nelle pratiche e discorsi di attivisti sindacali e di sinistra politica. O che cosa progetto di emancipazione può prescindere che cosa è la vita quotidiana della stragrande maggioranza degli sfruttati? Intervista con Claudine Cornil, unione FERC-CGT[1].

Alternative Libertaire: Potrebbe presentarsi in poche frasi? Il vostro sfondo, cosa ti ha portato a far parte del CGT? Il vostro lavoro oggi militante?

Sono un professore di ritiro nelle scuole lo scorso anno. Appena sono entrato nella nazionale di istruzione, mio padre, che era molto impegnata per la CGT, è stato ricordato che, secondo lui, era sempre sindacalizzazione quando si lavora. Ho accettato, ma a quel tempo, quando siamo stati INIT, l'unico sindacato era la SNI[2]. I funzionari SNI Ora che avevo incontrato presso la Scuola Normale e il loro unico discorso, non era di insegnarci a difendere i nostri diritti, ma per ricordarci dei nostri obblighi. Quello che ho subito trovato strano.

Dopo una breve esperienza a FSU unitaria dell'Unione Federazione[3], che ha dimostrato di essere rapidamente clonare SNI, mi sono iscritto al CGT, molto più in linea con i miei valori. Ho fatto non appena si è instits accettati.

Per tutta la propaganda politica e sindacale, l'occupazione è una domanda chiave. Eppure, quando guardiamo alla storia delle lotte sociali, ci rendiamo conto che non è il lavoro che è al centro delle rivendicazioni, ma il lavoro. Nella acronimo CGT con contro la rivoluzione liberale del 1980, ha talvolta avuto la sensazione che la CGT aveva trasformato nelle sue affermazioni e fantasia nella Confederazione generale del lavoro, non il lavoro. Ma c'è qualche anno fa che ha fondato l'esistenza del CGT, l'emancipazione del lavoro. Quello che oggi di questo approccio?

Sì, è vero che la CGT è incentrata sulla difesa del lavoro in cui la disoccupazione è diventata strutturale e che intere sezioni del settore sono stati distrutti con migliaia di posti di lavoro nel 1980 . Questo è il periodo in cui il capitalismo finanziario sta avvenendo. Quello che voglio dire capitalismo finanziario, si tratta di una evoluzione del capitalismo in cui il denaro, dalla speculazione, in grado di produrre più soldi di lavoro e della produzione. capitalismo finanziario distrugge l'economia reale. Questo sviluppo del capitalismo, globalizzato e deterritorializza è accompagnata da un discorso ideologico sulla fine dei lavori per la società del tempo libero ...

È a questo punto che il lavoro così scomparire dalla scena pubblica. Con lui scompare come gli operai, e l'idea che ci è stato storicamente uno scontro tra capitale e lavoro, quindi una lotta di classe. Molti di noi ricordano anni 1980 in Francia, dove le uniche attività professionali stimati e socialmente erano ancora visibili la comunicazione, la pubblicità e le vendite.

In quegli anni, la realtà di un sistema salariale concepito come un "rischio" di regolazione variabile e alle fluttuazioni del mercato è impostato con l'aiuto del potere politico.

Strutturale della disoccupazione, l'insicurezza e il subappalto, diventano modi di gestire contemporaneamente un modo per tenere a freno le salarié.es, che vivono sotto la spada di Damocle della perdita del lavoro.

organizzazioni nuovo lavoro sono state ritirate in. Alcuni, come la gestione partecipativa, magra, canting loro, le aspirazioni di auto-gestione che sono stati espressi nelle lotte degli anni 1970 Il loro scopo è quello di aumentare la produttività, ma anche per garantire che i lavoratori e lavoratori consenso al loro proprio sfruttamento.

CGT dal 1980 è preso nel vortice del nuovo ordine mondiale che si sta svolgendo. Lei cerca di salvare ciò che può essere e la protesta si concentra la sua attività sul valore di scambio del lavoro (posti di lavoro, i salari, le pensioni, le abilità, status ...) a scapito del suo valore d'uso: lo scopo, il contenuto e il significato del lavoro, le condizioni della sua realizzazione.

