A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) Palestina-Israele: Reports del 11 e 18 dicembre 2012 [en]

Date Thu, 27 Dec 2012 13:04:03 +0100


11.12.12: La lotta unitaria prosegue forte di un teso background politico
Dopo la grossa sconfitta politica di Israele nell'attacco a Gaza e
dopo la successiva sconfitta negli USA, la repressione messa in atto
dalle forze di stato israeliane nei confronti delle manifestazioni
settimanali ha dovuto fare i conti con ordini di contenimento. Lo si è
visto in video in alcuni casi in cui piccole unità di soldati si sono
date alla fuga di fronte al lancio di pietre dei giovani: un video dei
più eloquenti è stato mandato e rimandato in onda sui canali TV
israeliani. Le "teste parlanti" della destra hanno lamentato il fatto
che la fuga dei soldati è un insulto ad Israele e che occorre prendere
misure più severe. I commentatori più realistici hanno messo in
evidenza il calo di rispetto verso Israele a livello internazionale,
che potrebbe aggravarsi in caso di manifestanti feriti. Oltre alle
consuete manifestazioni a Beit Ummar, Bil'in, Al-Ma'sara, Nabi Saleh,
Ni'lin, Qaddum, le colline a sud di Hebron e Sheikh Jarrah, vanno
aggiunte in questa settimana quelle a Kafr ad-Dik e Krayut.


Bil'in

La manifestazione di venerdì 7 dicembre ha rivelato il deterioramento
del morale delle forze di stato israeliane. Non si sono opposte ai
manifestanti quando hanno superato il filo spinato e si sono
avvicinati al muro. Hanno messo una bandiera israeliana che tutti
potessero vedere, ma dopo tentativi ostili poco convinti hanno
lasciato che una bandiera palestinese fosse collocata ad un metro
dall'altra. Uno squadrone di forze di stato si è scontrato con i
giovani, ma dopo aver ricevuto di ritorno candelotti di gas
lacrimogeni con aggiunta di pietre si sono messi in una posizione più
arretrata.

I soldati non si sono nemmeno peritati di mettere in azione il cannone
che spara acqua puzzolente.

Sebbene si trattasse di una manifestazione più contenuta e più breve,
è finita come volevano i manifestanti e col morale alto.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=527173080626334


Kafr ad-Dik

Cisgiordania, 07.12.12:

Visita di solidarietà nel villaggio di Kafr ad-Dik, vicino Salfit,
Cisgiordania, 7 dicembre 2012.
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=469859419727548


Al-Ma'sara

Manifestazione settimanale del 7 dicembre 2012.

Un soldato augura ad una manifestante di essere stuprata:
http://www.youtube.com/watch?v=_S2CSHsYfyQ
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.527203413956634.125845.136633479680298


Nabi Saleh

Manifestazione settimanale del 7 dicembre 2012:

Mentre a Tel Aviv si manifestava per la Giornata dei Diritti Umani, a
Nabi Saleh abbiamo ricordato un anno dalla morte di Mustafa Tamimi.
Incurante delle motivazioni della manifestazione, l'esercito ha
sparato candelotti di lacrimogeni direttamente sui manifestanti,
insieme ad acqua-puzzola e proiettili di gomma.
Durante la manifestazione settimanale a Nabi Saleh, Palestinesi ed
attivisti della solidarietà hanno commemorato il primo anniversario
del martirio di Mustafa Tamimi, ucciso da un candelotto lacrimogeno
sparato da un soldato israeliano, ma anche Rushdi Tamimi, colpito a
morte tre settimane fa. I manifestanti portavano striscioni in ebraico
ed in arabo indicanti il nome del soldato che ha ucciso Mustafa Tamimi
e di coloro che erano nella catena di comando dell'esercito. Il quale
ha tentato di reprimere la manifestazione con massicce quantità di gas
lacrimogeno e di proiettili di acciaio ricoperti di gomma, ma per
parecchie ore i residenti hanno resistito ai tentativi israeliani di
invadere il villaggio; alcuni hanno subito ferite da proiettili di
gomma mentre molti hanno sofferto per l'inalazione dei gas
lacrimogeni.

Haim Schwarczenberg:
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.291798654273169.66816.202358256550543
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.527202337290075.125844.136633479680298
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=469857193061104

Sabato 8 dicembre, gli Anarchici Contro il Muro, come pure molti
giornalisti e fotografi erano tra coloro che sono stati premiati nel
corso di una cerimonia in commemorazione di Mustafa e Rushdi Tamimi,
entrambi uccisi dai soldati israeliani. "Giusto per farvi sapere che
il comitato popolare di Nabi Saleh ha reso onore al nostro gruppo con
uno scudo-premio per la solidarietà da noi espressa alla lotta
palestinese".

