A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #279 - Germania: foresta contro carbone (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Fri, 2 Feb 2018 08:15:31 +0200


Una delle lotte che fa notizia ecologica in Germania è quella della foresta Hambach: azione diretta alla lobby, la sfida è quella di proteggere un antico bosco minacciato con l'istituzione di un carbone colossale centrale. ---- È possibile seguire la lotta quotidiana con il sito Foret.hambachforest.org e sostenere gli occupanti. ---- Il movimento ha anche una pagina Facebook e un account Twitter ---- Dal 2012, un gruppo di attivisti per lo più anarchici è stato occupato a occupare la foresta di Hambach in confronto con le autorità e RWE, uno dei maggiori gruppi energetici della Germania, che è proprietario ufficiale. ---- In una zona mineraria tra Aquisgrana e Colonia, la sfida è quella di salvare 1000 ettari di foresta nella estrazione di lignite o lignite, considerata una delle peggiori combustibili fossili. " Hambi ", soprannome dato a questo spazio diverse migliaia di anni fa dai militanti, era inizialmente 9 volte più grande.

Spirale di repressione

Le operazioni di polizia sono regolari e brutali, coordinate dalla sicurezza privata di RWE e le forze pubbliche possono mobilitare diverse centinaia di agenti. L'obiettivo è impedire la creazione di un'area reale da difendere distruggendo regolarmente capanne e infrastrutture in un'escalation di violenza contraria alle dichiarazioni di buone intenzioni.

Il bullismo e la confisca di laptop e computer sono comuni. In totale più di 200 procedure investigative sono state supportate da RWE sulla base di false accuse. Lo scorso marzo RWE sta sviluppando, sulla scia delle operazioni di perforazione, strade di accesso per macchine e pattuglie di deforestazione.

Equipaggiato con macchine sovradimensionate, l'operazione viene effettuata 24 ore su 24 fino a 450 metri di profondità e fino a 3 milioni di metri cubi di terra manovrati al giorno, creando una zona disastrosa sostenibile. Più di un milione di alberi di ciò che era originariamente un'area naturale protetta furono distrutti ; Terreni agricoli e preziosi ecosistemi sono scomparsi nell'area di circa 170 chilometri quadrati, la più grande miniera a cielo aperto dell'Europa occidentale. Quasi 40.000 persone sono state espulse - o " sfollate " a seconda del punto di vista.

Il minerale viene utilizzato per alimentare le centrali termoelettriche dell'azienda, che emettono alti livelli di CO2, arsenico, protossido di azoto e mercurio. A ciò si aggiungono le emissioni radioattive presenti durante l'estrazione e la combustione della lignite, rendendo le centrali a carbone le maggiori fonti di inquinamento radioattivo dopo le centrali nucleari.

aree residenziali a fronte periferia dei livelli di radioattività indicati sopra soglie terreno tollerabile, più vulnerabili alle malattie causate dalle particelle fini e subire anche causato dal pompaggio di subsidenza acqua che non deve raggiungere le miniere. Le acque sotterranee in disidratazione condannano a morte i biotopi circostanti e le riserve sotterranee subiscono l'inquinamento causato dai metalli pesanti rilasciati durante l'estrazione.

Contro RWE e il suo mondo

Se la giustizia consente la deforestazione, la lotta non si ferma nonostante il potente RWE. Luogo di resistenza concreta, Hambach è anche un punto di appoggio per le campagne di un ampio movimento sul clima. Combina sia le tecniche di blocco e di dimostrazione del movimento antinucleare, le azioni dirette e anche una lobby più istituzionale che richiede la fine graduale delle centrali a carbone, un'opzione politica ragionevole sostenuta da Greenpeace contro il rivendicazione di un arresto immediato del dado.

La stessa organizzazione afferma che le nove centrali tedesche di carbonella provocano la morte di almeno 1800 persone all'anno. Per la parte più radicale del movimento, solo la transizione senza arresto farà risparmiare ciò che può ancora essere salvato - e che include la corrente vittime generazione carbone - senza entrare in negoziati termini medie abilmente recuperati dalle grandi aziende .

Fred (AL Alsace)

http://www.alternativelibertaire.org/?Allemagne-Foret-contre-charbon
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center