Politicamente, la questione del lavoro è abbandonato ... soprattutto dal Partito comunista ma, storicamente, era il partito dei lavoratori.

L'intera esperienza, le culture e le lingue di lavoro sono squalificati. Essi sono anche i mestieri stessi scompaiono: il lavoratore diventa un operatore, il init o una scuola professeur.e e macelleria un macellaio. Gli alunni non sono più reconnu.es come portatori e portatrici di esperienza, ma come un carico ingombrante, minando il buon funzionamento della società, ufficio o servizio. pluslavoro sta avvenendo, esaurire la fascia di età 35-45 anni, mentre la disoccupazione di massa nel set, che colpisce i giovani e gli anziani.

Essi sono l'orgoglio e la dignità della classe operaia che sono in frantumi. Con loro, è veramente "potere di agire" del lavoro salariato è minata.

All'inizio del 2000, il lavoro è tornato sulla scena pubblica in modo drammatico, con i suicidi prima pubblicizzati a Renault Technocentre e France Telecom. Cioè, se volessimo parlare come Freud, il ritorno del rimosso. La CGT recupera le questioni del lavoro, ma prima sul lato della sofferenza.

Ricercatori come Dejours e soprattutto Yves Clot messo per diversi anni evidenziano la centralità del lavoro nella vita personale e sociale. Essi dimostrano come l'impegno personale di persone che lavorano è fondamentale in quello che fanno e loro, nel loro desiderio di fare un lavoro di qualità, che abbia un senso e che è secondo le regole del mestiere. La CGT sta gradualmente tornando, dal 49 ° Congresso[4], questa dimensione della emancipazione del lavoro attraverso il lavoro. Va notato che le federazioni come FERC, indossato questo approccio per anni.

Nell'attivismo unione quotidiana, Henri Krasucki[5]ha detto che dovremmo concentrarci prima sulla finestra rotto il laboratorio, piuttosto che fare discorsi a salarié.es. Cosa ne pensi? Questo significa che l'aspirazione ad un'altra società che sarebbe di veri ideologi déconnecté.es? Possiamo squalificare qualsiasi agitazione di idee?

Per me, questa espressione di Henri Krasucki è fondamentale. Non dice che dovrebbe solo essere interessato finestra rotta, ma che il coinvolgimento nel lavoro del processo di trasformazione è costruito da un'esperienza concreta, quotidiana, che ha. I lavoratori sono soggettivamente engagé.es così intenso, nel lavoro che è o dovrebbe essere un atto di creazione. "Digli di macchina una parte e fa un mondo intero", dice il ricercatore Philippe Davezies.

Questo impegno nel lavoro, questa aspirazione è una grande molla per le lotte di trasformazione sociale. La frase Krasucki rivela che non vi è alcuna discontinuità tra l'esperienza immediata e una visione politica. Inoltre, ha anche detto che un discorso chiedendo una società più giusta non è credibile se, allo stesso tempo, coloro che prendono il non si preoccupano di cattive condizioni di lavoro e indegno.

Quali sono i problemi dei compagni CGT che mettono il lavoro al centro delle loro idee e attività militanti?

I compagni della CGT che indossano questi problemi concepire approccio unione come a terra nel lavoro effettivo, come avviene in questa o quella condizione, per qualsiasi scopo. Da lì, perché seul.e il lavoratore o il lavoratore conosce il suo lavoro, lui o lei è "esperto", questo approccio rende il pavimento al punto di partenza di qualsiasi approccio dell'Unione. Piuttosto che essere nell'idea che deve convincere i lavoratori a mobilitarsi, alla rivolta, il processo di lavorare su testi spazi apertura può contribuire a creare domanda sociale e dal confronto collettivo di punti di vista e le aspirazioni. Questo è quello che viene chiamato "il sindacalismo del foglio bianco." Invece di volantini per spiegare ai lavoratori e ai lavoratori ciò che già sanno, questa forma di sindacalismo preferiscono affidarsi alle loro parole. Parlando di lavoro, è riprendere il controllo sopra sta cominciando a riappropriarsi, di alienazione. E 'incontrare. Dire, pensare e agire sono i tre poli di questo approccio è semplicemente un ritorno al sindacalismo "originale".