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.441244102598148.106688.100001376859977
israel putermam: http://www.youtube.com/watch?v=BWZSPTprqdA
David Reeb: http://youtu.be/3ZCxLKSBGKg
http://www.youtube.com/watch?v=TAwp2Ln6j-I


Ni'lin

Manifestazione settimanale del 7 dicembre 2012:

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.527208233956152.125846.136633479680298
http://www.youtube.com/watch?v=oK2JeQS5I5I


Qaddum

Venerdì 07.12.12: "Non posso descrivere la manifestazione di oggi, la
sola cosa che posso dire è che c'erano più di 600 persone tra cui i
nostri amici israeliani e dell'ISM. I soldati, parecchi soldati, sono
venuti per fermarci con tanto gas lacrimogeno e granate assordanti,
venivano da tutte le parti per cercare di arrestare qualcuno, ma non
ci sono riusciti. Ci hanno sparato addosso con nuovi fucili
spara-candelotti lacrimogeni ed è la prima volta che lo fanno; ho
visto che cosa fanno: buchi nel muro".

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.527198480623794.125843.136633479680298
http://www.youtube.com/watch?v=vA43pYA0smM


Tel Aviv

Corteo per i diritti umani, 07.12.12:

Un attivista israeliano presente alla manifestazione annuale a Tel
Aviv per i diritti umani, portava un poster con scritto "Chi ha ucciso
Mustafa Tamimi?" 7 dicembre 2012. Tamimi è stato ucciso il 9 dicembre
2011, da soldati israeliani che gli hanno sparato in faccia un
candelotto lacrimogeno da breve distanza. Sul poster c'era anche una
foto del Tenente Colonnello Shay Ben Yshai, il comandante superiore
del soldato che ha ucciso Tamimi. Nessun responsabile per la morte di
Tamimi è stato finora portato sotto processo.

Foto di Ryan Rodrick Beiler/Activestills.org:
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=469856483061175
http://www.youtube.com/watch?fv=fpMEwl9rrnw


**********************************


La lotta unitaria non-armata può essere adottata come modello per la
Terza Intifada

18.12.12


Il fallimento di lungo periodo degli sforzi politici da parte
dell'Autorità Palestinese per giungere a risultati concreti può far
crescere la tanta frustrazione accumulata fino al punto di
deflagrazione. L'iniziale incremento delle lotte locali non-armate si
sta avvicinando al punto di esplosione nonostante l'appello
dell'Autorità Palestinese a limitare la lotta nell'ambito dell'arena
politica internazionale. Oltre alle località aduse alle lotte in
corso, altri villaggi stanno iniziando la loro lotta. Beit Nuba ed
al-Mufakara ne sono appunto due esempi. L'intensificazione di violenze
fino all'uso di munizioni vere nel corso delle incursioni del weekend
su Ni'lin e Nabi Saleh può essere parte di altre violenze da parte
delle forze di stato israeliane, la cui escalation sembra puntare a
far scoppiare una Terza Intifada.


Bil'in

Circa 30 ospiti e 30 residenti hanno preso parte alla manifestazione
del venerdì contro il muro della separazione e contro l'occupazione.
Quando i manifestanti si sono mossi dal parco di Abu Lamun verso il
muro della separazione, le forze di stato hanno iniziato ad inondare
chi si avvicinava con lacrimogeni, senza nemmeno aspettare la prima
pietra scagliata dai giovani. A causa del vento mutevole gran parte
dei gas è ritornato indietro verso i soldati facendogli assaggiare la
loro stessa "medicina". Un lacrimogeno "rispedito al mittente" li ha
quasi fatti soffocare. I manifestanti si sono dispersi lungo il
chilometro di muro, schivando i lacrimogeni e benedicendo il vento
dell'est che riportava le nuvole di gas verso i soldati. Dopo un bel
pezzo la gente è tornata al villaggio.

Un altro resoconto:

"Nel venerdì di solidarietà con i prigionieri palestinesi, un giovane
uomo è rimasto ferito oltre alle dozzine che hanno sofferto di
soffocamento durante la manifestazione di Bil'in. Venerdì (14.12.12)
Mohamed Adeeb Abo Rahma, di 18 anni, è stato ferito alla gamba da un
proiettile di gomma oltre alle dozzine di manifestanti che hanno
sofferto per le inalazioni di gas nel corso della manifestazione
organizzata dal Comitato Popolare Contro il Muro e contro gli
Insediamenti di Bil'in; il corteo dedicato alla "solidarietà con i
prigionieri in sciopero della fame", è stato partecipato dalla gente
di Bil'in, insieme a dozzine di pacifisti israeliani ed
internazionali. La manifestazione è iniziata dopo le preghiere del
venerdì dal centro del villaggio in direzione del muro dell'apartheid,
i partecipanti sventolavano bandiere palestinesi e scandivano slogan
per la resistenza all'occupazione, per la demolizione del muro
dell'apartheid, per la liberazione
dei prigionieri palestinesi e perché i palestinesi restino fedeli
alle ragioni dei palestinesi. Giunti al parco di Abu Lemon adiacente
al muro, i manifestanti sono riusciti a tagliare ed a sradicare pezzi
di filo spinato lungo il muro, al che i soldati israeliani che stavano
dietro il muro hanno sparato lacrimogeni, granate assordanti e
proiettili di metallo ricoperti di gomma in direzione dei
manifestanti, ma sono anche ricorsi a getti di acqua chimica addosso
ai manifestanti, con il ferimento di uno di loro e l'inizio di
soffocamento per più di una dozzina, con ricorso a trattamento medico
sul campo. Nel frattempo sono scoppiati scontri violenti che sono
continuati per ora tra i giovani arrabbiati ed i soldati israeliani, i
giovani lanciavano pietre contro i soldati che li inseguivano nei
campi nel tentativo di arrestarli".

