A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #280 Febbraio 2018 - Content + Edito (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Sat, 24 Feb 2018 10:37:22 +0200


Afri-Gaza ; Sindacalismo rivoluzionario ; Atto di lavoro 1 e 2 ; Raggruppamento dell'Unione ; La Poste ; La " fabbrica verde " a Montreuil ; Scelta energetica ; La scuola moderna dell'Amazzonia ; Università di Mirail ; Papyart ; Trasporto gratuito ; Molestie ; Cammina per Mariama ; Catalogna ; Unione dei lavoratori comunisti libertari UTCL ---- Content ---- Editoriale: Afri-Gaza, un'aria di déjà-vu ---- Combattere il sindacalismo: cosa fare ? ---- Diritto del lavoro 1 e 2: Perché il fallimento del movimento sociale ? ---- Sindacati: lottare per rimanere " l'interlocutore inevitabile " ? ---- Sindacalisti rivoluzionari: tornando al campo ---- Raggruppamento sindacale: raggruppamento per andare avanti, non solo per riscaldare ---- La Poste: colpire il virus contro la sottoccupazione ---- Ecologia ---- La " fabbrica verde " a Montreuil: lavoro e salute ---- Scelte energetiche: potere per le persone !

Sociale
Né dio né maestro ... della scuola n ° 1: la moderna Scuola di Amazon University di
Mirail: mobilitazione contro la fusione
Lezioni sociali: al confine delle relazioni sociali
Intervista di Papyart (serigrafia libertaria): " E ' È diventato vitale che i trasporti siano gratuiti »
Trasporto gratuito: una realtà in alcune città

Antipatriarcism
Molestie: svegliare i patriarchi
Camminare per Mariama: la rabbia rompe il lutto

Internazionale - Catalogna: cercando di capire
Intervista con Emili Cortavitarte Carral (embat) e Jordi Font Marti (CGT): " Spingi, in catalonia, verso un potere popolare "

Storia
Quarant'anni fa: nasce l'Unione dei Libertari Comunisti

Cultura
Cinema: "The Plant nulla" Pedro Pinho
prova: "L'Ottico Lampedusa" Emma-Jane Kirby in Equator edizioni
romane: "E 'stata una città" Thomas B. Reverdy Editions Flammarion
BD: "In demo "di Matteo Colloghan alle edizioni Adespote
libro:" refuznik "Martin Barzilai a Libertalia edizioni
Libri:" Algeria 1954-1965, una lotta anti-coloniale "di Daniel Guérin e Mohamed Harbi pubblicato da amici di Spartacus

http://www.alternativelibertaire.org/?-AL-de-fevrier-est-en-ligne-432-


Editoriale: Afri-Gaza: un'aria di déjà-vu

5 febbraio 2018 dalla rivista della Commissione (mensile) / 397 punti di vista
Versione stampabile

Come quando Israele massacrò la popolazione palestinese, Mosca, Parigi e Washington pretesero di " capire il diritto legittimo " dell'aggressore, ma chiedergli di agire " con moderazione ".

Non sorprende che l'esercito turco e le sue controparti islamiste nell'esercito siriano libero abbiano lanciato un'offensiva contro Afrin contro la sinistra kurda.

Quest'ultimo è stato il principale artefice della sconfitta di Daesh in Siria. Daech, che il regime turco aveva consapevolmente sostenuto. Francia, Russia e Stati Uniti hanno sostenuto la lotta delle milizie arabo-curde contro Daesh ... ma non vogliono arrabbiarsi con Ankara, un membro di peso nella NATO, e un attore chiave del conflitto siriano. Quindi cosa stanno facendo ? Hanno lasciato andare la sinistra kurda.

E lo fanno con la stessa miserabile retorica di quando Israele bombarda Gaza e massacra la popolazione palestinese. Affermano di " capire gli imperativi della sicurezza " e il " diritto legittimo " del violentatore, ma gli chiedono di agire " con moderazione " e " moderazione ".

Traduzione: prova a schiacciare il tuo nemico senza eccessiva carneficina per favore ; non costringerci ad aprire gli occhi.

Questa vigliaccheria da parte degli stati imperialisti non è una sorpresa. Per loro, la " guerra contro il jihadismo " si ferma quando gli obblighi diplomatici iniziano nei confronti dei loro partner che, come la Turchia, sostengono il jihadismo.

Tuttavia, Washington, Mosca e Parigi sono molto annoiate. Erdogan li costringe a mostrare la loro ipocrisia in pieno giorno.

Lascia che conti su di noi per diffonderlo un po 'di più ! Protesta, manifestiamoci, urliamo la nostra indignazione. Come Kobanê, Afrîn sarà salvato dalla tenacia dei suoi difensori, ma anche dal fervore della solidarietà internazionale.

Kobanê ha vinto. Afrîn vincerà !

Alternativa libertaria, 3 febbraio 2018

http://www.alternativelibertaire.org/?Edito-Afrin-Gaza-un-air-de-deja-vu
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center