A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) Palestina-Israele, l'economia mondiale e la turbolenza tra le potenze in lotta spostano la lotta [en]

Date Sun, 16 Sep 2012 01:07:08 +0200


Palestina-Israele, l'economia mondiale e la turbolenza tra le potenze
in lotta spostano la lotta [en]
Report del 10.09.12:
E' un lungo cammino quello fatto dalla prima lotta degli Anarchici
contro il muro, iniziata col campeggio di Mas'ha 9 anni fa. La lotta
unitaria contro il muro della separazione è proseguita e si è
allargata ad altre località e ad altri aspetti dell'occupazione. La
lotta si è anche allargata all'interno dei vecchi confini di Israele
con la lotta sociale legata al problema degli alloggi ed alla pulizia
etnica sia all'interno delle comunità ebraiche che di quelle
palestinesi, fino alla lotta sociale più generale contro lo sporco
neoliberismo. Grande attenzione è stata data alla lotta contro i
maltrattamenti ai danni dei lavoratori ospiti che si è tramutata in
lotta contro le persecuzioni ai danni dei profughi, contro gli arresti
di massa e le deportazioni. I finti preparativi bellici dei
guerrafondai per bombardare l'Iran, hanno dato luogo a molti presidi.
Beit Ummar
Sabato scorso, un ragazzo palestinese di 12 anni è stato colpito alla
gamba da un soldato israeliano, che lo ha spinto a terra a calci. I
manifestanti si sono radunati attorno a lui ed è stato sottratto ai
soldati, evitandogli ulteriori danni fisici. Il Comandante delle forze
israeliane si è rifiutato di rilasciare dichiarazioni sui calci dati
al ragazzo ferito.
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=221467841315348
Bil'in
Attivisti israeliani di Anarchici Contro il Muro più delegati tedeschi
e spagnoli hanno partecipato alla manifestazione del venerdì insieme
ai residenti locali e ad altri attivisti internazionali.

"Circa 10 Israeliani ed oltre 20 internazionali si sono uniti alla
manifestazione settimanale dei palestinesi contro il muro e contro
l'occupazione a Bil'in. Abbiamo marciato verso il muro, attraversato
il filo spinato che lo "protegge", ed in meno di un minuto eravamo
sotto il bombardamento di gas lacrimogeni. Il vento sfavorevole ci ha
costretto a ritirarci, ma alcuni manifestanti si sono raggruppati un
po' più a nord tenendo la posizione nonostante i lacrimogeni, le bombe
assordanti e l'acqua-puzzola. Poi alcuni ragazzi hanno sfidato per un
po' i proiettili di gomma con il lancio di pietre, fino a che la
manifestazione è finita e siamo andati al matrimonio di Nizar (il
figlio più grande di Abu Nizar - un membro del comitato locale contro
il muro della separazione."

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.488814401128869.118201.136633479680298


Gerusalemme/Al-Quds

Silwan:

Manifestazione contro la conferenza di archeologia all'insediamento
della Città di David, a Silwan, Gerusalemme Est, il 06.09.12 -
Attivisti Israeliani hanno fatto una manifestazione contro la
giudaizzazione di Gerusalemme Est, davanti all'insediamento coloniale
della Città di David a Silwan, Gerusalemme Est, il 6 settembre 2012.

La manifestazione si è tenuta contro Elad, l'ente responsabile
dell'insediamento coloniale, che ha tenuto la sua 13a conferenza
annuale di archeologia, presentando le acquisizioni della campagna di
scavi a Silwan per attribuire al quartiere una supposta antichità
ebraica. Oltre alle sue ampie attività archeologiche e turistiche,
Elad ha anche fatto sorgere parecchi insediamenti residenziali a
Silwan, stabilendo una presenza ebraica nel cuore del quartiere
palestinese, e scatenando una serie di eventi che nel corso del 2011
hanno portato ad una serie di scontri con centinaia di arresti ed a 2
morti.

Photo by JC/Activestills.org:
http://www.flickr.com/photos/activestills/7944955236/in/photostream/


Sheikh Jarrah

Presidio settimanale venerdì 7/9 alle 16:00.