Inoltre, la premessa di un approccio del lavoro è che la consapevolezza è il punto di partenza di impegno, è innanzitutto un atto personale. Questi sono il confronto e gli scambi che creano il collettivo. In questo, consentire il passaggio dell'individuo al collettivo è un obiettivo importante.

Questa visione del sindacalismo può provocare la resistenza e anche i meccanismi di rigetto nei aguerri.es attivisti e attivisti. In effetti, si mette in discussione, in un modo che può essere destabilizzante sindacalismo come praticato dal 1980 e si basa sulla delega di poteri e la nozione che l'unione o deve "salvare i lavoratori e lavoratori ".

La mancanza di spazio di manovra per la negoziazione, che è una caratteristica del periodo in corso, ha messo sotto controllo, ma è complicato per uscire da posture e abitudini che sono state poste come il modo giusto per fare una campagna.

Le linee guida approvate al 50 ° Congresso (2013) sottolineano l'importanza di investire sulla scena di negoziati e IRP (organi rappresentativi), ma chiaramente pongono che l'esercizio della centrale sindacale di gravità è soprattutto il luogo di lavoro. Si può gioire.

La maggior parte dei sindacati parlano di sofferenza al lavoro quando si avvicinano l'organizzazione e le condizioni di lavoro. Qual è il disegno della CGT?

Non dobbiamo negare la realtà della sofferenza al lavoro. Le statistiche mostrano, ci sono una grande parte della popolazione di salarié.es che sviluppano patologie legate al lavoro. La novità con il capitalismo finanziario è che il dolore fisico esiste ancora e che vi è una massificazione della sofferenza mentale. Essa colpisce tutte le categorie e livelli di gerarchie professionali.

La CGT si propone di agire su questa sofferenza attraverso organismi quali il[HSC 6]. Confesso che non ho mai capito perché la questione delle condizioni e organizzazione del lavoro non era in unioni più spazio quando si tratta prima del rilascio dei salari nelle rivendicazioni spontaneamente espresse da salarié.es .

La sofferenza al lavoro non è altro che l'espressione dell'aspirazione per lavorare meglio, in caso contrario. E 'un aspetti salienti della lotta di classe prima ancora della underpayment del lavoro. anche se questo è visto ben oltre l'azione di élu.es in HSC, ma questo solleva più in generale la questione di cosa sindacalismo viene praticato.

Intervista a cura di Rémi Ermon (AL Lorient)

[1]Federazione Istruzione Cultura Ricerca CGT.

[2]Unione nazionale degli insegnanti. Storico e ultramajoritaire unione di primo grado della Federazione defunta Nazionale Istruzione (FEN), creata nel 1947, rifiutando di scegliere tra il CGT e FO al momento della scissione, al fine di preservare l'unità della professione. Riforma profondamente, con, tuttavia, al suo interno la sindacalista tendenza scuola emancipata rivoluzionaria, più radicale.

[3]Split del FEN nel 1993, organizzata dalla tendenza Unità e l'azione del SNES (secondo grado), legata al Partito comunista contro i socialisti presenti principalmente SNI (primo grado) che ha voluto unificare il FEN con la CFDT e creare un maggioranza commercio riformista centro unione in Francia. E 'stato un fallimento per i socialisti.

[4]Nantes 2009

[5]Il Segretario generale della CGT dal 1982 al 1992. L'ex resistente comunista e deportati. Una figura della CGT.

[6]Salute e Sicurezza Comitato - Condizioni di lavoro.

http://www.alternativelibertaire.org/?Entretien-avec-Claudine-Cornil-1-2
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it