A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ _The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours | of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Union Communiste Libertaire UCL AL #310 - Unionismo, Istruzione: La battaglia dei mille post, ricordo fecondo (de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Sun, 22 Nov 2020 09:11:05 +0200


Cinque anni fa Saint-Denis (93) è stata l'epicentro di una rivolta che ha coinvolto insegnanti e genitori degli studenti. Una mobilitazione storica, che ha costretto lo Stato a creare più di 1.000 posti per insegnanti di scuola. Come ha preso l'alchimia ? Ritorno sull'esperienza. ---- Settembre 2014 a Saint-Denis (93). Ancor più che negli anni precedenti, la carenza dà origine a sudorazione fredda. Nelle 64 scuole della città, quasi 25 classi sono rientrate nell'anno scolastico senza che sia stato nominato alcun insegnante. È l'ultima goccia. Il punto di partenza di un movimento che scandirà i nove mesi dell'anno scolastico.
Saint-Denis (93) è la città più popolosa di Seine-Saint-Denis, un dipartimento della classe operaia e misto, notoriamente poco attrezzato. Il sociologo Benjamin Moignard ha osservato che "gli stabilimenti parigini meno dotati sono meglio dotati degli stabilimenti più dotati della Seine-Saint-Denis"[1]. Nel 2013, un gruppo di genitori di studenti ha calcolato che, a causa di mancate sostituzioni, ogni studente del dipartimento perde l'equivalente di un anno di scuola tra scuola materna e scuola superiore[2].

Questa è la conseguenza del piano di distruzione lanciato da Sarkozy e non fermato da Hollande: 80.000 posti di lavoro nel sistema della National Education dal primo, 30.000 creati dal secondo ... "Come distruggere un servizio pubblico ? Abbassando i suoi finanziamenti, riassume l'intellettuale libertario Noam Chomsky. Non funzionerà più. Le persone si arrabbieranno, vorranno qualcos'altro. Questa è la tecnica di base per privatizzare un servizio pubblico."[3]

Così, il 2 settembre 2014, a Seine-Saint-Denis, 950 bambini sono partiti per la scuola senza sapere che nessun insegnante li stava aspettando, principalmente nel bacino 1 (sud-ovest) ea Saint -Denis, le zone più povere del dipartimento. Nessuno può più chiudere gli occhi di fronte alla crisi.

La storica mobilitazione del 1998 a Seine-Saint-Denis, che ha riunito insegnanti, genitori e studenti, aveva ottenuto che la soglia massima nella rete educativa prioritaria (Rep) fosse di 23 studenti per classe, grazie al reclutamento immediato di 3.000 insegnanti. es. All'inizio dell'anno scolastico 2014 la soglia è superata, con una media di 24,11 studenti. Dalla prima settimana ci sono centinaia di giorni di insegnamento non sostituiti. In un gruppo scolastico del distretto di Franc-moisin, a Saint-Denis, non meno di 5 posti sono vacanti.

L'alleanza genitore-insegnante sigillata in azione
A seguito delle proteste dei genitori degli studenti, il 30 settembre si tiene un primo GA. Sigilliamo l'alleanza tra genitori e insegnanti, per una prima forte azione: lunedì 13 ottobre una decina di scuole sono occupate dai genitori ; nel pomeriggio, circa 100 genitori e insegnanti di circa 20 scuole si riuniscono davanti all'ispettorato. Dopo le vacanze di Ognissanti, giovedì 6 novembre viene organizzata una grande assemblea generale.

È questo GA che darà il vero calcio d'inizio del movimento decidendo di scioperare. Come scrisse Bakunin centoquaranta anni prima, "dieci, venti o trenta uomini[e donne]ben compresi e ben organizzati tra di loro, e che sanno dove stanno andando e cosa vogliono, condurranno facilmente a 100, 200, 300 o anche di più"[4]. Lo sciopero inizierà il 20 novembre. Il giorno prima, il ministro, Najat Vallaud-Belkacem, ha annunciato nove misure per il 93, compresa l'organizzazione di una seconda competizione, ovvero più di 500 posizioni aggiuntive.

