A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) Palestina-Israele, la lotta unitaria continua sullo sfondo di una esitante terza Intifada [en]

Date Fri, 20 Apr 2012 08:39:03 +0200


Palestina-Israele, la lotta unitaria continua sullo sfondo di una
esitante terza Intifada [en]
Report del 17.04.12:
Israele à nel panico di fronte ad una eventuale terza intifada. Lo si
capisce dallo sforzo
eccessivo fatto per impedire a poche centinaia di attivisti
internazionali di entrare nel paese.
I media se ne sono strumentalmente occupati, ma grande à stata la
vergogna quando si Ã
visto in un video un colonnello israeliano colpire brutalmente un
ciclista danese che stava
dentro una squadra di ciclisti in una manifestazione nella Valle del
Giordano. La Settima
Conferenza internazionale di Bil'in à stata l'evento centrale della
lotta unitaria senza togliere
visibilità alle manifestazioni unitarie della settimana a cui gli
anarchici contro il muro hanno
partecipato insieme ai comitati popolari di Beit Ummar, Bi'lin, Kafr
ad-Dik, Sheikh Jarrah,
Al-Ma'sara, Nabi Salih, Ni'lin, Kafr Qaddum, Walaja. Settimana dopo
settimana, pià di 50
attivisti si sono mobilitati con gli Anarchici Contro il Muro e pià di
100 altri israeliani radicali
hanno messo in atto iniziative di lotta popolare contro l'occupazione
e per ostacolare gli sgomberi.

Beit Ummar

Sabato 14 aprile:

Un manifestante palestinese si scontra con un soldato israeliano
durante la protesta dopo che ai palestinesi ed ai pacifisti à stato
impedito dall'esercito israeliano di raggiungere le terre palestinesi
nel villaggio di Beit Ummar in Cisgiordania, vicino all'insediamento
ebraico di Karmei Tzur il 24 marzo 2012.

AP PHOTO / HAZEM BADER (Photo credit should read HAZEM BADER/AFP/Getty
Images) 2012 AFP:
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=396304807046496
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.409387442404899.103325.136633479680298


Bi'lin

http://t.co/gJSUBoES

La settima Conferenza della lotta popolare di Bi'lin à culminata
venerdà in una manifestazione di massa contro il muro e contro gli
insediamenti. I manifestanti sono riusciti a raggiungere l'area tra i
recinti ed a conficcare una bandiera palestinese sulla cima del muro.

Centinaia di attivisti palestinesi, residenti di Bil'in,
internazionali e circa 30 israeliani con gli anarchici contro il muro
si sono radunati per la protesta settimanale nel villaggio che Ã
diventato uno dei simboli pià significativi della lotta popolare
contro l'apartheid di Israele. I manifestanti hanno marciato dalla
sede della conferenza nei pressi del percorso del muro rimosso verso
il parco di Abu Lamon, nell'area restituita al villaggio da una
sentenza di tribunale dopo una lunga lotta popolare ed una lunga
vertenza legale, al di là del quale sorge il nuovo muro. I
manifestanti portavano bandiere di varie fazioni politiche,
dimostrando unità nella lotta e nell'impegno del movimento popolare.
Quando i manifestanti hanno raggiunto l'area nei pressi del muro,
l'esercito ha iniziato ad usare gas lacrimogeni e la "puzzola" - un
cannone che spara acqua puzzolente - per disperderli. Alcuni dei
manifestanti pià giovani hanno risposto alla
repressione militare con il lancio di pietre verso il muro e verso il
cannone puzzola. Gli scontri sono proseguiti per alcune ore, dopo di
che la manifestazione si à conclusa pacificamente. Nessun ferito e
nessun arrestato.

Venerdà 13 aprile 2012, manifestazione alla conclusione della VII Conferenza:
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.408600005816976.103181.136633479680298
israel putermam: http://www.youtube.com/watch?v=vvRD2-ukwD8
haithmkatib: http://www.youtube.com/watch?v=u2qQE537kr8


Kafr ad-Dik

Manifestazione, venerdÃ, 13 aprile.


