(it) C.S.A. Ya Basta! per la manifestazione antiproibizionista di Vicenza

Vincenzo - Ya Basta! (yabasta@goldnet.it)
Wed, 6 Nov 1996 01:16:37 +0100


MAI PIU' PROIBIZIONISMO

Nonostante il fallimento, a livello mondiale, delle politiche
proibizioniste e della guerra alla droga, nonostante le recenti prese di
posizione di diversi ambiti istituzionale per una radicale modifica
dell=92attuale normativa in materia di droghe, continua la violenta azione
repressiva da parte delle istituzioni e delle forze dell=92ordine contro i
consumatori di sostanze dichiarate illecite.
La situazione della provincia di Vicenza rappresenta un=92anomalia
negativa rispetto all=92intensita' e alla sistematicit=E0 dell=92attivita'
repressiva attuata su questo fronte. Sono centinaia ogni anno le patenti
ritirate in provincia ai consumatori di cannabis mediante un
procedimento che, tra l=92altro, si basa un metodi di analisi che non
attestano lo stato di alterazione al momento della guida ma l=92eventuale
uso di questa sostanza fino ad un mese prima del test. Cio' dimostra in
maniera evidente e inequivocabile che il reale intento delle istituzioni
non =E8 quello di salvaguardare la sicurezza della strada, bensi' quello
perseguitare e reprimere determinate forme di comportamento che spesso
si accompagnano all=92uso di determinate sostanze. Cos=EC i consumatori di
cannabis sono stati individuati, dal potere costituito, come soggetti
che non danno sufficienti garanzie di conformazione ai modelli di
comportamento imposti in questo ricco e tanto decantato Nord-Est
(produttivit=E0, consumismo, ecc.) e solo per questo meritano di essere
perseguitati

- Perche' dei comportamenti che non possono nuocere a nessuno, se non,
eventualmente, a coloro che li attuano, sono tanto violentemente
repressi?
- Perche' devono essere vietate delle sostanze che poi, di fatto,
circolano in enormi quantit=E0 e, proprio in quanto vietate, hanno prezzi
esorbitanti?
- Perche' continua imperterrita un=92azione di disinformazione,
mistificazione, terrorismo, da parte dei media ufficiali, rispetto alle
reali caratteristiche delle sostanze psicoattive e si fa passare l=92idea
che =93tutte le droghe sono uguali=94?

Queste domande le rivolgiamo a tutti coloro che in parlamento, nelle
questure, nei tribunali, nelle scuole, negli ospedali, nei mass-media e
in tutta la societ=E0, continuano a sostenere e ad attuare l=92opzione
proibizionista e, poich=E9 sappiamo che le loro risposte non potranno
convincerci, useremo ogni mezzo necessario perch=E9 cessino di spargere
terrore, sofferenza e morte.

Per tutto questo, vogliamo:
- l=92immediata cessazione dei ritiri delle patenti mediante l=92uso
dell=92art.187 del Codice della Strada, basati peraltro su analisi prive
di valore sia scientifico che legale;
- la restituzione di tutte le patenti gia' sequestrate;
- la cessazione dei comportamenti discriminanti e persecutori attuati da
carabinieri e polizia contro i consumatori di cannabis e delle altre
sostanze proibite;
- l=92immediata abrogazione della legge assassina craxi-jervolino-vassalli
che criminalizza e punisce pesantemente i consumatori di sostanze
dichiarate illecite, mentre garantisce il perpetuarsi degli enormi
interessi del narcotraffico.

BASTA CON LA GUERRA ALLA DROGA!
IL VERO NEMICO E=92 IL PROIBIZIONISMO!!

C.S.A. YA BASTA! - VICENZA