(it) Parigi, incontro europeo 30-11-96

transmis par counter@francenet.fr (hobo@iol.it)
Tue, 12 Nov 1996 04:04:55 +0100


http://www.ecn.org/sans

PROGETTO D'INCONTRO EUROPEO E INTERNAZIONALE SULLE LOTTE DELL'IMMIGRAZIONE.

Il 30 Novembre 1996, e' stata organizzata a Parigi una
manifestazione di sostegno ai Sans-papiers. Il coordinamento dei
Sans-papiers vuole far di questa manifestazione un momento forte della
lotta. E' stato lanciato un appello alla solidarieta' internazionale.
In questa occasione, proponiamo a diversi movimenti e
organizzazioni di molti paesi di venire a Parigi per partecipare, il Sabato
30 Novembre, a questa manifestazione, e la Domenica 1 Dicembre ad un
incontro europeo e forse internazionale, sulle lotte di Sans-papiers e
sull'immigrazione in generale.
Per la manifestazione si tratta di organizzare un corteo
internazionale con tutti movimenti e organizzazioni che risponderanno
favorevolmente a questa proposta e di elaborare un appello pubblico comune.
Proponiamo che questo appello abbia per argomento principale: "LA LIBERTA'
DI CIRCOLAZIONE INTEGRALE PER DONNE, UOMINI E IDEE".
A proposito dell'incontro, vi proponiamo il quadro di discussione
seguente. Ogni contributo o suggerimento sono, ovviamente, benvenuti.
Bisognera' anche di pensare assieme ad instaurare un quadro di lavoro
comune per la preparazione di questa riunione.

INTRODUZIONE AL DIBATTITO
Gli accordi di Schengen, di Trevi e per finire di Dublino dimostrano che la
politica europea sulla questione dell'immigrazione va verso la costituzione
di un' "Europa fortezza" rinchiusa su se stessa. Eppure, i diversi Stati
della Comunita' Europea, nella propria storia delle lotte sull'immigrazione
e secondo il proprio contesto politico, applicano politiche differenti.
Accesso ultra limitato alla cittadinanza in Germania (diritto del sangue)
Recenti leggi in Spagna ed in Italia
Criminalizzazione massiva e repressione brutale in Francia
Diritto di voto alle elezioni locali in Olanda ...
La situazione delle popolazioni immigrate e' piu' o meno precaria secondo i
Stati. Cio' detto non toglie che le politiche anti-immigrazione cominciano
a coordinarsi al livello europeo, soprattutto con l'organizzazione di
charters europei di espulsione.
Al giorno di oggi, l'Europa ha un doppio discorso: di chiusura nei
confronti di paesi di emigrazione del Sud (soprattutto l'Africa), di
tolleranza verso i paesi di emigrazione dell'Est (con l'instaurazione di
accordi bilaterali).
Per noi, si pongono tre domande:
Come approfittare efficacemente delle esperienze di lotte, passate o
presenti, organizzate localmente o nazionalmente in altri paesi, e come far
conoscere le nostre esperienze?
Che discorso politico possiamo, tutti insieme, porre in avanti, e come
portarlo al livello europeo?
Abbiamo la capacita' di costituire un quadro di lavoro comune su questa
questione al fine di condurre azioni comuni?

PROPOSTE PER LO SVOLGIMENTO DELLA RIUNIONE
L'obiettivo dell'incontro del 1=B0 Dicembre e' di fare un sopralluogo
rispettivamente alle nostre situazioni per elaborare un quadro di lotta. Di
conseguenza, proponiamo la strutturazione seguente per lo svolgimento della
riunione:
>> Relazione da parte delle delegazioni presenti della loro situazione
>>nazionale:
leggi sull'immigrazione;
lotte attuali;
interpretazione della nozione di "integrazione" e di "cittadinanza";
l'impatto del discorso xenofobo o razzista.
>> Dibattito e confronto finalizzato all'elaborazione di un piano comune,
>>sui punti:
esperienze di lotta;
diverse situazioni in Europa.
>> Discussione sull'organizzazione di un quadro di lavoro comune che
>>permettera' di rompere le barriere "tecniche": lingue, mezzi di
>>comunicazione ... nella prospettiva di preparare nuove iniziative e
>>azioni comuni.
I gruppi che non potranno essere fisicamente presenti sono invitati
a mandare il loro contributo al dibattito.

PRIMI OSPITI
Per la Francia, abbiamo pensato invitare a questo incontro le
organizzazioni, collettivi o persone seguenti: i gruppi della Rete No
Pasaran che partecipano a lotte sul tema dell'immigrazione, il Collectif
"des papiers pour tous" (al quale partecipiamo), le Mouvement de
l'immigration et des banlieues (MIB), l'Association des travailleurs turcs
(ATT), l'Organisation communiste libertaire (OCL), dei delegati dei
collettivi dei Sans-papiers locali e del coordinamento nazionale dei
Sans-papiers.
Per cio' che riguarda i contatti internazionali possiamo finora
dare solo un elenco parziale.
Per l'Italia, siamo in contatto diretto con Razzismo Stop di Padova e
informeremo la rete anti-razzista. I centri sociali saranno prossimamente
contatti attraverso Internet. Per la Germania, abbiamo contatti con i
gruppi antifascisti di Berlino, di Dortmund e di Gottingen. Per il Regno
Unito, Class War Contra Flow e Freedom Press. Per il Belgio, l'Alternative
libertaire belge. Per la Svezia, il giornale antifascista Expo. Per la
Svizzera, l'Organisation socialiste libertaire. Per l'Olanda, il Centro
Autonomo (Amsterdam). - Per la Spagna: Ateneo Libertario (Saragossa), El
Lokal (Barcelona), Coordinamento "Lucha autonoma" (Madrid), Confederazione
"Solidaridad Obrera". Membri della rete anti-razzista europea United ... .
Inoltre saremo a Roma durante the HUNGER GATHERING (contro convegno della
=46AO) in cui sara' presentata, giovedi 14 novembre, la video cassetta sulle
le lotte dei Sans-papiers.
Altri saranno contattati prossimamente e contiamo su ogni gruppo,
collettivo o organizzazione per comunicare ad altri questa iniziativa.

SCADENZE
Aspettiamo le vostre risposte e i vostri contributi entro il 15
Novembre, data in cui vi sara' mandata un'altra comunicazione con la
presenza dei diversi contributi sul contenuto dei dibattiti e per fissare
le modalita' tecniche dell'organizzazione della manifestazione e della
riunione. Per quelli che avranno deciso di recarsi a Parigi vi chiediamo di
indicare se venite con persone che parlano un'altra lingua e se dobbiamo
occuparci del vostro pernottamento (in questo caso quanti posti?).
Ogni gruppo, collettivo o organizzazione che decide di partecipare
alla redazione del testo di appello alla manifestazione e' invitato a
mandarci velocemente il proprio contributo. Una sintesi ne sara' fatta e
proposta ai gruppi firmatari per, poi, essere diffusa pubblicamente.

Groupe Scalp-Reflex Paris

Pour le Re'seau No Pasaran

CONTATTI:
Per la Francia
Commission immigration Scalp-Reflex
21 ter rue Voltaire, 75011 Paris
Tel: 0033.1.43.48.54.95. Fax: 0033.1.43.72.15.73.

Per l'Italia
Radio Sherwood - Fax: 049/ 664589
Razzismo Stop - Fax: 049/ 8647461