Gerusalemme

I residenti di Sheikh Jarrah stanno proseguendo i loro presidi di
protesta nel quartiere ogni venerdÃ, contro gli sgomberi violenti
dalle loro case, contro l'occupazione del quartiere da parte dei
coloni, contro la giudaizzazione di Gerusalemme Est. Necessario
supporto alle loro lotte.


Al-Ma'sara

Manifestazione di venerdà 13 aprile 2012. L'esercito in forze attende
all'uscita del villaggio:
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.408604622483181.103184.136633479680298

Una manifestazione contro il muro si à tenuta anche nel villaggio di
al-Ma'sara, dove i soldati hanno impedito ai residenti di raggiungere
le loro terre. La manifestazione si à conclusa pacificamente senza
feriti e senza arresti. Molti dei partecipanti si sono poi spostati al
vicino villaggio di Walaja per l'evento speciale del Teatro della
Libertà di Jenin.


Nabi Salih

Sedicenne colpito ad un occhio da un lacrimogeno a Nabi Salih

La manifestazione a Nabi Salih questa settimana era in solidarietà con
i prigionieri politici palestinesi che sono in sciopero della fame. Lo
scorso mese, 3 bambini vennero colpiti al volto da lacrimogeni durante
una protesta nel villaggio, e questo perchà l'esercito israeliano
continua a sparare lacrimogeni direttamente addosso ai manifestanti in
aperta violazione delle regole sull'uso delle armi da fuoco.

A dozzine hanno partecipato alla protesta contro l'occupazione e
contro gli insediamenti questa settimana. La manifestazione era in
solidarietà con il crescente movimento dei prigionieri politici nelle
carceri israeliane, in particolare coi prigionieri che sono in
sciopero della fame indeterminato per protestare contro la detenzione
amministrativa. La manifestazione à iniziata poco dopo la preghiera
del venerdà e si à diretta dal centro del villaggio verso la fonte
d'acqua che à stata confiscata dai coloni dell'adiacente insediamento
ebraico di Halamish.

Mentre i manifestanti salivano sulla collina, l'esercito iniziava a
sparare lacrimogeni e proiettili di gomma, fino ad usare
l'acqua-puzzola, allo scopo di reprimere la manifestazione popolare
disarmata. Gli scontri sono subito scoppiati tra i giovani locali ed i
soldati. Il sedicenne Osama Tamimi à stato ferito all'occhio da un
lacrimogeno sparatogli direttamente sul viso. Osama à stato ricoverato
in ospedale, non prima che l'esercito tenesse l'ambulanza bloccata al
checkpoint per circa 20 minuti. Fortunatamente, Osama non ha perso la
vista e si rimetterà presto. Questo à il terzo caso in 4 settimane in
cui i bambini del villaggio vengono colpiti al viso da lacrimogeni o
da proiettili di gomma. Questi casi dimostrano la pericolosa tendenza
da parte dell'esercito israeliano a sparare sui manifestanti con
l'intenzione di colpirli, a volte in violazione delle sue stesse
regole sull'uso delle armi da fuoco che definiscono l'uso appropriato
delle armi
nel caso di dispersione delle folle. Altri 8 manifestanti sono stati
feriti pià leggermente durante la manifestazione, che si à conclusa al
tramonto.

Manal scrive: "Oggi à stato uno dei giorni peggiori a Nabi Salih; i
Sionisti hanno sparato direttamente su un manifestante, Osamah mio
figlio à stato colpito ad un occhio da un lacrimogeno, grazie a Dio
sta bene, ma la nostra giornata à appena all'inizio".

La manifestazione di oggi a Nabi Salih era per i prigionieri in
sciopero della fame, Bilal Thiab e Thaer Halahlah, che si astengono
dal cibo da 46 giorni in protesta contro la detenzione amministrativa.

Attivisti di Nabi Salih scrivono su twitter che i militari israeliani
hanno deliberatamente ritardato il ricovero del figlio sedicenne di
Manal Tamimi, colpito ad un occhio da un lacrimogeno. Anche attivisti
israeliani dicono che essi pure sono stati colpiti da lacrimogeni alle
cosce ed al torso.

8 persone ferite oggi nel villaggio, hanno sparato lacrimogeni
direttamente su due case, di cui una si à incendiata, mentre
nell'altra sono andati in frantumi i vetri ed à piena di gas.

