A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ _The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours | of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #285 - Agricoltura: i vigneti di Bolloré occupati nel Var (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Thu, 9 Aug 2018 07:29:38 +0300


Un'azione è stata condotta nel Var dalla Confederazione contadina per denunciare la finanziarizzazione delle terre agricole e la loro cattura da parte delle multinazionali, qui e altrove. ---- Martedì 5 giugno, settanta contadine e contadini della Francia sud-orientale hanno occupato i vigneti di Bolloré a La Croix-Valmer nel Var. L'obiettivo ricordato da Laurent Pinatel, il portavoce nazionale del sindacato, era di denunciare il land grabbing qui e altrove. La regione della Provenza è particolarmente colpita dal fenomeno. Il prezzo per ettaro di viti è più che triplicato, da 20.000 a 70.000 euro in pochi anni. Molte aree sono nelle mani di investitori facoltosi. Il gruppo Bolloré ha acquisito nel 2001 oltre cento ettari di vigneti.

Nel suo comunicato stampa, la Confédération paysanne ricorda le sue priorità: " La terra deve andare prima di tutto a chi lavora e chi ne ha bisogno per vivere. La terra dovrebbe essere usata per installare più contadini e contadini, non per allargare quelli che non ne hanno bisogno. " Come in Africa, " denunciamo la finanziarizzazione del settore agricolo: persone al di fuori del mondo agricolo stanno facendo i soldi nel paese di contadini esclusi " deplora Pinatel Lawrence, portavoce della Confederazione Paysanne.

Al 31 dicembre 2015, Socfin, controllata al 38,7 % da Bolloré, ha annunciato oltre 400.000 ettari di concessioni. Socapalm, una filiale della società Socfin, affitta nello Stato del Camerun 583 ettari di terreni agricoli per 7,69 euro per ettaro all'anno, quando l'affitto annuale degli agricoltori camerunesi varia tra 61 e 154 euro per ettaro. Un documentario del giornalista Tristan Waleckx ha descritto le condizioni di vita degli operai nelle piantagioni di Socapalm, ospitati in condizioni non igieniche, lavorando sul lavoro e senza indumenti protettivi. Il 5 giugno 2018 la Corte penale di Nanterre ha assolto il giornalista, che è stato accusato di diffamazione da parte di Bolloré.

I contadini camerunesi, i vicini delle piantagioni di Bolloré, sono privati della terra e vedono le loro condizioni di vita deteriorarsi. Un'alleanza internazionale di residenti di piantagione Bolloré-Socfin è stato creato nel 2013. Il 23 aprile, 2015 iniziò l'occupazione di piantare Socapalm sussidiaria Socfin per protestare contro l'accaparramento delle loro terre dalla holding Bolloré.

Dal 2005, la confederazione contadina denuncia la mistificazione degli agrocarburanti, che impoverisce i contadini, affama le popolazioni e distrugge il pianeta. Ma è con una certa sorpresa che abbiamo appreso che il 10 e 11 giugno 2018 la FNSEA aveva deciso di condurre una raffinerie azione di blocco in Francia, presumibilmente per protestare contro l'importazione di olio di palma.

Come ricordato dalla Confederazione Contadina nel suo comunicato stampa del 11 giugno 2018, che l'azione prima che la raffineria è stato adattato a " difendere gli interessi del gruppo nel mese di aprile " stessa ha importato 200 000 tonnellate di olio di palma e mantiene stretti legami con la FNSEA. Arnaud Rousseau, presidente del gruppo Avril, è anche vicepresidente della FDSEA a Seine-et-Marne.

Georges Claas (AL Var)

Contro il vento industriale nell'Aveyron
Il 13 giugno, Nicolas Hulot ha firmato la dichiarazione pubblica di interesse per il trasformatore necessario per il progetto di migliaia di turbine eoliche a Saint-Victor, aprendo la strada agli sfratti nel sito occupato da Amassada. La deviazione delle energie rinnovabili incorporate in questo progetto e la mancanza di consultazione con le popolazioni locali che stanno vivendo un progetto di esportazione di elettricità non correlato alle loro esigenze, sono alla base della sfida. La Confederazione Paysanne ha appena sostenuto pubblicamente questa lotta.

Le " soluzioni " capitaliste alla crisi energetica - che oggi ruotano attorno al tutto elettrico - sono costruite contro gli interessi della gente e continuano a distruggere i terreni agricoli. Mentre RTE (Electricity Transmission Network) ha annunciato l'inizio dei lavori per questo autunno, il collettivo di occupazione chiede a tutte le componenti dello sviluppo territoriale di incontrare e immaginare un nuovo quadro per la lotta comune.

Reinette reinette (AL Aveyron)

http://www.alternativelibertaire.org/?Agriculture-Les-vignobles-de-Bollore-occupes-dans-le-Var
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center