Ma ciò non smorza la protesta, e lo sciopero è seguito, a Saint-Denis, dall'80% degli insegnanti ; 40 scuole su 62 sono chiuse. Una manifestazione di 600 persone attraversa la città partendo dal "Donkey Bonnets Ministry", una terra desolata occupata da un gruppo di genitori di alunni. Questo è inaudito. La mobilitazione non finisce a dicembre. Alcune squadre, strangolate dalla carenza di personale, mostrano un "contatore di giorni non sostituiti Alla porta della scuola. Diverse occupazioni sono ancora organizzate dai genitori e dal personale. Questo è il caso di una scuola che ha visto una successione di sette sostituti in tre mesi sul suo CE1. L'ispettore è stato trattenuto lì per diverse ore da genitori esasperati. Risultato: un sostituto esperto viene immediatamente distaccato al posto. Un'altra scuola, un'altra occupazione: una classe ha visto una successione di 11 sostituti !

Altre due scuole sono occupate per protestare contro la perdita della classifica in Rep. Il 9 dicembre uno sciopero dipartimentale ha messo in luce le disuguaglianze nel sistema Rep e ne ha chiesto l'estensione a nuove scuole, fino ad allora in disparte. Il 16 dicembre, una grande assemblea cittadina ha permesso di mantenere calda la mobilitazione locale durante le celebrazioni di fine anno.

Lo stato colma i buchi creando insicurezza
Costretto ad agire, lo Stato troverà comunque il modo di sfruttare la carenza per sperimentare una politica regressiva. Invece di creare posizioni permanenti, recluterà dipendenti temporanei. Di conseguenza, dal 2015, a Saint-Denis, quasi un decimo degli insegnanti non sarà di ruolo. E questo non sarà nemmeno sufficiente per tappare tutti i buchi.

La "ginnastica rivoluzionaria", per prendere in prestito l'arguzia di uno dei fondatori della CGT, Émile Pouget, è la successione dei movimenti di emancipazione, che si rafforzano a vicenda e formano un contro-potere, un prerequisito essenziale per costruire il potere popolare. La decisione di base e l'azione diretta sono il suo carburante. I movimenti vittoriosi del 1998, poi del 2013, che localmente hanno ritardato di un anno la riforma dei ritmi scolastici, hanno alimentato la lotta del 2014-2015.

In primavera, sciopero delle perle e blocchi stradali
Il 19 maggio 2015, l'assemblea degli insegnanti ha votato per una settimana di sciopero. Sarà trasmesso da uno sciopero ogni giovedì fino a metà giugno. Tutte le scuole della città vengono mobilitate, con il 30-50% di scioperanti registrato ogni giorno, a rotazione all'interno delle squadre. Vengono create commissioni per organizzare azioni e comunicazione. Le autostrade A1, poi A86, sono bloccate da quasi 250 genitori, insegnanti e studenti. Il 4 giugno, un die-in (manifestanti sdraiati, come morti) davanti all'ispezione è accompagnato da 200 figure che rappresentano gli insegnanti scomparsi. Il 6 giugno è stato occupato il Lycée de la Légion d'Honneur, monumento delle ingiustizie di classe incrostate nel territorio. Le scuole scrivono quaderni di reclamo.

"Troppo bello ! A Saint-Denis ci siamo divertiti tutto il giorno.I genitori degli studenti hanno creato il "ministero di Donkey Cap" in una terra desolata della città.
COLLETTIVO GENITORI-INSEGNANTI
"Strikers: partecipare alle iniziative di sciopero, partecipare all'AG per costruire il seguito è essenziale!"come affermato dal sindacato SUD-Education. Il tono è quello giusto, con un massimo di 120 persone nello staff di GA e fino a 180 in assemblee congiunte, che sono il cuore della lotta. Come in Grecia o Los Angeles, la vittoria - 1.053 posti creati in due anni nelle scuole di Seine-Saint-Denis, più 470 in tutta l'Accademia - sarà stata strappata grazie a un ampio fronte di genitori e insegnanti, in unità popolare. L'anno successivo, a marzo 2016, quando combatteremo contro la legge sul lavoro, l'interpro AG di Saint-Denis deciderà di bloccare assi di trasporto, aree portuali e altre infrastrutture economiche, in una dinamica che sarà un volano per tutta la regione di Parigi. Sono gli scioperanti dell'istruzione del 2014-2015 che proporranno questa tattica. Non proprio una coincidenza !

Louise (UCL Saint-Denis)

convalidare

[1] Citato nella relazione parlamentare Cornut-Gentille - Kokouendo, 31 maggio 2018.

[2] Le Monde , 28 febbraio 2013.

[3] Requiem for the American Dream , Les Mutins de Pangée, 2018.

[4] Michel Bakounine, "Protestation de l'Alliance

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Education-La-bataille-des-mille-postes-memoire-feconde
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center