(it) Parigi 30/11-01/12 - Bulletino #1

counter@francenet.fr
Sat, 23 Nov 1996 12:46:45 +0100


-----------------------------------------------------------
-----------------------------------------------------------

PARIS - NOVEMBRE 30TH - DECEMBRE 1ST - 1996

EUROPEAN AND INTERNATIONAL MEETING
ABOUT IMMIGRATION STRUGGLES

Information Bulletin #1 - novembre 22th 1996

-----------------------------------------------------------
-----------------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------
P R O G R A M M E

30 novembre
------------

-12hOO
Appuntamento per tutto al Centro Internazionale di Cultura Populare (CICP)
: 21 ter, rue Voltaire, 75011 Paris. Metro "rue des Boulets-rue de
Montreuil".

-13h00
Meeting Place de la R=E9publique (Metro "R=E9publique") for the d=E9monstrat=
ion.

-14h00
Appuntamento per la manifestazione a 14 h a R=E9publique.

-20h30
Cena al lume di candela a Rue Voltaire e organizzazione del pernottamento.

1=B0 dicembre
-------------

-10h30
Assemblea Generale plenaria con presentazione dei gruppi e dei contributi,
presentazione e formazione di tre gruppi di lavoro (ateliers).

-12h30
Pranzo.

-15h00-17h00
Gruppi di lavoro.

-17h00-19h00
esoconto dei gruppi di lavoro e prospettive.

-----------------------------------------------------------
W O R K S H O P S

1) Integrazione, assimilazione,
cittadinanza: quale alternativa ?

Si tratta, a partire dalle esperienze dei diversi paesi europei, di
confrontare i diversi modelli applicati :

- modello francese dell'integrazione sulla base dei valori repubblicani
- modello anglosassone basato sulle comunit=E0
- "diritto del sangue", in Germania, etc.

Quale "modello" di vita comune possiamo noi difendere ponendoci in rottura
col sistema capitalista ? Come conciliare il diritto per ogni cultura di
esercitare la propria specificit=E0 lottando, allo stesso tempo, contro ogni
forma di sfruttamento e di dominazione ?

Come rispondere alla questione dell'identit=E0 e al ripiegamento comunitario
e nazionalista ?

Possiamo proporre un diritto di cittadinanza attiva che si ponga in
contraddizione con la visione della sinistra umanitaria e dei democratici
liberali ?

In questo gruppo di lavoro si far=E0 in particolare riferimento a :

- le lotte portate avanti negli ultimi dieci anni in Francia (la marcia per
l'uguaglianza del 1983, le lotte del 1984, etc.)

- le lotte portate avanti nei Foyer [centri di accoglienza, alloggi
collettivi per i lavoratori africani, magrebini, etc.] (caso del Foyer
"Nouvelle France" a Montreuil)

- la negazione degli altri gruppi viventi in Francia (Baschi, Bretoni,
Occitani, etc.) imposta dalla costruzione dello Stato francese.

2) Rapporti Nord/Sud : sviluppo separato
e apartheid sociale

Tramite la lotta, uscendo dall'anonimato, i "sans papiers" hanno affermato
la loro volont=E0 di vivere l=E0 dove vogliono. In un mondo in cui le merci
circolano pi=F9 liberamente degli uomini e delle donne, la problematica che
affrontiamo qui non riguarda solamente l'esistenza dell'immigrazione in
=46rancia ma la realt=E0 di una distribuzione ineguale delle ricchezze a
livello internazionale. I flussi migratori sono creati dai rapporti
ineguali tra le Nord e il Sud. In maniera pi=F9 globale tra i paesi
occidentai e il resto del mondo.

A partire degli anni 60, lo sviluppo =E8 stato il leitmotiv di tutte le
politiche condotte nei paesi del Terzo Mondo. L'idea era quella che i paesi
"poveri" avrebbero colmato la distanza che li separa dai paesi "ricchi"
tramite un'industrializzazione e un modello di crescita calcati sui modelli
occidentali.
Lo sviluppo era allo stesso tempo la base della colonizzazione.
La mondializzazione economica ha come corollario lo sviluppo globale ?
Lo sviluppo separato fa parte di una concezione ideologica del rapporto tra
le societ=E0, cio=E8 di una gerarchizzazione delle culture e delle societ=E0=
.
L'apartheid sociale, se esiste a livello internazionale, si ripercuote
anche nei paesi occidentali ? La lotta dei "sans-papiers" non =E8 forse
l'espressione di questo apartheid che concerne sia l'immigrato che il
lavoratore e il precario ?

3) Lotta dei "sans-papiers" e resistenza europea
contro le leggi anti-immigrazione

Da diversi mesi in Francia, la lotta degli immigrati in situazione
irregolare si =E8 collegata alla lotta pi=F9 globale per l'uguaglianza e la
rivendicazione di vivere alla luce del sole per le popolazioni immigrate.
Questa lotta ha evoluto durante gli ultimi mesi. Quali ne sono state le
tappe ? Quali i legami con la popolazione ? Quali le difficolt=E0
incontrate ? Quali le forme di lotta ? In cosa la lotta dei "sans papiers"
va al di l=E0 del quadro di un movimento isolato e si afferma come movimento
sociale globale, capace di rimettere in causa le basi del sistema
capitalista ?

Prendendo in considerazione le leggi europee, ci si pu=F2 rendere conto che
esiste un bisogno urgente di far nascere una solidariet=E0 europea. In
effetti, si tratta delle stesse leggi che attraverso gli accordi di
Schengen e Dublino colpiscono oggi i proletari stranieri che vivono sul
suolo europeo.
Le quote di stranieri per paese e per settore di attivit=E0 sembrano
corrispondere alla domanda dei capitalisti europei.

