A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) USI: testo proclamazione stato agitazione nazionale Confederazione USI su spending review, provvedimenti su lavoro e crisi-austerità, sicurezza sul lavoro

Date Mon, 30 Jul 2012 16:09:35 +0200


tramettiamo documento USI per le lotte che stanno avvenendo nel nostro
paese in questi giorni
Alex
COMUNICATO SINDACALE RADIO STAMPA - CONFEDERAZIONE USI - Roma 29 luglio 2012
In allegato e inserito, il testo della proclamazione formale fatta
dalla Confederazione sindacale Usi
dopo la prima settimana di presidi presso il Senato (Aci Informatica,
personale scuola, lavoratrici e lavoratori
di società in house di Roma Capitale come Zetema, Risorse per Roma,
regioanli come LazioService...con il sostegno di Cobas e USI)
in vista delle prossime mobilitazioni tra Montecitorio e
Palazzo Chigi, sui provvedimenti normativi su spending review, primi
effetti recente legge di (contro) riforma del
mercato del lavoro e ammortizzatori sociali, per la piena applicazione
delle disposizioni su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e altri
punti
rilevanti della piattaforma nazionale, che ci ha visto in sciopero e
nelle piazze in questi ultimi due anni....
GIA' A PARTIRE DALLA PROSSIMA SETTIMANA, PROSEGUIRANNO LE INIZIATIVE
DI PRESIDI, ASSEMBLEE E MOBILITAZIONI, nonostante
la concomitanza con l'inizio delle ferie, ma si tratta di passaggi di
collegamento tra situazioni differenti per storia, percorsi
organizzativi,
scelte politico sindacali, accomunati dalla MATERIALE CONDIZIONE DI
SFRUTTAMENTO E RISCHIO DI PERDITA DI POSTI DI LAVORO, PEGGIORAMENTI
SALARIALI E NORMATIVI, PRIVATIZZAZIONI E SVENDITE SU IMPORTANTI
SERVIZI E ATTIVITA' PUBBLICHE.
Percorsi e momenti di collegamento che vanno messi in una rete e
coordinamento più stabile dell'episodicità e dell'emergenza, sui punti
comuni e rispettando le differenze, non essendo come Confederazione
USI disposti a metodi totalizzanti o "unici", ma rafforzando e
collegando
per gli interessi di classe in comune, le energie a disposizione.
a Settembre, sarà opportuno come già uscito come indicazione in altre
riunioni, mettere in piedi ASSEMBLEA CITTADINA A ROMA E ASSEMBLEE
E COORDINAMENTI TERRITORIALI, più ampi e più diffusi delle forme che
ci si è dati finora nella precedente fase di resistenza alla cirsi,
oltre alla
massima convergenza sui punti comuni di piattaforma per le possime
mobilitaizoni, scioperi o iniziative che si ritengano opportune,
necessarie ef efficaci.
La Confederazione USI fa l'invito alle altre Organizzazioni o
Confederazioni sindacali alternative, conflittuali e autorganizzate o
di base, se non l'avessero
già fatto autonomamente, a dichiarare e proclamare lo stato di
agitazione sindacale nazionale per tutti i comparti e le categorie o a
proseguire quelli
già proclamati. Ricordiamo a tutti-e che la RETE EUROPEA DEL
SIDNACALISMO ALTERNATIVO E DI BASE, ha indicato per il 27 SETTEMBRE
GIORNATA
DI MOBILITAZIONE EUROPEA, con iniziative e manifestazioni nelle
principali capitali dell'Unione Europea o dove si vogliano costruire
azioni per
contrastare i provvedimenti dei padroni e finanzieri a livello
internazionale, con i loro esecutori dei gorverni nazionali. NON
ABBIAMO GOVERNI AMCI.
ORA E SEMPRE RESISTENZA, SVILUPPIAMO CONFLITTO SOCIALE, LOTTA E LA
PRATICA DI MASSA DELL'AUTORGANIZZAZIONE. SINDACALE E SOCIALE-
Confederazione USI - e mail usiait1@virgilio.it, sito
http://www.usiait.it/, blog
http://www.unionesindacaleitaliana.blogspot.com/, Roma, 29 luglio 2012

UNIONE SINDACALE ITALIANA USI – fedele ai principi dell’Ait
Confederazione nazionale di sindacati e di federazioni locali intercategoriali
Segreteria naz. ROMA LARGO VERATTI 25 00146 FAX 06/77201444 usiait1@virgilio.it
UDINE VIA VAL D’AUPA 2 33100 usiudine@gmail.com
MILANO Via Zamenhof 6 tel. 02 54107087 fax 02 54107095

