A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) Palestina-Israele, la lotta unitaria nel mezzo di una calda estate e del Ramadan [en]

Date Fri, 10 Aug 2012 14:42:18 +0200


Palestina-Israele, la lotta unitaria nel mezzo di una calda estate e
del Ramadan [en]
Report del 30.07.12:
Nel contesto delle minacce di guerra israeliane per l'attività
nucleare dell'Iran, Israele intensifica le azioni per la demolizione
delle case e per lo sgombero dei Palestinesi dall'area C, pari al 60%
della Cisgiordania occupata. I Palestinesi persistono nella loro
modalità di resistenza nota come Tsumud. Gli attivisti israeliani ed
internazionali sono uniti dovunque possono - soprattutto nella regione
delle colline a sud di Hebron e del fiume Giordano. Le forze di stato
israeliane fanno di tutto per escludere gli internazionali, ma devono
fare i conti con ragioni di pubbliche relazioni mondiali. Nonostante i
venti di guerra, la recessione economica mondiale ed il caldo, la
lotta sociale è proseguita nelle città principali. Luci accese sulla
repressione della lotta unitaria contro l'occupazione mentre la rapina
delle terre vicine agli insediamenti da parte dei coloni diventa
un'invasione ed un fastidio quotidiano nell'eroico villaggio di Nabi
Saleh.
Bil'in
Primo pomeriggio di venerdì 27, manifestazione della persistente lotta
unitaria sulle terre occidentali del villaggio, abbiamo marciato e
cantato. 10 Israeliani, circa 20 internazionali e quasi 2 dozzine di
residenti vi hanno partecipato in un caldo giorno d'estate,
protestando per il furto delle terre del villaggio per costruirvi
l'insediamento coloniale di Modi'in Illit. Quando ci siamo avvicinati
al muro della separazione, le forze di stato israeliane hanno iniziato
col solito lancio di lacrimogeni, col rinforzo del fastidio dei getti
dell'acqua puzzola.

Poiché il vento ci era amico, i manifestanti più esperti e quelli che
osavano di più tra i nuovi sono riusciti ad evitare i lacrimogeni a
più riprese per cui gli scontri sono proseguiti per circa un'ora.
Parte della gioventù locale ha reagito contro le forze di stato con
lancio di pietre, costringendo i soldati a ritirarsi dietro il muro.

Un altro resoconto:
Nelle prime ore di pomeriggio del secondo venerdì di Ramadan, diverse
dozzine di manifestanti si sono riuniti a Bil'in per la manifestazione
settimanale contro il Muro e contro gli insediamenti. I manifestanti -
abitanti del villaggio, attivisti israeliani e sostenitori
internazionali - hanno preso la strada in direzione del muro della
separazione dove l'esercito si era già posizionato. Giunti alla
querceta di Abu Lamon vicino al lato occidentale del muro, i
manifestanti sono stati accolti con lanci di lacrimogeni, di granate
assordanti e getti di acqua-puzzola. Dato che il vento soffiava contro
i soldati, i manifestanti sono riusciti a raggiungere il Muro ed a
superare il primo recinto che lo circonda. Dopo alcuni scontri, la
manifestazione si è dispersa. Nessun arresto e nessun ferito.

Hamde Abu Rahma: http://www.youtube.com/watch?v=vpivbdWlZfo
Rani Abdel Fatah:
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.4434739469759.326667.1327358013


Al-Ma'sara

Nello stesso momento, nella Cisgiordania meridionale, parecchi
residenti hanno subito gli effetti delle inalazioni di lacrimogeni
quando i soldati hanno attaccato i manifestanti di Al-Ma'sara mentre
stavano organizzando la loro manifestazione settimanale indetta per il
boicottaggio dei prodotti israeliani. Residenti e sostenitori
internazionali hanno marciato vicino al cantiere di costruzione del
muro, sotto l'attacco di lacrimogeni sparati dalle truppe israeliane
dislocate nella zona.


An-Nabi Saleh

Giovedì scorso sparati proiettili veri e lacrimogeni nel corso di
scontri tra giovani ed esercito.

