A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #269 - Libro: gli anarchici russi, i sovietici e la rivoluzione del 1917 (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Sun, 12 Mar 2017 13:06:53 +0200


"Tutto il potere ai soviet! "Questo slogan, tempestiva e abusata confiscati dai bolscevichi nel 1917, Alexandre Skirda dimostra brillantemente che è al cuore della gente abitudini russe, troppo spesso dipinto come asservito e si dimise. ---- In un libro riccamente documentato, recentemente ristampato dalle edizioni indispensabili Spartacus, l'autore anche imparato che discreto di anarchici russi, i sovietici e la Rivoluzione Russa del 1917 ripercorre le radici attentamente storicamente presenti costumi libertari tra le popolazioni slave. Sia attraverso MIRS o vecce (tipi di Comuni e dei gruppi agricoli), sono gli eredi di una lunga tradizione organizzazione collettiva e democratica. ---- Quindi non è un caso che la rivoluzione russa del 1917 è iniziata sotto i migliori auspici, con la creazione di centinaia di migliaia di comitati di fabbrica, soldati e contadini presa in consegna l'organizzazione della vita economica e sociale. E solo a costo di attivisti del colpo di stato terribili che i bolscevichi hanno preso spunto dalla grande rivoluzione sovietica e pervertiti centralizzazione statale e follia autoritaria.

Ben prima Kronstadt, a partire dalla primavera 1918, gli anarchici sono le prime vittime della repressione del nuovo regime. Imprigionato, deportati, rimosso, che pagheranno a caro prezzo la loro lotta per l'autonomia dei Soviet e la loro opposizione alla dittatura del "proletariato" o meglio la sua pseudo-rappresentanti.

Attraverso un notevole lavoro di storico, compilazione di fonti inedite e traduzioni, la russisant Alexandre Skirda dimostra in modo conclusivo affiliazione diretto tra leninismo e stalinismo.

I crimini della seconda essendo state rese possibili solo dalla furia dei primi a soffocare la libertà degli istinti del popolo russo per la creazione di una macchina statale spietato. I geni della degenerazione totalitaria sono stati arruolati nelle profondità della concezione autoritaria del potere bolscevico.

In una seconda parte d'accordo, lo storico è una serie di quattordici testi risalenti 1918-1927 in cui essi danno voce a libertari che vivevano vicino o lontano la rivoluzione russa. ovviamente trovato lì Alexander Berkman, Emma Goldman e Peter Arshinov, ma anche personaggi meno noti, come Anatole Gorelik o Valesky. Una menzione speciale per l'analisi di Rudolf Rocker e Efim Yartchouk sulle origini del sistema sovietico e il loro ruolo nella rivoluzione russa.

Alexandre Skirda chiude questo libro dello studioso gustosa lettura dell'anarchismo nella storiografia sovietica. E 'sicuro di sorridere - o di saltare - prima che la anatemi contro le verità e le qualificazioni forniti da propaganda bolscevica.

Questo libro, brillante anche se a volte un po 'noioso, ha il grande merito di ricordarci dei meriti degli anarchici durante la rivoluzione del 1917, ma soprattutto le ragioni del loro fallimento. Questo è alla luce di questa unica esperienza storica che gli attivisti comunisti libertari di oggi devono forgiare le loro pratiche e capacità organizzativa per aprire di nuovo l'orizzonte luminoso della rivoluzione sociale.

Julien (AL Montpellier)

Alexandre Skirda, gli anarchici russi, i sovietici e la rivoluzione del 1917, Spartaco, 2016, 348 pagine, 19 euro.

http://www.alternativelibertaire.org/?Livre-Les-Anarchistes-russes-les
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it