Manifestazione di venerdÃ, 13 aprile 2012:

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.408601995816777.103183.136633479680298
David Reeb: http://www.youtube.com/watch?v=kfqOrQdLgmE
tamimi1966: http://www.youtube.com/watch?v=W9IcxK-jwjA


Ni'ilin

â04.13.12 - Scoppiano scontri tra la gente di Ni'lin e le forze di
occupazione dopo la preghiera del venerdà vicino alla terra
confiscata. (lens: Hudhayfah) Residenti di Ni'ilin chiedono di
accedere alle terre. Occhio sulla Palestina:
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.186270841395165.39182.185129341509315
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.198728623503045.49394.198580813517826
http://vimeo.com/39922301
Chen Misgav: http://www.facebook.com/media/set/?set=a.10150805991491803.464975.770301802


Kafr Qaddum

Kafr Qaddum à un villaggio della Cisgiordania situato a est di
Qalqiliya che ha iniziato ad organizzare regolarmente manifestazioni
dal luglio 2011 per protestare contro il blocco della principale
strada a est del villaggio.

Venerdà 13.04.12 - â2 uomini in fuga dai lacrimogeni sparati
dall'esercito israeliano durante la manifestazione settimanale:
http://www.flickr.com/photos/activestills/7074029959/in/photostream/
Haim Schwarczenberg:
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.3748869959618.2170589.1212414101
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.408605639149746.103186.136633479680298


Walaja

Spettacolo del Freedom Theater di Jenin ad al-Walaja sulla sommità di
una collina che verrà presto tolta al villaggio, alcuni attori del
noto Freedom Theater di Jenin hanno messo in scena storie di
resistenza all'occupazione di Israele.

Spettacolo del Freedom Theater ad al-Walaja

Circa 200 persone, palestinesi da tutta la Cisgiordania, attivisti
israeliani ed internazionali, sono giunti ad Al-Walaja questa
settimana per partecipare ad una protesta creativa messa in scena dal
noto Freedom Theater di Jenin. Nei mesi scorsi, gli attori hanno dato
spettacoli in tutte le località palestinesi in resistenza, al'interno
del loro progetto "Freedom Bus". In ogni localitÃ, gli attori usano
tecniche di "playback theater" per raccontare le storie dei residenti
del posto e della loro resistenza all'oppressione israeliana. Lo
spettacolo ad al-Walaja si à tenuto vicino al villaggio che Ã
effettivamente circondato dal muro della separazione. Per impedire
questo evento speciale, l'esercito ha bloccato la maggior parte degli
ingressi al villaggio. Tuttavia, la maggior parte degli spettatori Ã
riuscita a raggiungere il villaggio, dimostrando che in Palestina,
nonostante la repressione, lo show della resistenza va avanti.

Al-Walaja à un villaggio agricolo di circa 2000 persone, situato a sud
di Gerusalemme e ad ovest di Betlemme. Dopo l'occupazione del 1967
della Cisgiordania e la revisione dei confini municipali di
Gerusalemme, circa la metà del villaggio à stata annessa da Israele ed
inclusa nell'area municipale di Gerusalemme. Gli altri residenti del
villaggio, perÃ, non hanno mai avuto la cittadinanza israeliana e sono
considerati illegali nelle loro case.

Una volta completato, Ã previsto che il Muro circondi interamente
l'area edificata del villaggio, separando i residenti da Betlemme, da
Gerusalemme, e da quasi tutte le loro terre - circa 500 ettari.
Precedentemente, le autorità israeliane avevano già confiscato circa
metà delle terre del villaggio per la costruzione degli insediamenti
di Har Gilo e di Gilo, ed avevano chiuso le aree a sud e ad ovest. Gli
abitanti del villaggio hanno già sperimentato l'abbattimento dei
frutteti e la demolizione delle case a causa della mancanza di
permessi nell'Area C.


Refusnik

Domenica 16 aprile, al centro reclute vicino Tel Aviv, manifestazione
di solidarietà per Noam Gur e per Alon Gurman che hanno fatto
obiezione al servizio militare.