Ma'sara

Palestinesi, internazionali ed Israeliani hanno preso parte questa
settimana alla manifestazione a Ma'sara per protestare contro
l'occupazione e la costruzione del muro della segregazione sulla terra
del villaggio. I manifestanti hanno marciato fino all'ingresso del
villaggio dove le forze di occupazione erano già in attesa. I soldati
hanno creato un cordone per impedire che i manifestanti raggiungessero
le loro terre. La manifestazione ha commemorato il 30° anniversario di
Sabra e Shatila, che ricorre il 17 settembre.

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.416010101779356.90868.398339956879704


Nabi Saleh

Dai reports degli attivisti di Nabi Saleh si apprende che il villaggio
è stato messo sotto assedio fin dalle 8 del mattino da parte delle
forze di occupazione israeliane che hanno chiuso tutti gli ingressi
del villaggio.

I manifestanti osservano i soldati israeliani che bloccano l'ingresso
del villaggio di Nabi Saleh durante la manifestazione settimanale
contro l'occupazione e contro gli insediamenti coloniali.

http://www.flickr.com/photos/activestills/7950924934/in/photostream/

"Uno strano giorno di protesta a Nabi Saleh

Tutte le vie di accesso al villaggio erano bloccate dalle 6 del
mattino, così abbiamo parcheggiato l'auto ad una certa distanza e ce
la siamo fatta a piedi, dopo un'ora di cammino abbiamo fatto un altro
po' di strada e siamo arrivati in tempo per l'inizio del corteo,
un'auto è stata intercettata mentre cercava di entrare nel villaggio e
sono stati tutti arrestati (5 attivisti); la manifestazione era a
ranghi ridotti, siamo andati ai piedi della collina ed abbiamo atteso
i soldati che hanno iniziato a correre ed a sparare lacrimogeni su
gente disarmata; i giovani gli hanno reso pan per focaccia col lancio
di pietre, altri 2 attivisti israeliani sono stati arrestati mentre
stavano documentando tutto, poi l'esercito si è fermato
improvvisamente per limitarsi a sparare saltuariamente sebbene i
giovani continuassero a lanciare pietre; i soldati sono rimasti fermi
come se stessero pianificando qualcosa, cosa strana quando invece noi
ci aspettavamo il
peggio, ma quando credevamo che fosse tutto finito ecco che i soldati
(giovani e senza esperienza) decidono di salire al villaggio e
sentiamo urlare che i soldati stanno arrivando! Sono giunti al bordo
del villaggio ed hanno iniziato a sparare proiettili veri in aria e
lacrimogeni sulle case e sui manifestanti, dopo di che se ne sono
andati...

Hanno arrestato 11 attivisti internazionali tra cui un fotoreporter
che stava protestando contro l'apartheid, contro gli insediamenti
Illegali e contro l'occupazione (07.09.12).

http://www.facebook.com/photo.php?fbid=437318209643195
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.488841277792848.118210.136633479680298
israel putermam: http://www.youtube.com/watch?v=ndB0E-Z0Y5A
David Reeb http://www.youtube.com/watch?v=0kJ6IJLFVGo
https://www.facebook.com/media/set/?set=oa.418938711486982


Ni'lin

07.09.12: http://www.youtube.com/watch?v=SgYMzBRgjxo


Qaddum

07.09.12: Quando abbiamo raggiunto la strada per il villaggio, dei
giornalisti ci hanno detto che la strada era chiusa, così abbiamo
parcheggiato e siamo andati a piedi verso il villaggio passando per
gli uliveti ed arrivando un po' in ritardo. Alla periferia del
villaggio siamo stati accolti calorosamente dalla gioventù del posto
con acqua fresca. Ci hanno detto che tutto il villaggio era
circondato. Ci hanno detto dell'inizio della manifestazione che ci
eravamo perso: "il corteo è iniziato come sempre e dopo aver dato
fuoco a copertoni, i giovani si sono dispersi per l'intero villaggio.
Sono state innalzate barricate di pietre ovunque, dal momento che le
incursioni notturne sono frequenti e gli attivisti erano dunque
pronti. Sui tetti delle case c'erano ragazzi ed uomini che indicavano
ai manifestanti come si muoveva l'esercito israeliano."

Dopo esserci dissetati, abbiamo raggiunto i giovani ed invitato i
soldati a mettere giù le armi per unirsi alla manifestazione per una
protesta unitaria arabo-ebraica, per la pace, l'uguaglianza e la
giustizia sociale. Abbiamo spiegato ai soldati che c'era una sentenza
della Corte Suprema che aveva stabilito l'apertura della strada ed un
risarcimento per quando la strada era stata chiusa. I soldati sono
stati anche avvertiti di non obbedire agli ordini per evitare di
essere denunciati al Tribunale Internazionale per i crimini di guerra
dell'Aja. Sorprendentemente nessun soldato ha deposto il fucile e
nessuno di loro si è unito a noi.