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.428761343860935.99220.319396991464038

Una donna svizzera cerca di impedire che i soldati israeliani sparino:
http://www.youtube.com/watch?v=6aGSxSpB0go


Nabi Saleh

L'esercito ha cercato di impedire che gli attivisti raggiungessero il
villaggio, ma senza successo. Gli attivisti sul campo hanno raccontato
che l'esercito ha sparato lacrimogeni, proiettili di gomma e che i
soldati erano muniti di proiettili veri.

http://www.youtube.com/watch?v=2WY38ob4YB4


Qadddum

Manifestazione settimanale del 14.12.12: 150 Palestinesi, 13
Israeliani e 5 internazionali hanno preso parte alla manifestazione
settimanale nel villaggio di Kufr Qaddum; la manifestazione ha avuto
molto successo, senza il benché minimo sparo da parte dell'esercito e
senza alcuna pietra lanciata dai giovani del posto per tutta la durata
della manifestazione. I manifestanti si sono mossi dal centro del
villaggio verso il blocco dell'esercito, costruendo barricate lungo la
strada, e quando siamo giunti vicino all'insediamento di Kedumim c'era
del filo spinato ad attenderci, i giovani hanno dato fuoco a dei
copertoni invitando i soldati a deporre le armi e ad accettare di
prendere un caffè insieme nel villaggio, poco dopo quando tutti i
copertoni erano del tutto bruciati, i giovani hanno distrutto il filo
spinato dato vita ad una corteo di ritorno per la vittoria cantando e
ballando.

Tal King: http://www.flickr.com/photos/talkingphotographer/sets/72157632247949362/
http://www.facebook.com/#!/media/set/?set=a.500171980004860.108519.271405776214816
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.500171980004860.108519.271405776214816


Sheikh Jarrah

Foto delle manifestazioni di Novembre-Dicembre 2012:
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.560380250643661.141742.100000150737581

Colline a sud di Hebron

Sabato 15.12.12: "Abbiamo iniziato con l'accompagnare contadini e
pastori sulle loro terre vicine agli insediamenti ed agli avamposti
illegali che sono stati messi dall'esercito e dai coloni per impedirci
di avvicinarci alle loro basi, ma fin dall'inizio siamo stati
attaccati dai coloni dell'insediamento illegale di "Mitzpe Yair";
l'esercito era lì ma non ha fatto molto per fermarli, mentre alcuni di
loro correvano selvaggiamente in direzione del villaggio più vicino
approfittando del fatto che tutti gli uomini del villaggio fossero nei
campi, alcuni di noi hanno seguito i coloni per impedirgli di
attaccare un villaggio senza difesa ed un pastore; poco dopo è giunto
l'esercito ed un soldato ha minacciato di arrestare il pastore che
cercava di proteggere il suo gregge! Dopo di che hanno detto che la
zona era territorio militare chiuso (senza mostrare nessuna
ordinanza...) e che noi avremmo dovuto allontanarcene... Abbiamo
insistito per rimanere finché
quei coloni selvaggi fossero rimasti nelle vicinanze. Alcuni coloni
hanno attaccato gli attivisti israeliani ed i pastori nei pressi
dell'insediamento illegale di "Avigail" ed anche in questo caso
l'esercito non ha fatto niente per fermare i coloni inselvaggiti,
nemmeno quando hanno cercato di aizzare un cane addestrato contro le
pecore (alcuni soldati si sono messi persino a ridere!); hanno cercato
di farci andar via, poi sono venuti con una mappa su cui era tracciata
una linea gialla, cosa che non avevamo mai visto prima e che non è
stata mai approvata da nessun tribunale, questa mappa all'inizio non
era controfirmata, poi sono ritornati con una firma; dopo ci siamo
uniti alla gente di al-Mufaqara in un'iniziativa in cui veniva
dichiarata la costruzione di una nuova moschea, dopo la demolizione
della prima fatta dall'esercito, e messa la prima pietra; pare che
metà dell'esercito, polizia ed amministrazione civile delle colline
sud di Hebron siano
venuti a vedere la cosa dall'alto della collina; c'era quasi un
veicolo per ogni persona che partecipava all'iniziativa, dopo di che
siamo andati col trattore al villaggio di al-Fahchit, uno degli otto
villaggi destinati ad essere demoliti nella fire zone 918".

Tal King: http://www.facebook.com/media/set/?set=a.141026096049001.32763.113760382108906
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.10151298886067138.492677.779192137
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=10151298920517138


Ilan Shalif
http://ilanisagainstwalls.blogspot.com/

Anarchici Contro Il Muro
http://www.awalls.org

Traduzione a cura di FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali
Sito in italiano su Anarchici Contro il Muro:
http://www.fdca.it/wall
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center