A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) fau - Chiamata alla partecipazione ad una giornata di mobilitazione il 1° maggio (de, en, ca)

Date Thu, 23 Mar 2017 11:23:28 +0200


L'agitazione non conosce le frontiere! ---- Se i segni dei tempi non ci ingannano, siamo all'inizio di un percorso populista che vuole innalzare lo sfruttamento dei lavoratori e delle lavoratrici, degli esclusi e delle escluse sotto gli auspici nazionalistici e razzisti e, così, istigare gli uni / le une contro gli altri / le altre come praticamente mai precedentemente negli ultimi decenni. Contro il progetto di un mondo pieno di nuovi muri alle frontiere e nell'immaginario necessitiamo di un progetto che sia in grado di buttare giù tutti i muri e, al contempo, di allacciare collegamenti fra noi lavoratori e lavoratrici e di organizzare la solidarietà e l'aiuto reciproco. Non abbiamo più il tempo di coltivare quello che ci separa, dobbiamo cercare ciò che ci unisce nella lotta per migliori condizioni di vita e, nello spirito dell'anarco-sindacalismo, dobbiamo lottare per un mondo senza sfruttamento e gerarchi.

La FAU chiama tutte le singole persone, gruppi di iniziative, collettivi e sindacati di base alla partecipazione ad una giornata di mobilitazione internazionale relativa al tema "lavoro e migrazione". Il 1° maggio vorremmo esprimere la solidarietà di classe con i migranti e le migrante, con una mobilitazione transfrontaliera contro la xenofobia dominante, il razzismo e il nazionalismo che sono le armi dello stato e del capitale. La lotta conseguente contro il razzismo si dirige contro il sistema capitalista che si basa su disuguaglianze estreme e che, per il mantenimento di esse, dipende da scollamenti sociali.

I lavoratori e le lavoratrice che sono direttamente colpiti / colpite dallo sfruttamento e dalla privazione dei loro diritti
nella nostra società sono prevalentemente i migranti e le migrante che soffrono a causa di un politica migratoria
intrisa di razzismo e sono costretti al lavoro in nero oppure vittime di divieti di lavoro o costrizione al lavoro.
Lavorano soprattutto nella gastronomia, come addetti / addette alle pulizie oppure nell'edilizia con un grado di
organizzazione basso oppure senza organizzazione sindacale, hanno poca possibilità di lottare contro la
precarizzazione crescente dei rapporti di lavoro. I sindacati maggiori e concertativi, invece, dimostrano poco
interesse a sostenere ed organizzare i migranti e le migrante (cosiddetti irregolari e/o clandestini), nella lotta per il
diritto a vivere dove vogliono, per il diritto di soggiorno e contro gli impedimenti legali a ciò frapposti. Anzi, il loro
focus sul personale con contratto di lavoro a tempo indeterminato (ovvero il posto fisso) e fondato sull'asservimento
alle logiche dettate dall'economia nazionale, che mira alla crescita dei mercati e non al benessere collettivo
approfondisce tali scissioni sociali.

Si tratta di contrapporre a questa situazione penosa la solidarietà e l'auto-organizzazione, come nel caso dei nostri
colleghi e delle nostre colleghe della Romania che, in un cantiere edile del centro commerciale "Mall of Berlin",
furono sfruttati / sfruttate con condizioni di vita e di lavoro scandalose, defraudati / defraudate del loro salario e
minacciati / minacciate. L'organizzazione nella FAU e l'agitazione comune ha avuto come conseguenza che il centro
commerciale a Berlino fu battezzato "Mall of Shame" e diventò il simbolo dello sfruttamento dei migranti e delle
migrante in Germania. Così potemmo rispondere al clima sociale di mobilitazione, soprattutto, contro i migranti e le
migrante nel sud-est dell'Europa con un esempio di resistenza efficace. Pure nella volontà attuale di impegnare
profughi e profughe nel lavoro sottopagato vediamo una concomitanza della marginalizzazione e dell'abbassamento
di norme relative al diritto del lavoro che, conseguentemente, coinvolge negativamente tutti i lavoratori e tutte le
lavoratrici. Noi in qualità di classe lavoratrice dovremo fare resistenza in modo solidale e lottare non solo per la
libertà di movimento di tutte le persone ma anche contro lo sfruttamento legittimato in modo razzista. L'agitazione
non conosce le frontiere!

Nella tradizione del 1° maggio chiamiamo alla solidarietà con i lavoratori e le lavoratrici migranti per protestare
insieme contro le condizioni di lavoro precarie, contro lo sfruttamento capitalista e contro il regime di frontiere
razzista. Qualsiasi forma che abbiano queste proteste - sciopero, manifestazione, azione informativa, spettacolo,
performance - che siano a livello locale o sovraregionale, sia che si tratti di lavoratori e lavoratrici, disoccupati e
disoccupate, studenti e studentesse, pensionati e pensionate, migranti e migrante o profughi e profughe, quello che è
importante è che ci sia per tutti e tutte una possibilità di organizzazione contro lo sfruttamento. Solo con la
solidarietà internazionale e con una prassi sindacale transfrontaliera possiamo resistere al capitalismo. Associatevi a
noi per realizzare in comune una giornata di mobilitazione per il 1° maggio sotto lo slogan: "L'agitazione non
conosce le frontiere!". Insieme costruiremo ponti laddove altri / altre vorrebbero edificare muri.

Il comitato internazionale della FAU

P.S. Per qualunque chiarimento rivolgetevi a noi. Siamo aperti / aperte a tutte le idee, per incitamenti, annotazioni
oppure alternative. Ci compiaceremo di ogni feedback relativo alla partecipazione alla giornata di mobilitazione:
mai2017@fau.org
http://www.fau.org/soli/mai2017/mai2017it.pdf
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it