A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ _The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours | of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) alas barricadas: Contro il patto sociale della miseria salariale -- Confederazione sindacale dei lavoratori Solidarietà (ca, en) [traduzione automatica]

Date Tue, 2 Jan 2018 08:57:18 +0200


Viviamo in un paese in cui gli stipendi sono aumentati del 5% negli ultimi dieci anni, mentre i prezzi sono aumentati del 13,7%, il che significa che gli stipendi hanno perso oltre l'8% nell'ultimo decennio. di potere d'acquisto. In realtà abbiamo abbassato i salari con la scusa della crisi. E questo non significa che la parte del reddito nazionale detenuta dai capitalisti sia stata aumentata: uno su due euro della nuova crescita sarà remunerato alla capitale. Con la crisi hanno perso 30.000 milioni di salari ma i profitti sono aumentati di 14.000 milioni. La classe operaia perde potere d'acquisto e dal 2011 i salari medi sono rimasti stagnanti: l'effetto ricercato con le riforme del lavoro approvate dai socialisti e dai popolari nel 2010 e nel 2012.

E 'in questo contesto che i sindacati di maggioranza, datori di lavoro e il governo gettano le campane con l'annuncio di un aumento di differita e condizionati il salario minimo per i prossimi anni. L'aumento è 4% per il 2018, 5% per il 2019 e 10% in 2020. Ma anche se può sembrare altrimenti non contenuta all'euforia delle burocrazie del CCOO e UGT, questa misura non è altro che un'illusione tremendamente limitata. Ed è per i seguenti motivi:

-L'aumento è legalmente condizionato a un aumento del PIL di oltre il 2,5% nei prossimi anni e 450.000 nuovi posti di lavoro vengono creati ogni anno. Le previsioni di aumento del GIP dell'Unione Europea e del Governo per il 2019 sono inferiori a tali importi e, nel caso del 2018, si spostano nello stesso limite (tra 2,3 e 2,6 secondo un rapporto inviato da il governo a Bruxelles e il 2,4% secondo la Banca di Spagna). Ciò lascerebbe senza effetto gli aumenti più forti, quelli del 2019 e 2020.

-L'aumento non è esteso ai salari e ai benefici pubblici che, in base al contratto collettivo o alla legge, fanno riferimento allo SMI.

-La possibilità che il provvedimento avvantaggi tutti i lavoratori, trasferendo l'aumento delle retribuzioni ai lavoratori coperti dagli accordi, è molto limitata. L'anno scorso, nonostante l'aumento dell'8% nella SMI, i salari concordati nell'accordo non sono aumentati oltre l'1,4% e gli stipendi medi sono stati dello 0,4%. In ogni caso, al di sotto dell'inflazione, che era dell'1,5%. Le ultime riforme del lavoro hanno dinamizzato la contrattazione collettiva, indebolendo le possibilità per i lavoratori di avanzare negli accordi. E questo è il tuo risultato.

-La crescita della SMI per i lavoratori a tempo pieno lascia fuori dalla massa crescente di più lavoratori precari, con contratti part-time per poche ore, lavoratori temporanei sottoposti al costante ricatto del mancato rinnovo del contratto, persone costrette a l'economia irregolare, i falsi lavoratori autonomi, i lavoratori in formazione, ecc.

Ed è che lo scenario sociale di questa Spagna all'inizio del 21 ° secolo è spaventoso: 14 milioni di lavoratori poveri (che, pur avendo un lavoro, non possono uscire dalla povertà), dal 201 oltre 1,8 milioni famiglie con tutti i loro membri disoccupati, un tasso di copertura delle indennità di disoccupazione che non raggiunge il 56% e un tasso di povertà di oltre il 22% della popolazione. E, naturalmente, attacchi contro il diritto di sciopero (come il recente divieto di sciopero degli operai di Barajas) e l'aumento della repressione nella sfera pubblica, nelle strade e nei posti di lavoro.

Questa è l'eredità dei alleanze del sindacalismo di governo e burocratico con il governo e datori di lavoro negli ultimi anni: la flessibilità del lavoro, il licenziamento a basso costo o gratuiti, diffusa insicurezza, l'espansione di nuove forme di sfruttamento, insicurezza fisica e gli incidenti, la povertà, i tagli sociali ... Anche in tal modo, questo aumento di differita e condizionato lo SMI loro piacque perché permette loro di continuare questa dinamica del patto sociale, la smobilitazione e la resa garantendo il loro status di partner accettate dal sistema. Di rappresentanti ben pagati di una classe lavoratrice che hanno lasciato indietro. Aiutano i datori di lavoro a gestire il conflitto sociale e patti di questo tipo faccia cercando di far finta di fare qualcosa per i lavoratori che li alimentano lavato.

Ed è che i lavoratori possono solo aspettarsi buone notizie dalla propria assemblea e dalla propria auto-organizzazione. Sindacalismo combattivo, che non è altro che la forma adottata in molti luoghi dalla cooperazione tra i lavoratori (piuttosto che dai burocrati) per combattere e difendere i propri diritti. Dalla base e dalla lotta. Cercando di risolvere i problemi che abbiamo come classe, non cambiando il nome e abbellendo la realtà, ma con l'azione. Azione diretta e organizzazione.

Da Solidaridad Obrera chiamiamo i lavoratori alla lotta, all'organizzazione, alla costruzione di alternative sindacali e non siamo ingannati dai canti delle sirene del sindacalismo pseudo-burocratico, dei padroni e dei governi. Di fronte allo scoraggiamento, all'azione. Di fronte all'impotenza, all'organizzazione. Affrontare le bugie del sistema e dei suoi portavoce, cooperazione e solidarietà. Insieme siamo forti.

La lotta è l'unico modo.

Confederazione sindacale dei lavoratori Solidarietà

Madrid, 27 dicembre 2017

http://alasbarricadas.org/noticias/node/39431
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center