Al Ministro p.t. del
Lavoro e del Welfare fax 06/48161441 - 4821207
Al Ministro della Funz. Pubblica
fax 06 68997205/7064 -7188
Al Dip. F. P - Pres.
Cons. Min. fax 06 68997205/7064
Al Presidente della Comm. di
Garanzia ex Legge 146/90 e s.m.i. Fax 06 94539680
Alla Presidenza del Cons. dei
Ministri – Coord. amm.vo fax 06/67796623 - 3543
Al Min. del Lavoro e del Welfare
Div. VII e VIII fax 06/46834023 - 4278
Al MIUR Relazioni sindacali (06
58492716) Segr. Gabinetto Ministro (06 58492110)
Alle Associazioni datoriali e alle
aziende/società, consorzi e cooperative
soggette all’applicazione della L.
146/90 e 83/2000 – loro sedi via fax

Roma, 29 Luglio 2012

Oggetto: COMUNICAZIONE DI PROCLAMAZIONE DI STATO DI AGITAZIONE
NAZIONALE (ai sensi L. 146/90 e 83/2000), PER SCIOPERO GENERALE
NAZIONALE INTERA GIORNATA e SCIOPERI TERRITORIALI, per tutto il
personale a tempo indeterminato, determinato e atipico/precario,
impiegato nelle pubbliche amministrazioni, aziende pubbliche e private
e per tutti i comparti pubblici e le categorie del lavoro privato.

La scrivente confederazione sindacale nazionale UNIONE SINDACALE
ITALIANA, fedele ai principi dell’Ait, con la presente nota comunica
la PROCLAMAZIONE DELLO STATO DI AGITAZIONE NAZIONALE ai sensi dei D.
Lgs. 146/90 e 83/2000, PER SCIOPERO GENERALE NAZIONALE INTERA
GIORNATA e per SCIOPERI TERRITORIALI, anche congiuntamente ad altre
confederazioni o sindacati nazionali, per tutto il personale a tempo
indeterminato, determinato e atipico/precario, impiegato nelle
pubbliche amministrazioni, aziende pubbliche e private e per tutti i
comparti pubblici e le categorie del lavoro privato. Motivi
dell’agitazione sindacale e dello sciopero: difesa principi
costituzionali (artt. 1,2,3), contro effetti penalizzanti dei
provvedimenti legislativi in materia di riforma del mercato del
lavoro e degli ammortizzatori sociali, delle misure su “spending
review” e politiche di austerità, per rispetto e applicazione
disposizioni legislative italiane ed europee a tutela condizioni di
salute e di sicurezza nei luoghi e ambienti di lavoro, in difesa del
diritto di sciopero e per la pari dignità e diritti sindacali a favore
di tutte le organizzazioni dei lavoratori e lavoratrici legalmente
costituite, per introduzione salario minimo intercategoriale pari a
euro 1300 netti e di forme di reddito sociale garantito, con
meccanismo estendibile ai pensionati, contro manovre e provvedimenti
governativi e degli enti locali finalizzati alla privatizzazione,
esternalizzazione di servizi e attività di rilevanza pubblica, per la
tutela dei “beni comuni” e dei principali servizi e funzioni pubbliche
(istruzione, sanità, previdenza, assistenza) con conseguente
opposizione a forme di privatizzazione o cessione quote societarie di
aziende pubbliche, per interventi migliorativi in materia di orari di
lavoro, ritmi e condizioni lavorative rispettose dei principi e delle
disposizioni di fonte costituzionale.
Si richiede pertanto l’attivazione nei servizi pubblici essenziali
delle procedure per garanzia dei contingenti di personale per servizi
minimi essenziali e obbligatori, con accettazione delle limitazioni
previste dai CCNL o contratti aziendali in materia di servizi minimi
essenziali, con esclusione dall’azione di sciopero delle zone colpite
da calamità naturali o interessate da consultazioni elettorali. Per le
comunicazioni i riferimenti sono:
fax 06 77201444 e mail usiait1@virgilio.it Con la comunicazione di
stato di agitazione nazionale si esprime la solidarietà e il sostegno
alle mobilitazioni messe in campo dai coordinamenti e comitati di
precari e precarie, della scuola, dell’università e della ricerca a
livello nazionale, delle società “in house”, ai comitati territoriali
a tutela dei “beni comuni” e dei movimenti di contrasto alle c.d.
“grandi opere”. Si indicherà in seguito la data di sciopero generale
nazionale e l’articolazione delle mobilitazioni con scioperi
territoriali, delle categorie e comparti.
Per la Confederazione sindacale naz. Unione Sindacale Italiana – il
segr. gen. confederale Roberto Martelli
da alex_950@yahoo.it
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center