16.04.12 - Manifestazione a sostegno dei disertori israeliani imprigionati

16 aprile alle 9, al'ingresso del "Bakum" nella base militare di Tel Hashomer
Noam Gur e Alon Gurman sono arrivati lunedà 16 aprile nella base
militare di reclutamento di Tel Hashomer, dove hanno dichiarato la
loro obiezione al servizio militare nell'esercito israeliano, quale
forza occupante, e sono stati incarcerati pià volte per la loro
scelta.

Nella sua dichiarazione di obiezione Alon scrive:

"Il mio rifiuto a servire nell'esercito israeliano, oltre ad essere un
rifiuto a prendere parte all'occupazione ed all'apartheid, Ã un atto
di solidarietà con i nostri amici palestinesi che vivono sotto il
regime israeliano e che lottano per la libertÃ, per la giustizia e per
l'uguaglianza."

Nella sua dichiarazione di rifiuto Noam scrive:

"Mi rifiuto di far parte di un esercito che à stato da sempre usato
per dominare un'altra nazione, per affliggere e terrorizzare una
popolazione civile che si trova sotto il suo controllo.."

Amici e sostenitori sono stati vicini nella base ad Alon e Noam, per
ricordare ai giovani che stanno per fare il militare che l'occupazione
continua, che ci sono coloro che vi si oppongono, e che dobbiamo tutti
fare come Noam ed Alon e rifiutare di partecipare alla crescente
oppressione sul popolo palestinese.

Guy Butavia: http://www.facebook.com/media/set/?set=a.10150748459377138.428979.779192137
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.408604622483181.103184.136633479680298


Aeroporto Ben Gurion

Domenica pomeriggio, iniziativa di benvenuto per gli attivisti
internazionali della giustizia sociale venuti per Occupy-Betlemme, che
lo Stato israeliano ha cercato di bloccare (si ripete l'azione dello
scorso anno - i media pronti a ripetere il solito schema, dicendo che
sono tutti anarchici: sia gli attivisti per la giustizia sociale che
gli attivisti del benvenuto..).

Flytilla 2

Photo: Yonatan Shapira tra gli arrestati al Ben Gurion. Finora 30
francesi arrestati, 6 di loro saranno espulsi. 4 Israeliani arrestati.
http://www.flickr.com/photos/activestills/6933379998/

2 attivisti Israeliani tengono disegni fatti dai bambini di Betlemme
all'aeroporto di Tel Aviv #AirFlotilla2 pic.twitter.com/hrqg9ljs
http://twitter.com/#!/emilie_baujard/status/191471939867521024/photo/1

Aggiornamento ogni mezz'ora, alle 15:00 già 6 israeliani arrestati.

15:45 : siamo a 9 israeliani arrestati, âancora 1 attivista israeliano
arrestato e 2 detenuti. Totale 12. L'attivista israeliano Ronnie
Barkan à stato arrestato ieri all'aeroporto mentre attendeva di essere
intervistato sul Canale Due israeliano. (Visto nel TG di Canale 2.)

Dozzine di attivisti internazionali sono stati arrestati nella
giornata di solidarietà in cui 1500 attivisti hanno cercato di
sbarcare all'aeroporto israeliano Ben Gurion Airport per poi spostarsi
nei territori occupati della Palestina.

yisraelpnm: http://www.youtube.com/watch?v=C46AWybKSVo
http://www.youtube.com/watch?v=FJxvOUqJ3n8
http://www.youtube.com/watch?v=EbmzBwWRqSE


Giustizia Sociale

Protesta contro la violenza della polizia - Gerusalemme 09.04.12; il
13 Marzo alle 23.00. Ovadia Ben Abraham, un veterano anarchico nella
tendopoli di protesta a Gerusalemme
yisraelpnm: http://www.youtube.com/watch?v=ZjKTJCyrkgI

Giustizia Sociale (Occupy) Tel Aviv 07.04.12
http://www.youtube.com/watch?v=ACJmyipEDQA
http://www.youtube.com/watch?v=gKd2QAXCL9g


Ilan Shalif
http://ilanisagainstwalls.blogspot.com/

Anarchici Contro Il Muro
http://www.awalls.org

Traduzione a cura di FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali
Sito in italiano su Anarchici Contro il Muro:
http://www.fdca.it/wall
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it