A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) Marche: Cattiva salute, pessima politica, peggior democrazia.

Date Mon, 25 Mar 2013 08:32:21 +0100


Cattiva salute, pessima politica, peggior democrazia.

Torna a far parlare di sé la riorganizzazione del sistema sanitario
marchigiano. Ospedali, posti letto, servizi, la sforbiciata è profonda
e segue in parallelo ciò che sta avvenendo in tutto il paese. Viene da
chiedersi: in un momento di crisi come quello attuale la
ristrutturazione sanitaria che si opera servirà a ridurre costi o
taglierà solo posti di lavoro e copertura sanitaria a favore del
mercato e a sfavore dei più deboli? Molte le ipotesi, ma di certo c’è
il peggioramento delle condizioni di vita, di lavoro, e di salute,
della collettività. La risposta dal palazzo regionale (e di Roma) è
quella di sempre: decisioni pesanti prese sulla pelle dei cittadini,
senza alcuna consultazione con le comunità e le istituzioni locali. E’
la stessa politica regionale che in nome della “salute” chiude gli
ospedali e apre le centrali a biomasse. La stessa che parla di
rinnovamento della politica ma la classe al potere è sempre più
lontana dal grido di disperazione della collettività. Nei fatti il
sistema sanitario pubblico sta esalando il suo ultimo respiro ed è
assordante il silenzio di partiti, vecchi e nuovi, sindacati e
intellettuali vari pronti a mobilitarsi per uno spot di un miliardario
attore americano, ma consenzienti alle decisioni dei poteri forti.
Chiamare alla mobilitazione i cittadini, anzi gli utenti del servizio
sanitario pubblico è doveroso, in difesa della salute pubblica, dei
più deboli, dell’equità nella salute minacciata dalla tirannide della
privatizzazione.

FAI – Federazione Anarchica italiana
Gruppo “M. Bakunin” – Jesi
Gruppo “F. Ferrer” – Chiaravalle

21 marzo 2013
da fai-a-aesinet.it
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center