Il capitalismo non ha mai avuto problemi per cordinarsi al di l=E0 delle
frontiere. Il fine della borghesia =E8 quello di frazionare le diverse lotte
(sans papiers, lavoratori, precari, =8A) per meglio controllarle e
organizzare la loro repressione. Come possiamo raggiungere l'unit=E0 delle
lotte di tutti gli sfruttati contro il nemico comune e organizzarci a
livello internazionale ?"
Saranno presenti a questo gruppo di lavoro una delegazione dei
"sans-papiers di St. Bernard, una delegazione del 3=B0 collettivo parigino,
una delegazione dei residenti del Foyer Nouvelle France, dei membri del MIB
(Movimento dell'immigrazione e delle periferie), e, da confermare, dei
membri dei collettivi dei "sans-papiers" (Nantes, Lilles, N=EEmes, etc.).

-----------------------------------------------------------
P R A C T I C A L T H I N G S

- For accomodations and lunches, comrades from abroad and from the
countryfields are asked to make us know how many persons will be present.
Travels cannot be reimbursed.

- Participating or interested groups are invited to sign an international
leaflet (see below or on http://www.ecn.org/sans/spvol).

- All written contribution is welcome(and its translation, please). We will
make a packet (multilingual if we can!!!) which will be given to all
participants.

- Many WWW sites are containing informations about the struggle of the
"Sans Papiers", in different languages (Italian, Wolof, French...) :

Manifestazione europea a Parigi
http://www.ecn.org/sans

Site "Des papiers pour tous"
http://www.anet.fr/~aris/dppt.html

Site "Les Africains sans-papiers de St Ambroise"
http://bok.net/pajol/

-----------------------------------------------------------
L E A F L E T ( P R O J E T )

COINTRE LA XENOFOBIA DI STATO
PER LEGOLARIZZAZIONE DI TUTTI I CLANDESTINI

Gli accordi di Schengen, di Trevi e per finire di Dublino dimostrano che la
politica europea sulla questione dell'immigrazione va verso la costituzione
di un' "Europa fortezza" rinchiusa su se stessa. Eppure, i diversi Stati
della Communit=E0 Europea, nella propria storia delle lotte sull'immigrazion=
e
e secondo il proprio contesto politico, applicano politiche differenti.

* Accesso ultra limitato alla cittadinanza in Germania
(diritto del sangue)
* Recenti leggi in Portogallo, in Spagna ed in Italia
* Criminalizzazione massiva e repressione brutale in Francia
* Diritto di voto alle elezioni locali in Olanda ...

La situazione delle popolazioni immigrate =E8 pi=F9 o meno precaria secondo =
i
Stati. Ci=F2 detto non toglie che le politiche anti-immigrazione cominciano =
a
coordinarsi al livello europeo, sopratutto con l'organizzazione di charters
europei di espulsione.

Di fronte alla chiusura delle frontiere ed alla costituzione dell'Europa
fortezza e xenofoba, le lotte di sans-papiers e la solidariet=E0 si organizz=
ano.

REGOLARIZZAZIONE DI TUTTI I SANS-PAPIERS
Un permesso di soggiorno per 10 anni per tutti i stranieri residenti
nell'Unione europea

ABROGAZIONE DES LEGGI RAZZISTE E XENOFOBI
Contro il delitto di "soggiorno irregolare" e contro la giustizia a due
velocit=E0. Chiusura immediata dei campi di retenzione.

DIRITTO D'ASILIO POLITICO ED ECONOMICO
Per una solidariet=E0 attiva con le vittime del neo-liberismo

UNA GARANZIA SOCIALE SUFFICIENTE PER TUTTI
Contro l'apartheid sociale e le logiche di emarginazione

LIBERTA DI CIRCOLAZIONE DEGLI UOMINI, DELLE DONNE E DELLE IDEE
Contre la chiusura delle frontiere attuata con i accordi di Shengen

UNE CITTADINANZA PER TUTTI E TUTTE
Per una democrazia diretta ed inter-culturale

CONTRO IL NUOVO ORDINE MONDIALE
Per una spartizione equa delle ricchezze planetarie

-----------------------------------------------------------
Q U I ?

- Participazione (France) :

Scalp-Reflex - Paris (France)
R=E9seau "No Pasaran !" (France)
Organisation communiste libertaire - Ile de France (France)
Collectif "Des papiers pour tous!" - Paris (France)
Collectif "Apache" (France)
Comrads from various "sans-papiers" comitees.

- Pa :

Razzismo Stop - Padoue (Italy)
Razzismo Stop - Trieste (Italy)
Centro sociale occupato "Pedro" - Padoue (Italy)
Infodiret(t)e - Ecn - Padoue (Italiy)
European counter network - Milan (Italy)
Collectif anarchiste de Gand (Belgium)
Comite' des re'fugie's pour le droit d'asile - Bruxelle (Belgium)
Confederacion sundicale "Solidaridad Obrera" (Spain)
Argib - Bonn (Germany)

- Are interested but can't come in Paris :

Anti-racist action - Toronto (Canada)
Magazine El Nuevo Topo (US)
Comrads from Rome (Italy)

-----------------------------------------------------------
C O N T A C T S

Commission immigration, Scalp-Reflex,
21 ter, rue Voltaire, 75011 Paris - France
Te'l : 33-1-43-48-54-95. Fax : 33-1-43-72-15-73

European Counter Network - ECN - Paris
e-mail: counter@francenet.fr
http://www.anet.fr/~aris/

Collettivo infodiret(t)e - ECN - Padova
e-mail: hobo@ecn.org
http://www.ecn.org/pad/