Venerdì, i soldati israeliani hanno attaccato la manifestazione
settimanale nel villaggio di An-Nabi Saleh vicino a Ramallah ferendo 4
persone tra cui un bambino di 9 anni. Gli abitanti hanno marciato dopo
la preghiera del venerdì verso le terre confiscate, tuttavia le truppe
israeliane li hanno fermati sparando grandi quantità di proiettili
d'acciaio ricoperti di gomma e di lacrimogeni. Mohammad Tamimi di 9
anni è stato colpito al braccio da un lacrimogeno ed è stato
ricoverato in ospedale. Altri 3 sono rimasti feriti da proiettili di
gomma, ma le loro ferite non destano preoccupazione.

Raids dell'esercito a Nabi Saleh nel pomeriggio di venerdì. Vedi:

http://t.co/eh9Xtaeg
davidreeb: http://www.youtube.com/watch?v=gMGrBaJ__D4
israel putermam: http://www.youtube.com/watch?v=Wgp-r7L2a3w

Sabato 28, l'esercito ha invaso di nuovo Nabi Saleh, come facevano
quotidianamente in passato. I soldati hanno sparato proiettili veri
verso i giovani del posto che rispondevano con le pietre.


Ni'lin

Nonostante il caldo, la manifestazione si è svolta nei dintorni del
villaggio di Ni'lin,dove alcune dozzine di manifestanti hanno marciato
verso il Muro di cemento costruito sugli uliveti del villaggio.
L'esercito ha sparato gas lacrimogeni ed ha usato il cannone che spara
l'acqua puzzola per disperdere la folla. Un giovane è rimasto ferito
da un proiettile. Foto degli scontri:

http://fbcdn-sphotos-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/544593_396170680443873_1990753867_n.jpg


Kafr Qaddum

"La leggenda del villaggio di Qaddum. Non è un segreto che io ami
questo villaggio. Che ci possiamo fare?

Sette israeliani ed un certo numero di internazionali si sono uniti ai
200 palestinesi per la manifestazione. Questa settimana abbiamo
manifestato sotto un sole implacabile e con un caldo terribile, contro
la chiusura della strada e contro il furto della terra. La
manifestazione è iniziata in corteo con accompagnamento musicale, dato
che gli abitanti si rifiutano di essere oppressi e repressi.

L'esercito a sua volta ha sparato gigantesche quantità di lacrimogeni.
Intanto i giovani non smettevano di reagire con intensi lanci di
pietre, copertoni bruciati ed uso abbondante delle fionde.
Sfortunatamente era abbondante anche l'uso dell'acqua puzzola da parte
dell'esercito. Che si è mosso lentamente verso il villaggio e sulle
colline a sinistra continuando a sparare incessantemente lacrimogeni.
Hanno riempito il villaggio di nuvole di fumo e gas. Chi ha sofferto
di soffocamento da inalazione è stato soccorso.

Dopo la manifestazione sono stato personalmente invitato a partecipare
alla sala ardente per il 14enne che è rimasto ucciso in un incidente
d'auto.
Naturalmente ci siamo andati dato che la nostra presenza era
importante per loro.

Bisogna dire che c'è voluto del tempo perché noi israeliani fossimo
accettati come amici, ma oggi siamo i benvenuti e benedetti. E nessuno
dovrebbe essere frainteso su questo."

I manifestanti palestinesi corrono per sfuggire ai lacrimogeni sparati
dai soldati israeliani durante una manifestazione contro l'esproprio
illegale della terra fatta dagli israeliani nel villaggio di Kafr
Qaddum, vicino la città di Nablus in Cisgiordania, il 27 luglio 2012
AFP PHOTO/JAAFAR ASHTIYEH:
https://fbcdn-sphotos-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/556963_420054571374700_1605317257_n.jpg
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.420054478041376.92369.251098394936986


Lotta Sociale

Mercoledì 25, Tel Aviv, presidio del fronte anarco-comunista Ahdut
(Unità) vicino alla ambasciata spagnola in solidarietà con le lotte
dei minatori spagnoli.

http://unityispa.files.wordpress.com/2012/07/cimg0136.jpg

Sabato 28 luglio, a centinaia hanno manifestato a Tel Aviv, in
protesta contro la deportazione e l'incarceramento dei rifugiati.
Insieme con i sopravissuti dell'Olocausto e con le seconde e terze
generazioni.

israel putermam: http://www.youtube.com/watch?v=uDVTEc7cPUA


Ilan Shalif
http://ilanisagainstwalls.blogspot.com/

See also:

Anarchici Contro Il Muro
http://www.awalls.org

Traduzione a cura di FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali
Sito in italiano su Anarkismo Contro il Muro:
http://www.fdca.it/wall
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center