Dopo aver bruciato altri copertoni ci siamo accorti che l'esercito
stava devastando il villaggio con una ruspa, 2 jeeps e con la
fanteria. Il movimento delle jeep era difficile a causa delle
barricate e delle guardie sui tetti che guidavano costantemente i
manifestanti verso le vie di fuga. Così grazie all'eccellente
organizzazione della manifestazione non ci sono stati feriti, né
fermati o arrestati.

Durante la confusione ci siamo ritrovati nel cortile di una famiglia
che ci ha offerto acqua fresca, te e caffè. Le antenne delle jeep si
vedevano di tanto in tanto, dal momento che erano costrette a muoversi
in circolo nelle poche strade non bloccate. Dopo circa 20 minuti
l'esercito ha lasciato il villaggio, abbiamo ringraziato i nostri
ospiti e siamo ritornati a casa.

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.462105200478205.100678.271405776214816
http://www.youtube.com/watch?v=wCU00uKA1II


Colline a sud di Hebron

Sabato 8 settembre, ci vogliono molti attivisti per l'accompagnamento
sulle terre e la difesa dei diritti dei contadini. Più siamo più
facile sarà il lavoro agricolo.


Mercoledì TV 1, 2, 10 notiziario della sera

Attivisti di Anarchici Contro il Muro ed altri aiutano profughi
eritrei bloccati da 6 giorni tra il confine egiziano ed il nuovo
recinto di confine israeliano.
Presidio a Tel Aviv di fronte agli uffici di stato:
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=3492827290412
http://www.youtube.com/watch?v=GgFGeLDTVUc
https://www.youtube.com/watch?v=rpm4ti_23Fs
http://www.youtube.com/watch?v=rpm4ti_23Fs

Attivisti per i diritti umani hanno cercato di far arrivare cibo ed
acqua ai profughi bloccati davanti al recinto il 05.09.12:
israel putermam - http://www.youtube.com/watch?v=rpm4ti_23Fs

Dopo l'eccellente manifestazione fatta davanti alla sede governativa
(https://www.facebook.com/events/484334461578940/) entreremo nel cuore
della sfera pubblica. Incontro all'angolo di Habima e corteo
attraverso Rothschild Boulevard. Ci fermeremo lì e cercheremo di
convincere la gente a sostenerci.

I soldati hanno dato agli eritrei dei teloni per proteggersi dal sole
implacabile. I soldati hanno ricevuto ordini di dare ai richiedenti
asilo "il meno possibile di acqua".
Fino al 5 settembre, l'esercito ha impedito almeno 2 volte il
passaggio di cibo dagli attivisti sociali ai richiedenti asilo.

L'ordine di non permettere agli attivisti sociali di passare cibo ai
richiedenti asilo è illegale, e purtroppo, finché non riceveranno
altri ordini, i soldati israeliani faranno così. Facciamo loro appello
affinché cambino posizione e non si rifiutino di far passare il cibo
ai richiedenti asilo. Chiediamo di punire e di denunciare via stampa
coloro che dovrebbero disubbidire ad un ordine così vergognoso ed i
comandanti che lo hanno dato.


Tel Aviv

Attivisti hanno bloccato una via principale di Tel Aviv l'8 settembre
2012 durante una protesta per la giustizia sociale. Eravamo solo circa
200 persone, ma la polizia aveva dato ordine di lasciarci in pace. Per
quasi 2 ore abbiamo manifestato lungo la importante strada Iben
Gvirol, bloccando il traffico verso nord. Di tanto in tanto
convergevamo su obiettivi specifici come il ministero per la casa,
come le banche ed abbiamo occupato per un po' l'incrocio stradale
principale. Comizi e slogan da parte dei partecipanti.

http://www.flickr.com/photos/activestills/7957432364/in/photostream/lightbox/


Ilan Shalif
http://ilanisagainstwalls.blogspot.com/

Anarchici Contro Il Muro
http://www.awalls.org

Traduzione a cura di FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali
Sito in italiano su Anarchici Contro il Muro:
http://www.fdca.it/wall
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center