A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #269 - Spagnolo Stato: resistenza popolare a La Cañada Real (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Thu, 9 Mar 2017 11:24:30 +0200


Mediata e stigmatizzato come "il quartiere di 12.000 dosi di eroina al giorno" della regione di Madrid, La Cañada Real è anche un ricco quartiere popolare di circa 8.000 persone che vivono e resistere. Tra il traffico di droga, i cartelli violenza, drogati e di polizia, ma anche lo spettro di giochi speculazione immobiliare discutibile, la sua gente prendere il loro destino in mano e organizzata. ---- 16 dicembre 2016, sotto una pioggia battente, un migliaio di abitanti e residenti di Barrio Obrero [1]La Cañada Real, che si trova nella periferia di Madrid, ha mostrato la sua rabbia alle porte del consiglio distrettuale della capitale spagnola. Assieme a loro sono membri delle associazioni di quartieri vicini, come Vallecas, o gli attivisti del marzo di dignità. Questo evento ha seguito una prima azione il 16 novembre, dove centinaia di persone avevano bloccato l'ingresso al loro quartiere con barricate e pneumatici in fiamme.

Due sfide giustificano la mobilitazione di associazioni di La Cañada Real. Prima di tutto, la sensazione di essere lasciato fuori tutte le decisioni circa il loro futuro come un quartiere, e nonostante le promesse di élu.es Podemos "progressisti" o UI[2]. La voce, e, soprattutto, della prossima distruzione di 80 e il 90% delle abitazioni, con la prospettiva di creare una macro-progetto immobiliare con resort di lusso, un campo da golf e vari centri commerciali. Una logica di distruzione che ha, infatti, iniziato dal momento che, secondo uno dei capi della associazione di quartiere, Juan José Escribano, non meno di 150 famiglie hanno avuto le loro case attaccate basse negli ultimi mesi.

Quando la storia balbetta ...

Questa non è la prima volta che gli abitanti ei residenti devono mostrare i denti. Nel 2007, un grande piano di azione urbana (EAP) è stata nei tubi con l'idea di fare piazza pulita della zona. Era ancora, nel boom immobiliare nello Stato spagnolo. Ma la mobilitazione popolare, e in particolare la crisi del 2008 hanno messo fine a questo progetto. Questa lotta aveva lasciato ferite aperte nella coscienza collettiva del quartiere : il numero delle donne in gravidanza aveva perso i loro bambini a causa della violenza della polizia, un giovane aveva perso un occhio a seguito di una ripresa flash-Ball, un uomo di 64 anni un testicolare per lo stesso motivo.

A quel tempo, già, la stessa scusa è stata avanzata da parte dei servizi comunali e le politiche: fine a questo quartiere nello stato in lotta contro la droga. Una ipocrisia completa scuse: se La Cañada Real è, guai a chi ci vive, crocevia di dipendenti da eroina nella capitale spagnola ultimi venti anni, è prima di tutto, a partire dal di solito l'atto di volontà politica. Concentrato e controllare gli spazi di traffico e di consumo, in una zona diversi chilometri dal centro della città e zone turistiche di Madrid, come era ed è la principale preoccupazione.

Dal momento che, la riabilitazione promette quartiere, che abbracciano diversi comuni sono riusciti. Nessun effetto. Diversi comuni hanno, tuttavia, si è impegnata a raggiungere per i loro portafogli di co lavori elettrici, depurazione delle acque o la riparazione di strade. I residenti originali sono ancora in attesa. Eppure la pretesa di vivere decentemente, come proclamato i cartelli della manifestazione, il 16 dicembre, sono legittime, come a dire che Canados sono "esseri umani" e loro e loro "hanno diritti".

Un fatto di dignità umana che è ancora difficile da credere, come il giornale è segnato da ingiustizie. Dimostra il caso di una famiglia marocchina, Abdul e Fatima ei loro due figli, che ha visto negli ultimi anni la sua casa distrutta tre volte dalle ruspe del comune, per non parlare di brutalità della polizia che ha accompagnato questa distruzione. Un arbitrario che ha causato scalpore in Spagna, la famiglia ha denunciato alla Corte europea, che ha dato loro, però, perché un giudizio di condanna questi atti come un "chiara violazione del diritto di proprietà privata."

E di auto-aiuto

La Cañada Real è sempre stata una zona del sito di più déshérité.es. Alla fine del 1960, i contadini poveri appena arrivé.es province meridionali della penisola si trovano rifugio. A colpi Taules, caserme di fortuna sono stati moltiplicano. Oggi, gli zingari, gli africani subsahariani, marocchini e rumeni sono ajouté.es. In questo clima di miseria diffusa, délaissé.es dalle autorità pubbliche, gli abitanti ei residenti hanno altra alternativa che di organizzare e aiutarsi a vicenda.

possono esistere tensioni comunali. Essi sono sopraffatti dalla mediazione e discussione. I giovani marocchini e giovani zingari stavano giocando il selvaggio West con il suo dramma assistente. Sono le madri delle due comunità che hanno, con il loro volontarismo, giocando sul link e raccogliere i pezzi.

Volontari giovani dentisti offrono ogni Giovedi di assistenza ai loro pazienti e pazienti, per lo più senza la sicurezza sociale, contro una somma forfettaria di 3 euro. La cura è fornito in una stanza laterale della chiesa Agustin prete operaio, l'aspetto di hard-rocker.

Una banca del cibo, istituito dai residenti originali, assicura una distribuzione di circa 5 tonnellate di cibo ogni settimana. Un orto autogestito aiuta, anche, per riempire i piatti di famiglie. Per aiutare le giovani madri singole, è stato creato un asilo autogestito.

Cristina, presidente dell'associazione quartiere Al Shorok testimonia il[Radio Topo 3]: "La realtà di auto-gestione del nostro quartiere è nato di intraprendenza. Quando si tratta di riparazione di una strada che diventa poco pratico, poiché la maggior parte di loro sono asfaltati, tutti lo fanno. Vedremo i vicini e vicini di casa di fare una ricerca e procedere all'acquisto dei materiali. Un appuntamento è fissato per cancellare e pulire le strade. Ognuno porta la sua esperienza. La Cañada è un quartiere popolare. Abbiamo tutti i commerci di costruzione. Doe ha conoscenza elettrica, metterà gli standard di sicurezza lampioni. Doe è un muratore, che guiderà il lavoro marciapiedi rinforzo. Doe è un idraulico, che si prenderà cura dei tubi. Doe ha un autocarro con cassone ribaltabile, lo porta per cancellare le macerie, ecc "

La solidarietà e la creatività popolare che danno senso al quartiere. Un quartiere che proseguirà domani come ieri e di oggi, di vivere e di resistere.

Geremia (AL Gard)

[1]Quarto lavoratori.

[2]Izquierda Unida (IU) ambientalisti coalizione politica e il Partito comunista spagnolo.

[3]Radio attivista nella città di Saragozza (Aragona).

http://www.alternativelibertaire.org/?Etat-espagnol-Resistance-populaire
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it