A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) cgt-lkn: La rapina sindacale di ERE (Di Rafael Cid) (ca, en) [traduzione automatica]

Date Mon, 25 Dec 2017 16:42:46 +0200


Se nessuno ci obbliga a votare, abbiamo il governo che meritiamo. Se aderiamo volontariamente a un sindacato, abbiamo i sindacati che meritiamo. Sia i governi che i sindacati ci sono perché lo volevamo. Sono i nostri rappresentanti. Questa è la tragedia che si nasconde dietro l'approfondimento dell'involuzione sociale. Un male che viene dal basso verso l'alto, senza complessi o scuse. Con il nostro appoggio E contribuire a promuovere una cultura di sottomissione e rassegnazione che non rende necessario che i potenti usino la forza per raggiungere i propri obiettivi. ---- Questa sarebbe una delle possibili spiegazioni di ciò che è appena successo nella prospera Austria. Dove grazie al sostegno di una parte importante della popolazione, un partito xenofobo riconosciuto è riuscito per la seconda volta a entrare nel governo della nazione. Jibarizando quello che chiamano democrazia e non è altro che una lotteria che viene attivata ogni quattro anni. Una semplice tecnica di punteggio. Come una lotteria o una piscina. Basta inserire le urne già precotte con il nome della festa e della loro tribù. Con pochissime capacità di deliberazione o meno decisioni da parte dei cittadini. Ma anche programmato dal basso verso l'alto, sovranamente.

E così procediamo dopo il processo elettorale, ci stiamo allontanando sempre di più da qualcosa che è minimamente simile alla vera politica, e aprendo la strada in modo che quelli che vengono dietro riproducano quel DNA di mansuetudine perché è un'usanza. La libertà di scegliere e consumare contro il diritto di decidere per se stessi e di apprendere dall'esperienza vissuta e non differita. L'abbiamo visto nel consiglio comunale della capitale, dove l'iniziativa di Madrid decide! , che offre ai cittadini la possibilità di partecipare telematicamente al governo della città, si sta rivelando un completo fallimento. Le persone non "vogliono complicare le loro vite" . Nessuna delle proposte proposte ha suscitato risposte che hanno superato i 7.000 supporti in un censimento di 2,7 milioni di abitanti.

Ma sarebbe disfattista e falso attribuire tutta la colpa a quelli rappresentati, quelli che abbiamo chiamato "quelli sotto". In realtà gli atti di apatia, mentalità conservatrice, vigliaccheria e conformismo sono istigati dagli attori intermedi che abbiamo accettato di buon grado perché entrano nella sceneggiatura . Questi agenti istituzionali sono ufficialmente responsabili della gestione del pubblico a nostro nome. Parti e politici, sindacati e sindacalisti, e in quell'ordine di cose, tutti gli organi di mediazione a cui l'uomo e la donna della strada danno un assegno in bianco ogni volta perché vengano soppiantati. Senza contratto con mezzi e senza effettiva capacità di reversione quando la cruda realtà nega le promesse lorde fatte. Unendosi al giogo dello scherzo condiviso, vittima e carnefice finiscono per confondersi.

L'esempio più indecente di questa cannibalizzazione ambientale è nel traffico infame e vivace dell'ERE. Un affare per i sindacati della concertazione (CCOO e UGT) che fanno guadagnare denaro a molti miliardari equivale a consigliare nei massicci licenziamenti che le compagnie approvano sotto la protezione della legislazione sul lavoro. In teoria usano i loro avvocati e contabili per verificare gli elementi dei benefici da pagare. Sebbene in realtà quell'intermediazione diventi un'attività fiorente per le strutture sindacali. Quindi la teoria della "lotta di classe" diventa una "classe compadreo" dal momento in cui uomini d'affari e leader sindacali condividono il bottino. A più licenziamenti, più affari per tutti.

Questa è la grande anomalia che, nonostante la crisi che ha portato la Spagna a essere il secondo paese dell'Unione europea con il più alto tasso di disoccupazione e uno di quelli con il più alto tasso di precarietà sul lavoro, è il Il carosello dell'ERE continua al massimo. In questo momento il Banco Santander e la Bankia sono immersi in due distinti documenti di regolamentazione del lavoro, secondo il cinico eufemismo usato per mascherare cosa significhi disoccupazione forzata. Nel primo caso colpiscono 1.364 persone e nel secondo a 2.510. Un'enorme clientela per il sindacato dell'amicizia, che rende più ricchi CCOO e UGT e contribuisce alla cascata del prepensionamento per peggiorare ulteriormente il futuro del fondo pensione.

In questo senso, il file Bankia è particolarmente odioso . Quando i suoi vertici e quelli di Commissioni e Ugeté raggiungeranno i loro ultimi obiettivi sindacali, una storica rapina verrà consumata. Perché il denaro che è stato utilizzato per distruggere quelle migliaia di posti di lavoro e pagare generosamente agli agenti della commissione nei negoziati avrà lasciato gli oltre 16.000 milioni di euro presi dagli spagnoliper il salvataggio di CajaMadrid-Bankia. E se ciò non bastasse, la fortuna sindacale cadrà sulle stesse centrali condannate, interposta persona, per la disgustosa vicenda delle carte nere. Fortunatamente, ci sono ancora sindacati intatti, come CGT e CNT, che sono finanziati solo con le tasse dei loro affiliati, rifiutano di incollare con l'ERE e rinunciano alla manna delle borse di formazione.

Terminiamo con un indovinello: perché non è quasi stato riportato ciò che accade nel macrocosmo di ERE of Andalusia? Per questo motivo, perché è una truffa tra il Consiglio, i datori di lavoro e sindacati CCOO e UGT per dividere in tutto 855 milioni di euro (la barbarie di alcuni 142.000 milioni di pesetas) tra amici, parenti, conoscenti e tossicodipendenti la causa Un processo che ha portato alla la panca due presidenti della Junta de Andalucía ( come pure i presidenti del PSOE) e 16 alti membri del suo governo per presunta violazione di fiducia e appropriazione indebita di fondi pubblici d Ince il potere sta senza penalità alcuna gloria per l'incredibile fatto che i responsabili sono "uno dei nostri".

Rafael Cid

https://www.cgt-lkn.org/blog/archivos/4690
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center